Mi presento

Marta, l'Impiegata GiramondoCiao a tutti sono l’Impiegata Giramondo, ovvero Marta. 🙂

Ho​ 29 anni, lavoro come impiegata con l’ambizione di diventare commercialista, cerco di terminare gli studi della facoltà di Economia, convivo con Marcello, l’unico membro del mio staff (!) e mio compagno di viaggi, e da qualche anno pratico CrossFit con gli amici! Ma la mia passione più grande è una: viaggiare, non importa dove, per me ne vale sempre la pena!

Viaggio da pochi anni, da quando il mio portafoglio me lo permette, non ho grossi vizi e a un paio di scarpe nuove preferisco un’offerta EasyJet. Ho nel cassetto il sogno di girare il mondo e di raccontarlo in queste pagine.

Spero che questi racconti ti possano essere d’aiuto e, mi raccomando, non esitare a contattarmi, a darmi suggerimenti e a dirmi cosa ne pensi di questo mio piccolo blog! 🙂

Perché Impiegata Giramondo? 🙂

42 commenti a “Mi presento

  • 17 Febbraio 2018
    Permalink

    Grazie il tuo blog è veramente semplice ma interessante! Ti terro in considerazione per le prossime vacanze!!

    Rispondi
    • 18 Febbraio 2018
      Permalink

      Ciao Giusi,
      ti ringrazio e sono felice ti collaborare con il mio blog alle tue prossime vacanze! 😉

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 16 Marzo 2018
    Permalink

    Ciao Marta ,non volendo appesantire il blog sulle Filippine, ti scrivo qui.Prima di tutto grazie per la risposta poi volevo chiederti ,se non sono indiscreto, se stai gia pensando alla prossima meta chissa che non possa darti anche io qualche consiglio. Il prossimo agosto la mia famiglia ed io saremo in Indonesia per la seconda volta, questo spiega l interesse per il kawak ijen. Leggo che stai per laurearti in economia, tanti auguri, ma, essendo mia figlia gia laureata in economia appunto, non posso che invitarti a viaggiare visto che dovrai scaricare un sacco di stress facendo quella professione. Ciao e alla prossima volta

    Rispondi
    • 16 Marzo 2018
      Permalink

      Ciao Rossano,
      Grazie a te per i commenti!
      La prossima meta sarà la Thailandia, quindi se hai consigli da darmi, molto volentieri!
      Io ho cominciato a immaginare un itinerario papabile e a leggere qualche informazione sulla mia fedele Lonely Planet! 😉
      Sì a luglio finalmente mi laureerò in Economia, e da lì in poi avrò bisogno di molte altre vacanze a causa dello stress, non vedo l’ora! 😛
      A presto!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 21 Marzo 2018
    Permalink

    Ciao Marta, vediamo se posso aiutarti un poco. Immagino che avrai già valutato il giro da fare posso solo dirti quello che farei io. Sono stato 4 volte a Bangkok, città che adoro, e 2 volte in giro per la Thailandia. Dividerai il tutto in 4 zone. Per Bangkok ti consiglierei 3/4 giorni. Ti sottolineo solo alcune visite: Palazzo Reale strepitoso, Wat Arun il tempio che preferisco, mercato dei fiori, mercato del quartiere cinese (forse di mercato come questo non ne hai ancora visti), Railway market secondo me da vedere, anche se non tutti sono d’accordo, mercato di Chatuchak enorme dove trovi di tutto, ma se non ricordo male solo nel fine settimana.
    Seconda tappa zona di Kanchanaburi con visita al parco nazionale di Sai Yok. Prima o meglio dopo, mercato galleggiante di Damnoen Saduak, turistico finché vuoi ma, secondo me comunque bellissimo e Ayuttahaya. Da qui, magari utilizzando un treno notturno, arrivare a Shkhotai. Terza tappa il Nord e quindi Chang Mai e dintorni. Qui le visite dipendono essenzialmente dal tempo che hai a disposizione.
    Ritorno a Bangkok in aereo e ultima parte cioè il soggiorno mare. In questo caso la scelta e influenzata dal clima. Io sono stato a Pattaya che e un putt****o, Phuket Krabi Phi Phi Island e Koh Samui. Quest’ultima credo sia la scelta obbligata, peraltro molto bella, perché la costa Est è quella dove puoi trovare bel tempo in Agosto. Non mi dilungo oltre, ma se vuoi altre delucidazioni sono qui.
    Postilla: non posso darti informazioni su hotel, ristoranti e mezzi per spostamenti perché soprattutto negli ultimi anni, viaggio un po più comodo quindi scelgo hotel belli e giro con guide il che mi consente di ottimizzare i tempi e di fermarmi dove voglio. A presto e buon lavoro.

    Rispondi
    • 22 Marzo 2018
      Permalink

      Ciao Rossano,
      è sempre un piacere leggere i tuoi commenti!
      Ho preso appunti e non vedo l’ora di poterti ringraziare nel prossimo diario di viaggio! 😉

      P.S. Se ti venisse in mente qualche altro suggerimento scrivimi pure a info@impiegatagiramondo.it !

      A presto!
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 21 Marzo 2018
    Permalink

    scusami aggiungo solo una considerazione. Mi pare di aver capito che viaggi nel periodo di Natale ed in agosto. Perche non inizi a considerare per agosto il Sud America. L Asia e il continente che preferisco ma,credimi il S.A. e bellissimo ed il clima,nella maggior parte delle destinazioni, in agosto e ideale .Ciao

    Rispondi
    • 22 Marzo 2018
      Permalink

      L’amore per l’Asia è forte, ma presto cambierò continente!
      Spero continuerai a seguirmi per scoprire le nuove mete! 😉

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 27 Marzo 2018
    Permalink

    Brava, molto ben costruito !!! Amo l’Asia e appena posso ci vado (India 9 volte, Malesia e Perenthian, Thailandia 4 volte dal 1980 prima volta, Singapore, Hong Kong la più bella città del mondo, Laos, Cambogia e da 15 giorni rientrato dal Vietnam, Cina quella delle campagne e Giappone un paese straordinario – ho molto apprezzato le informazioni su El Nido dove vorrei prossimamente andare, ma anche Sipadan che da sempre è nei miei obbiettivi – per il mare Thai ti consiglio Koh Chang e le isole vicine: forse un pò più lontano da Bangkok, ma certamente più vero rispetto ai “carnai” di Koh Samui, Phuket o Pattaya… E in più ti avvicini alla Cambogia dove ancora il mare è da scoprire – sentiamoci se serve qualche suggerimento – a me piace ancora girare con lo zaino nonostante l’età!!! Mario60

    Rispondi
    • 27 Marzo 2018
      Permalink

      Ciao Mario,
      Wow che invidia, spero di poter seguire presto le tue orme e visitare anch’io tutta l’Asia! ♥️
      Se andrai a El Nido o a Sipadan sarò molto felice di darti altre indicazioni se ne avrai bisogno!
      Per quanto riguarda la Thailandia, appena avrò un’idea più chiara sull’itinerario ti chiederò sicuramente altre informazioni! 😉
      A presto!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 13 Maggio 2018
    Permalink

    Ciao Giramondo!
    io sono Ste, mi trovo in Australia e fra poco meno di un mese mi sposto in Indonesia per 28 giorni. Non sono riuscito a trovare il tuo itinerario completo, riusciresti commentare con il link? Ti ringrazio moltissimo, mi piacerebbe prenderne spunto!

    Rispondi
    • 13 Maggio 2018
      Permalink

      Ciao Stefano,
      sono molto contenta di poterti dare qualche spunto per il tuo viaggio in Indonesia! 🙂
      Trovi il mio itinerario completo qui.
      Se hai qualche domanda, non esitare a scrivermi!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 26 Maggio 2018
    Permalink

    Complimenti… sono già innamorata dell indonesia ma anche le filippine non sono niente male… io mi reputo un’impiegata assai stressata. I viaggi sono la mia medicina una cura che purtroppo devo limitare per esigenze familiari ed economiche.

    Rispondi
    • 28 Maggio 2018
      Permalink

      Ciao Cristina,
      ti ringrazio per i complimenti! Sono felicissima di averti trasmesso, tramite le mie parole, l’amore per l’Indonesia e per le Filippine 🙂
      Abbiamo molto in comune, entrambe impiegate ed entrambe stressate! 😛
      Anche per me il rimedio migliore restano sempre i viaggi che organizzo con larghissimo anticipo perché altrimenti dovrei rinunciare, spero riuscirai presto ad organizzare un bel viaggio e di poterti aiutare!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 12 Luglio 2018
    Permalink

    Ciao Marta,
    posso sapere qual’è il tuo standard quando viaggi? categoria alloggi, dove mangi, ecc..
    Grazie mille, Antonio

    Rispondi
    • 12 Luglio 2018
      Permalink

      Ciao Antonio,
      Ti ringrazio per la domanda che mi aiuta a far chiarezza sul perché spesso riesco a spendere davvero poco quando viaggio! 😉
      I miei non sono viaggi “zaino in spalla”, perché solitamente prenoto la gran parte delle cose (hotel e voli) già dall’Italia e quindi questo mi aiuta a risparmiare e a non dovermi accontentare di quello che trovo, inoltre il mio bagaglio spesso è un trolley.
      Solitamente scelgo l’alloggio in base al tempo di permanenza: se devo stare più di una notte cerco qualcosa di dignitoso con bagno privato e colazione inclusa (un tre stelle in Italia), se invece soggiorno solo una notte mi accontento della “bettola” più comoda ed economica che trovo, spesso con bagno in comune, anche se il mio staff non approva! 😛
      Mentre l’ultima notte di un lungo viaggio puntiamo a dormire in super alberghi, in Asia possiamo permetterci anche un 5 stelle! 😉
      Per cibarmi invece scelgo in base alla fame e alla stanchezza, se siamo arrivati in un luogo tardi e affamati e abbiamo poco tempo cerchiamo un centro commerciale dove all’interno trovi sempre un posto dove mangiare qualcosa di conosciuto (devo ammetterlo: mi è capitato anche il Mc Donald’s!), altrimenti se stiamo visitando la città cerchiamo ristoranti caratteristici e a volte anche street food! Comunque mai ristoranti di lusso! 🙂

      Spero di averti dato un’idea del mio standard, se hai altre domande non esitare a scrivermi!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 2 Agosto 2018
    Permalink

    Ciao,
    a settembre partiremo per la Malesia, da Kuala Lumpur prenderemo un volo interno per recarci qualche giorno a Redang e successivamente all’isola Perhentian Besar.
    Non riusciamo a trovare un traghetto per spostarci da un’isola all’altra senza tornare sulla terra ferma.
    Sai darmi qualche dritta?
    Ti ringrazio tanto,
    Denise

    Rispondi
    • 4 Agosto 2018
      Permalink

      Ciao Denise,
      Io per spostarmi dalle Perhentian a Redang avevo utilizzato il servizio del Mama’s Chalet, la struttura dove alloggiavo a Perhentian Besar, al costo di 100 ringgit a persona.
      Prova a contattarli su Facebook o tramite mail, oppure in alternativa ti consiglio (se non l’hai già fatto) di scrivere all’hotel dove alloggi a Redang. 🙂
      Aggiornami, e se avessi ancora problemi, penseremo ad un’altra soluzione!
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 3 Agosto 2018
    Permalink

    Ciao! Sto seguendo il tuo blog perché sto pianificando il mio viaggio nelle Filippine.. visto che avrò 14gg a disposizione vorrei visitare sia El nido che Boracay ma non so bene come dividere il tempo.. E sopratutto se andare prima a boracay e poi a El nido o viceversa. Sinceramente per quanto riguarda El nido sono interessata solo alle escursioni .. hai consigli da darmi? Grazie

    Rispondi
    • 7 Agosto 2018
      Permalink

      Ciao Maria Giulia,
      premetto che non sono stata a Borocay, però me ne hanno parlato molto bene, io ti consiglio di spezzare a metà i giorni a tua disposizione, dedicando gli stessi giorni ad entrambe le mete. 🙂
      Considera che a El Nido le escursioni in barca che si possono fare sono 4/5, di cui 2 imperdibili, inoltre puoi dedicare una giornata al kayaking e una giornata alle spiagge a nord (Nacpan Beach, Duli Beach, ecc…) noleggiando il motorino.
      Volendo potresti decidere di dedicare più giorni a El Nido (9gg) e spingerti fino a Coron a nord di Palawan, io non ci sono stata perché non avevo abbastanza giorni, ma dicono sia molto bella e meno turistica di El Nido.
      L’ordine con cui visitare i vari luoghi puoi sceglierlo in base a cosa vuoi fare, dicono che a Borocay ci sia parecchia vita, mentre l’isola di Palawan è decisamente più tranquilla (o lo era quando sono stata io a inizio anno), potresti scegliere di fare baldoria la prima settimana e successivamente puro relax! 😉
      Un’altra opzione potrebbe essere scegliere in base ai prezzi dei voli, prova a vedere se costa meno fare Manila/Borocay/El nido/Manila o Manila/El Nido/Borocay/Manila.
      Spero di averti dato abbastanza informazioni, nel caso scrivimi pure! 🙂

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 6 Agosto 2018
    Permalink

    Ciao, ti ringrazio tanto.
    Si abbiamo provato a contattarli ma ci hanno risposto che non é possibile se non tornando sulla terraferma. É possibile chiedere ad un altra struttura o c’è un sito dove trovare informazioni? E, in generale, tutti gli spostamenti con i traghetti sono da prenotare o si trova posto facendoli direttamente sul posto?
    Inoltre siamo indecisi se fare o no i vaccini, le recensioni sono contrastanti, ce ne sono di obbligatori o no?
    Un’altra cosa, da Kuala Lumpur c’è un volo diretto per Redang e quanto eventualmente costa? Così successivamente passeremmo da Redang a Perhentian Besar e da li direttamente all’aeroporto più vicino per tornare a Kuala Lumpur. Cosi sarebbe perfetto.
    Grazie ancora!

    Rispondi
    • 9 Agosto 2018
      Permalink

      Rieccomi Denise,
      non capisco come mai il Mama’s ti abbia risposto che non si può, quando ho soggiornato mi sono spostata con la loro barca senza problemi. 🙁
      In alternativa potresti fare prima le Perhentian e successivamente Redang e chiedere al Mama’s se in questo caso sono disponibili al trasferimento.
      Io in generale avevo prenotato i trasferimenti in traghetto già dall’Italia, direttamente con le strutture, ti consiglio di fare lo stesso perché purtroppo con i recenti avvenimenti alle Isole Gili, tanti turisti stanno cambiando meta e ho letto di strutture piene a Redang.
      Per quanto riguarda i vaccini, io ti consiglio di non dar retta alle recensioni, ma di recarti nell’ASL più vicino, all’ambulatorio di “medicina del viaggiatore”, sicuramente lì troverai informazioni attendibili. Inoltre ricorda di fare un’assicurazione viaggio per viaggiare tranquilla. 🙂
      Infine per i voli diretti da Kuala Lumpur a Redang trovi qui tutte le info.
      Se hai altre domande non esitare a scrivermi!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 4 Settembre 2018
    Permalink

    Ciao Marta, mi chiamo Debora, vorrei prima di tutto farti tantissimi complimenti per i tuoi splendidi diari di viaggio, sono davvero completi e utilissimi!
    Avrei bisogno di qualche consiglio e spero tanto in un tuo aiuto!!
    io ed il mio compagno, nella prima metà di ottobre ci recheremo in Indonesia per un viaggio la cui prima parte si svolgerà tra Giava (Yogyakarta, Bromo, Ijen) e Bali.

    Al momento abbiamo “scoperti” 5/6 giorni in chiusura vacanza, e stavamo valutando il desiderio di recarci in qualche zona di mare più “selvaggia”, prima di ripartire da Bali (eventualmente, non abbiamo ancora prenotato il biglietto aereo di ritorno)…ci avevano colpito molto le isole Togean o Raja Ampat. Sapresti consigliarci se vale la pena raggiungerne una con la quantità di giorni che indicavo? O eventualmente ci consigli qualche destinazione simile?

    Grazie in anticipo per il supporto!!

    Rispondi
    • 5 Settembre 2018
      Permalink

      Ciao Debora,
      Ti ringrazio, sei troppo gentile. 🙂
      Purtroppo non sono mai stata nelle Isole di cui parli e quindi non saprei dirti se ne valga la pena o meno, forse sono un pò lontane da Giava, ma se per raggiungerle ci sono voli diretti da un aeroporto comodo per te (magari Denpasar) allora penso sia fattibile in 5/6 giorni, come alternativa potrei consigliarti Karimunjawa (raggiungibile in aereo + traghetto) o Komodo (anch’essa a portata di aereo), ma sono incerta sul meteo perchè andresti verso la fine della stagione secca. Dubbio atroce! :O
      Fatta questa premessa, io fossi in te sceglierei per esclusione: se ti avevano colpito le isole di cui mi hai scritto sopra valuta se riesci a raggiungerle in mezza giornata (altrimenti ti resta poco tempo per rilassarti), se così non fosse allora risentiamoci per Karimunjawa o come ultima opzione Komodo.
      Spero di esserti stata utile in qualche modo.
      A presto 😉

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
      • 6 Settembre 2018
        Permalink

        Grazie mille Marta!! Credo che seguiremo il tuo consiglio provando a raggiungere karimunjawa dopo aver visitato yogyakarta.
        Il nostro programma sarebbe quindi di partire martedì 9 ottobre da yogy per raggiungere un porto (consigli piu semarang o jepara?). Credi sia fattibile raggiungere l’isola lo stesso giorno.?
        La fine della nostra vacanza in Indonesia è segnata per il lunedi 21 (con volo di rientro da Bali) con tappe intermedie di Bromo, Ijen e per l’appunto Bali. Secondo tuo parere quante notti si possono provare a fare a karimunjawa? Grazie ancora, davvero!

        Rispondi
        • 9 Settembre 2018
          Permalink

          Ciao Debora,
          sono molto felice che andrete a Karimunjawa! 🙂
          La scelta del porto è legata al giorno in cui arrivate sulla costa, dovresti consultare la tabella delle partenze dei traghetti che trovi qui, perché purtroppo non ci sono partenze tutti i giorni, probabilmente dovrai soggiornare una notte nella città del porto scelto, perché i traghetti partono la mattina presto.
          Relativamente al numero di notti, dipende da quanto tempo vuoi dedicare a Bali e quanto al relax al mare, io ti consiglierei di fare almeno 4 notti o al massimo una settimana a Karimunjawa. 😉
          Se hai altre domande non esitare a scrivermi.

          Impiegata Giramondo

          Rispondi
  • 19 Dicembre 2018
    Permalink

    Ciao Marta, ho letto il tuo blog su “el nido” e devo dire che questo posto mi attira molto.
    Volevo chiederti se conviene noleggiare uno scooter x tutta la vacanza, in modo da potersi spostare autonomamente ogni qualvolta lo si voglia, senza dover prendere i tre ruote, o è meglio affidarsi a loro?
    Grazie mille e buona serata

    Rispondi
    • 20 Dicembre 2018
      Permalink

      Ciao Massimiliano,
      El Nido e tutta l’isola di Palawan sono luoghi davvero affascinanti! 🙂
      Per spostarti ti consiglio di provare sia lo scooter per gli spostamenti più lunghi (ad esempio El Nido-Nacpan Beach), il noleggio costa pochissimo e puoi farlo senza prenotazione e senza decidere subito quanti giorni lo terrai, sia i loro trycicle per i tragitti più brevi (ad esempio Corong Corong-El Nido), sono davvero folcloristici e anch’essi molto economici.
      Un’ultimo accorgimento: non preoccuparti se per il noleggio ti trattengono un documento (se puoi lascia la carta d’identità anziché il passaporto), è la loro garanzia. 😉
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 21 Gennaio 2019
    Permalink

    ciao Marta! Ho letto diversi tuoi articoli, tra cui due su Zanzibar, e ne approfitto qui per scriverti e chiederti due o tre informazioni. Il periodo a nostra disposizione sarebbe dal 23 luglio, pensi che si rischi troppo in quel periodo? seconda domanda: dove alloggiare? Ci hanno proposto un resort a nord a Nungwi e uno a est precisamente ad Uroa. Quale mi consigli considerando il problema maree? Grazie infinite 🙂

    Rispondi
    • 23 Gennaio 2019
      Permalink

      Ciao Sofia,
      penso che luglio sia un ottimo periodo per andare a Zanzibar, però non mi mandare maledizioni se dovessi trovare qualche acquazzone, ormai il tempo è imprevedibile! 😛
      Per quanto riguarda dove alloggiare a Zanzibar, io ti consiglierei Nungwi sia perché ci sono stata di persona, sia perché è la zona meno soggetta al fenomeno delle maree, se ti va di leggere trovi qualche informazione in più qui.
      Se hai qualche altra domanda non esitare a scrivermi. 🙂

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 21 Gennaio 2019
    Permalink

    Ciao Marta, leggo sempre con interesse il tuo blog, sia quando ho in programma uno specifico viaggio, sia quando voglio fantasticare un po’ 🙂
    Dalla tua esperienza, sai dirmi qualcosa di Zanzibar nei mesi di aprile/maggio ? Ho letto in giro cose terribili sarà per quello che i voli costano relativamente poco in quel periodo ?
    Ti ringrazio e ti mando un saluto

    Rispondi
    • 24 Gennaio 2019
      Permalink

      Ciao Isabella,
      ti ringrazio, quello che hai scritto mi rende davvero felice! 🙂
      Io sono stata a Zanzibar per Capodanno quindi non ho un’esperienza diretta, però dai siti dove guardo solitamente per avere indicazioni sul meteo, il periodo Aprile / Maggio è proprio quello delle piogge (stimati circa 15/17 giorni di pioggia al mese). 🙁
      Detto questo, il tempo ormai è imprevedibile, le temperature sono comunque alte e spesso non sono intere giornate di pioggia, ma acquazzoni.
      Però non mi sento di consigliarti una vacanza a Zanzibar in quel periodo. Piuttosto valuterei un safari in Tanzania.
      Un abbraccio, a presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 9 Febbraio 2019
    Permalink

    Ciao Marta
    Io sono Carla e volevo ringraziarti per le tue informazioni a proposito del visto online per Zanzibar o Tanzania. Ho fatto il visto on line e in 48 il primo e un giorno in più per il secondo sono arrivati, il costo (con il cambio i primi di gennaio) è stato di circa 44 euro. Abbiamo passato velocemente il controllo grazie al visto già compilato e controllato. Quindi confermo che la cosa è fattibile.
    Grazie sei sempre molto chiara con le informazioni.
    Ciao Carla

    Rispondi
    • 12 Febbraio 2019
      Permalink

      Ciao Carla,
      ti ringrazio per il commento, è un piacere conoscere le vostre esperienze, soprattutto sul visto per Zanzibar, argomento molto inflazionato nell’ultimo periodo! 😉
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 12 Febbraio 2019
    Permalink

    Ciao Marta!
    Sto per organizzare il mio viaggio a Zanzibar con la mia famiglia: io, mio marito ed i nostri figli di 12 anni e 11 mesi.
    Partenza prevista: marzo 2019.
    Ci sono due aspetti che mi lasciano dubbiosa:
    1) discorso malattie: sulla farnesina ci sono scritte informazioni terrorizzanti e non vorrei esporre ad alcun rischio i miei bimbi. E non vorrei far loro alcuna profilassi antimalarica. Secondo te posso partire tranquilla o prendere per legge le info della Farnesina?
    2) Ho trovato un offerta con l Oman Air. Faremo scalo a Mascate…devo pagare il visto di transito o pagherò unicamente il visto per Zanzibar?

    Grazie mille

    Katiuscia

    Rispondi
    • 14 Febbraio 2019
      Permalink

      Ciao Katiuscia,
      Ottima scelta un viaggio a Zanzibar con la famiglia! 🙂
      1) per il discorso malattie, non essendo il mio campo, ti consiglio di recarti il prima possibile all’ASL più vicina presso l’Ambulatorio del viaggiatore internazionale. La persona più idonea a darti una risposta è un medico, che può valutare in base a chi ha di fronte come procedere (bambini o adulti).
      2) per quanto riguarda il tuo volo con scalo a Mascate, il visto per l’Oman è da fare solo se intendi uscire dall’aeroporto, altrimenti pagherai solo il visto per Zanzibar.
      Se hai altre domande non esitare a scrivermi. 😉

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 19 Febbraio 2019
    Permalink

    Ciao Marta,
    sto organizzando un viaggio in Giappone di 21 giorni e l’ultima settimana vorrei passarla proprio ad Ishigaki, ho letto nel tuo racconto che hai noleggiato un’auto, ti hanno chiesto la caparra da lasciare più la carta di credito? Oppure hai solamente pagato in contanti ?
    Ti ringrazio in anticipo

    P.S : noi partiremo per Ishigaki a metà Aprile, spero sia buona stagione e che non faccia molto freddo, saluti ancora

    Jacopo

    Rispondi
    • 20 Febbraio 2019
      Permalink

      Ciao Jacopo,
      per quanto riguarda il noleggio dell’auto mi sono rivolta direttamente al proprietario della struttura dove ho alloggiato, che mi ha consigliato un autonoleggio nella zona di Shiraho, in alernativa potresti cescare tramite il fedele Skyscanner, che è molto utile anche per i noleggi auto!
      Abbiamo utilizzato la carta di credito una volta arrivati sul posto per pagare il noleggio e la cauzione. In ogni caso ti consiglio di viaggiare con la carta di credito, può tornare utile. 🙂
      Relativamente al meteo, aprile potrebbe essere un buon momento per visitare Ishigaki perché nonostante le temperature non siano alte come ad agosto, le precipitazioni sono meno abbondanti. Poi come dico sempre, ormai il tempo è imprevedibile! 😉
      A presto.

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 20 Febbraio 2019
    Permalink

    Ti ringrazio per la risposta Marta, utile e gentilissima, saluti!!

    Rispondi
    • 21 Febbraio 2019
      Permalink

      Grazie a te per il commento.
      Sono contenta che visiterai Ishigaki, è davvero un posto splendido, ma allo stesso tempo ancora poco turistico! 😉
      Se ti va al tuo rientro mi farebbe piacere sapere come ti sei trovato in un periodo diverso da agosto, per dare qualche info in più ai viaggiatori come noi! 🙂
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 15 Luglio 2019
    Permalink

    Ciao articolo estremamente interessante. Volevo però chiederti una info: saremo a Bali dal 15 al 30 Settembre e avremo con noi una valigia da 30 kg e 2 trolley. Siamo un pochino preoccupati per il trasporto da Gili Travagan a Gili Meno dove soggiorneremo per 5 giorni. Secondo te ci saranno problemi per il trasporto sulla barca che ci lascerà a Gili Meno?
    Grazie 1000 in anticipo per il tuo supporto.

    Rispondi
    • 23 Luglio 2019
      Permalink

      Ciao Patrizia,
      sono io che ringrazio te per il gentile commento. 🙂

      Non ti preoccupare troppo per i trasferimenti alle Gili: ce la farai!
      Io in Indonesia ho viaggiato con due zaini (uno grande, l’altro piccolo – il bagaglio da cabina). Marcello invece ha portato come bagaglio da stiva un classico trolley, ma non abbiamo avuto difficoltà a spostarci alle Gili.
      Tieni solo presente che queste isolette non hanno porti e le imbarcazioni attraccano direttamente sulla spiaggia, quindi indossa un paio di pantaloncini perché al più ti bagnerai le gambe. 😉
      A presto e buon viaggio in Indonesia

      Impiegata Giramondo

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *