Viaggio Grecia fai da te: consigli per un tour di 10 o 15 giorni

Lo dico subito, organizzare un viaggio fai da te tra le isole greche non è né difficile e neppure troppo costoso come si possa credere, al più richiede un poco di programmazione e qualche prenotazione da fare in anticipo, ma per questo ci sono i consigli che stai per leggere.🙂

Ho organizzato il mio viaggio a partire ovviamente dal volo aereo per raggiungere la prima isola, per poi spostarmi coi traghetti e con due possibili idee in mente: Santorini o Mykonos. Queste sono tra le isole greche raggiunte da voli EasyJet da Malpensa e che quindi ho preso in considerazione come prima tappa del mio viaggio in Grecia fai da te.

Per risparmiare sui voli e sfruttare al meglio i giorni a disposizione, ho poi scelto un’andata e ritorno su Santorini, scartando Mykonos e impostando così il mio itinerario:

  • 2 notti a Santorini per i tramonti da Oia e la caldera
  • 3 notti a Ios, la mia preferita
  • 4 notti a Naxos per la porta del tempio di Apollo e l’immancabile escursione a Koufonissi
  • 3 notti a Paros per visitare Naoussa e una gita in giornata ad Antiparos
  • 5 notti a Milos, un’isola greca poco turistica, molto autentica e – credo ancora per poco – poco conosciuta
  • 1 notte ancora a Santorini, per evitare nello stesso giorno traghetto e aereo di ritorno in Italia (sempre meglio essere prudenti)

Ho scelto questo itinerario per tanti motivi, ma anche con 18 giorni a disposizione mi sento di consigliarti di rinunciare ad un’isola, magari a Paros o a Naxos, e dedicare qualche giorno in più Milos o Ios (le mie preferite) per goderle al meglio e con un poco più di calma.

Adattare l’itinerario per un viaggio tre isole greche di 10 o 15 giorni è facile e, per dubbi o domande, non esitare a scrivermi sotto nei commenti. 🙂

ATTENZIONE: anche le isole notoriamente etichettate come “chiassose e discotecare” possono essere visitate da famiglie con bambini. Semplicemente si sceglierà di frequentare o meno certi locali o certe zone in alcune ore della giornata. Pronti? Partiamo! 🙂

 

Itinerario tra isole greche consigli

Marta Impiegata Giramondo e Marcello durante un itinerario in Grecia
Io e Marcello a Paros, durante il nostro itinerario in Grecia

 

Quanto costa un viaggio fai da te in Grecia

Partiamo dai costi, l’aspetto che solitamente più incide nella scelta ultima di raggiungere o meno una destinazione.

Un itinerario tra le isole greche in Grecia è sicuramente un viaggio meno costoso che una vacanza itinerante in Italia (l’ho provato sulle mie tasche), soprattutto in altissima stagione, ovvero in Agosto. Durante il resto dell’anno in Grecia troverai per alloggi e mezzi di trasporto a noleggio prezzi ancora inferiori di quelli che sto per indicarti.

Nonostante anche qui negli ultimi anni i prezzi siano in aumento (e dove non lo sono?), in Grecia, in piena estate e anche prenotando all’ultimo, possiamo ancora risparmiare rispetto all’Italia (voglio ripetermi!), ma te lo sconsiglio, cioè ti consiglio l’esatto opposto, ovvero prenotare con largo anticipo.

Soprattutto gli alloggi, anche B&B, negli ultimi anni hanno visto aumentare i prezzi, quindi cerca di sfruttare le offerte sulle prenotazioni anticipate di Booking (i prezzi migliori per l’estate li trovi sino a Marzo, da Aprile in poi aumentano) e sfrutta la cancellazione gratuita delle prenotazioni Booking, così da iniziare a fermare gli alloggi che ti piacciono – o quelli che ti consiglierò. 🙂

 

Io, in Agosto, con prenotazioni nella seconda metà di Luglio (si, ahimè mi sono organizzata molto in ritardo!) e per strutture sempre gradevoli, non ho mai speso meno di 40 Euro a notte a persona (colazione esclusa, purtroppo), ma non ho mai neppure superato i 50 / 55 Euro a notte a persona e sempre per sistemazioni più che dignitose. Lo ripeto: prenotando in anticipo su Booking è possibile risparmiare e parecchio, trovando ottime sistemazioni a 25/30 Euro a notte a persona.

Isole non turistiche della Grecia

Dico un’ovvietà poi: scegliere isole poco turistiche permette di risparmiare in tutto. Il “poco turistico” in Grecia è relativo, ma rispetto ad una gettonatissima Santorini, ho trovato in Milos un’isola molto piacevole in Agosto e sicuramente più economica in tutto (a tal proposito ti consiglio di leggere dove alloggiare a Milos).

 

Quanto si paga al ristorante in Grecia

Veniamo a pranzi e cene. In Grecia è ancora possibile sedersi a tavola e pranzare in maniera soddisfacente spendendo 10 o 15 Euro a persona.

Non che sia ovunque così, ma un gustosissimo pita gyros è un piatto che si trova facilmente in un pò ovunque a 3 o 3,5 Euro (a volte anche meno). Una bottiglietta d’acqua da mezzo litro è poi venduta (anche dai baracchini in prossimità delle spiagge più belle, famose e affollate) a 0,50 centesimi e, da italiana, questo mi ha colpito.

Un piatto abbondante di insalata greca (verdura con feta, un formaggio tradizionale) mediamente a 6 / 7 Euro (a volte anche meno); una birra in bottiglia locale a mediamente a 3 o 4 Euro al tavolo.

Tipica taverna greca
Una delle tante taverne greche che io e Marcello abbiamo avuto il piacere di provare

Insomma, è un pò tutto mediamente meno costoso che in Italia e di taverne greche ne troverai un ovunque.

Solo il gelato è mediamente più costoso che nel nostro Paese, non l’ho mai trovato a meno di 2,5 Euro a pallina.

Ovvio, anche in Grecia i prezzi qui sono in costante aumento, ma ho trovato una Grecia meno costosa in Agosto rispetto alla nostra Sicilia.

ATTENZIONE: bar e ristoranti ben più costosi di quanto ti ho appena indicato ne troveri – non pensare che ovunque si spenda poco e che tu non possa trovare locali e cibo raffinato – ma quello che voglio dirti è che trovare alternative economiche in Grecia è facile e risparmiare sul cibo è possibile. E poi mini-market si trovano un pò ovunque.

 

Traghetti tra le isole greche

Anche i traghetti per spostarsi tra le isole della Grecia sono mezzi piuttosto economici. I prezzi variano a seconda del periodo, del tipo di imbarcazione (ci sono barche veloci e barche lente), della lunghezza dello spostamento e del tipo di sistemazione scelta in nave.

Io, in pieno Agosto, ho acquistato sia biglietti da meno di 10 € a persona su barche lente, sia biglietti da 60 Euro per tratte di un paio d’ore su barche veloci (da Naxos a Milos e, ancora, da Milos a Santorini – 2 ore di navigazione per ciascun viaggio).  Ho sempre scelto la sistemazione più economica (sempre posto a sedere prenotato) e devo dire che non posso che consigliare di fare altrettanto.

Imbarco sul traghetto a Naxos (Grecia)
Imbarco sul traghetto a Naxos (Grecia): pieno Agosto e traghetto in ritardo di 30 minuti

I traghetti che fanno da spola tra le isole della Grecia sono imbarcazioni confortevoli, ma tra le onde del Mar Egeo le barche più piccole (non i grandi aliscafi) “ballano parecchio” soprattutto nei giorni di meltemi, un vento che imparerai a conoscere se visiterai la Grecia in Luglio o Agosto. Il meltemi rinfresca le roventi giornate estive, ma se troppo insistente rende il mare molto agitato: meglio tenersi in borsa un Travelgum e se possibile spostarsi ai piani bassi e “sul fondo” dell’imbarcazione.

Non sono mai troppo puntuali, anzi, nei miei spostamenti in Agosto (complice forse l’affollamento) i traghetti che ho utilizzato sono partiti tutti più o meno con 15/30 minuti di ritardo. Il “bello” è che con il tuo biglietto puoi recarti all’imbarco pochi minuti prima della partenza: non occorre essere sul posto con largo anticipo.

Marta Impiegata Giramondo seduta su un traghetto in Grecia
In traghetto durante uno spostamento tra isole della Grecia

Dove prenotare i biglietti dei traghetti in Grecia

Come risparmiare sull’acquisto dei biglietti dei traghetti? Per avere una visione d’insieme tra i collegamenti tra due isole in giorni ed orari ti consiglio due siti da consultare: tickets.ferries.gr e aktoploika.gr ma non prenotare tramite questi portali perché applicano commissioni sul costo finale.

Una volta individuato il traghetto e il nome della compagnia prenota il biglietto sul sito della compagnia stessa, ad esempio Golden Star Ferries o SeaJets.

Prenotando sul sito delle compagnie io ho poi ricevuto i biglietti tramite email. Qualche giorno prima, molto comodamente, ho effettuato il check in online (esattamente come per l’aereo) e mi sono poi presentata all’imbarco con il mio smartphone (non occorre stampare nulla).

Segnalo poi che in ogni porto di ogni isola greca troverai facilmente una biglietteria e un ufficio della compagnia per informazioni, aiuto e anche per acquistare il biglietti al momento. Ma in alta stagione ti consiglio di farlo prima e da casa.

 

Come muoversi sulle varie isole

Veniamo agli spostamenti sulle isole. Il modo migliore per muoversi su di un’isola della Greca è con uno scooter. Salvo in poche grandi isole come Creta dove è consigliabile l’auto. Scooter e moto sono la soluzione migliore, più economica e più pratica.

In pieno Agosto il costo per uno scooter 50 di cilindrata varia tra i 25 ai 40 Euro al giorno a seconda dell’isola. Noleggiando lo scooter sul posto chiedi la tariffa ad almeno un paio di noleggiatori (sono ovunque e tantissimi sulle isole): potresti risparmiare perché alcuni “ci provano”, soprattutto nelle 2/3 settimane centrali d’Agosto.

Potresti ottenere uno sconto con noleggi di 3 o più giorni, ma è a discrezione del noleggiatore.

Come in Italia, per guidare 125 cc o moto e quad di cilindrata superiore in Grecia ti verrà richiesta la patente delle moto. In Grecia non occorre la patente internazionale.

Gli scooter o le moto 125 costano dai 30 ai 45 Euro al giorno (sempre in Agosto – lo sottolineo, perché i prezzi variano a seconda del periodo, del quanto in anticipo si prenota e dell’isola).

Marta Impiegata Giramondo e Marcello in scooter al tramonto a Ios, Grecia
Io e Marcello in scooter al tramonto a Ios (Grecia)

I quad (ATV) di piccola cilindrata possono costare anche il doppio degli scooter perché sono più i turisti che si sentono al sicuro sulle quattro ruote e quindi, data la forte domanda, i costi lievitano. Anche qui, purtroppo, dipende dall’isola e dal periodo: a Ios, in pieno Agosto, ho pagato uno scooter 25 Euro. Il noleggiatore chiedeva però la bellezza di 80 Euro per un quad di piccola cilindrata. A titolo di confronto, 2 giorni prima, ho noleggiato uno scooter 50 di cilindrata a Santorini 40 Euro al giorno.

Una nota sui quad di piccola cilindrata: in molti li preferiscono agli scooter perché “più sicuri”, ma nel 90% dei casi sono mezzi vecchi e lentissimi: uno scooter è il mezzo migliore. Meglio ancora se 125 perché alcune isole, nell’entroterra, sono montuose e un un motore un poco più potente sarà d’aiuto.

Per le auto un discorso a parte: il problema è sempre l’alta stagione, dove trovare parcheggio può essere difficile. Uno scooter lo si parcheggia ovunque e sempre in prossimità della destinazione. Con le auto, negli orari di punta, troverai coda all’ingresso dei principali centri urbani o, in prossimità delle spiagge difficoltà nel parcheggiare.

Dove noleggiare un’auto? Io lo faccio sempre su SkyScanner (si, il sito dove si controllano i voli!) e ti consiglio di farlo sempre da casa. Perché SkyScanner per noleggiare un’auto in Grecia? Perché è qui che trovo sempre i prezzi migliori e ritirare l’auto in aeroporto è una bella comodità!

Come e quando prenotare uno scooter o un’auto in Grecia

Se intendi organizzare il tuo viaggio fai da te in Grecia nelle settimane centrali di Agosto, una volta sul  posto, corri il rischio di non trovare più scooter o auto a noleggio. Per il noleggio auto puoi rivolgerti (come ho già segnalato a SkyScanner) mentre per il noleggio scooter potresti anche chiedere aiuto alla struttura presso la quale pernotterai. Se “in centro” sicuramente saprà consigliarti un noleggiatore amico o bloccare lo scooter a tuo nome. Molto però dipende dall’isola e dal periodo. Su isole molto gettonate è più difficile poter contare su queste “cortesie”.

In Maggio, Giugno o Settembre non dovresti avere difficoltà a trovare un mezzo una volta sul posto.

Costo dei taxi in Grecia

Alternativa al noleggio di scooter e auto sono i taxi, ne troverai ovunque, su qualsiasi isola. Chiedi sempre il costo prima di salire in auto e preparati a pagare almeno 20 Euro per un taxi per due persone per uno spostamento dai 10/15 minuti. Insomma, per spostamenti occasionali OK il taxi, ma non è certo la soluzione che consiglio.

Bus per le isole greche

In Grecia, sulle isole, troverai anche moltissimi servizi bus che, soprattutto in piena estate, offrono “aiuto” al turista. Per pochi Euro potrai acquistare il biglietto direttamente sull’autobus che però ho sempre visto molto affollati in Agosto. Ahimè poi gli spostamenti in bus richiedono tempo, tra attese e ritardi… quindi ho sempre preferito uno scooter.

Segnalo comunque che gli orari e le tratte sono sempre ben segnalate e i bus di Milos hanno anche un ottimo sito dedicato (non escludo che si possa trovare anche qualcosa di simile in altre isole).

Escursioni in Grecia

Dato che di spostamenti stiamo parlando dedico anche una piccola parentesi alle escursioni. Il loro costo è di molto variabile.

Da Naxos ho partecipato ad una gita in giornata a Koufonissi (anche se avrei preferito sostare su questa meravigliosa isola qualche giorno): costo del tragitto (andata e ritorno) € 35 a persona, senza pranzo o altro (va detto che il trasferimento richieder più di un’ora e 30 minuti di imbarcazione). Lo stesso viaggio, ma con cibo e bevande incluse, in catamarano è venduto al porto di Naxos a cifre che vanno dai 110 ai 140 Euro a persona. Consiglio sempre di dare un’occhiata alle offerte Civitatis, soprattutto se all’ultimo minuto.

Da Paros ad Antiparos il trasferimento in traghetto dura invece pochi minuti, al costo di 2 o 3 Euro a persona: un’escursione in Grecia fai da te molto economica.

A Milos, sempre per darti un’idea, una giornata (o mezza giornata) in barca costa dai 40 ai 140 Euro a persona a seconda della durate, del tipo di imbarcazione e delle tappe: quasi obbligatoria è la visita della alla spiaggia di Kleftiko accessibili solo in barca. Dato però che le imbarcazioni sono sempre le stesse sia che prenotate online, al porto o in hotel, consiglio ancora di dare un’occhiata su Civitatis.

 

Quanti giorni

Se è tua intenzione definire un itinerario tra isole della Grecia, ti consiglio un viaggio di 10 o più giorni per poterti godere al meglio le isole raggiunte. Gli spostamenti tramite i traghetti non sono complicati, ma richiedono alcune ore tra la preparazione del bagaglio, il raggiungere il porto, l’attesa, l’imbarco, il viaggio vero e proprio e poi l’arrivo al prossimo alloggio. Considera circa mezza giornata per ogni spostamento.

Ti consiglio quindi non meno di 3 notti ad isola e, a seconda dei propri gusti, almeno 4 o 5. Ecco, qui è il vero problema: come capire prima di partire se un’isola può piacere o meno quindi fermarsi più o meno giorni? È impossibile, perché per quanto se ne possa leggere, ognuno di noi ha i propri gusti, le proprie aspettative e le proprie sensazioni una volta in viaggio. Quel che posso fare è rimandarti ai singoli approfondimenti, isola per isola tra quelle che ho visitato, quindi.

Tour isole greche facili da raggiungere

Se stai pensando: “chissà quale isola Marta ha preferito?” Te lo dico subito 🙂 la risposta è Milos, seguita subito dopo da Ios. Per approfondire puoi leggere meglio Ios, Naxos o Paros? Scelgo Milos!

Tipica alloggio greco a Santorini
Il mio alloggio a Santorini, Casa Bu

Ovvio, nessuno ti impedirà di trascorrere 10 giorni a Santorini, ma io te lo sconsiglio. La Grecia è altro, molto altro, ma di questo se ti va parliamone nei commenti. 🙂

Ogni isola ha poi le sue peculiarità e nonostante tutte condividano lo stesso clima, gli stessi colori, gli stessi sapori, ognuna ti regalerà sempre qualcosa di unico e una ragione per ricordarla.

 

Che altro aggiungere ? Spero che questi consigli per un viaggio fai da te in Grecia possano esserti d’aiuto. In caso di dubbi o domande non esitare a scrivermi qui sotto nei commenti, alla mia pagina Facebook o su Instagram: è semore un piacere parlare di viaggi! 🙂


Se hai trovato informazione utili, potresti condividere questa pagina?
Ti ringrazio in anticipo! 🙂

FacebookWhatsAppTwitterPinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

6 commenti a “Viaggio Grecia fai da te: consigli per un tour di 10 o 15 giorni

  • 13 Luglio 2022

    Ciao Marta,
    sono un ragazzo di 21 anni e passerò a Naxos e Paros i giorni tra il 24 Luglio e il 3 Agosto. In questi giorni sto cercando informazioni per noleggiare una moto in entrambe le isole (max per 3 giorni in ciascuna isola), ma mi sono accorto che è una vera giungla e, soprattutto online, le informazioni sono poco chiare. Per questi motivi sto pensando di noleggiare in loco, è una brutta idea? Rischio di non trovare nulla? Potrei avere problemi per il noleggio senza carta di credito?
    Grazie mille in anticipo!

    Rispondi
    • Marta
      13 Luglio 2022

      Ciao Giovanni,
      noleggiare in Grecia lo scooter sul posto è la cosa migliore (ed è il modo migliore di risparmiare). Il rischio (molto concreto in Agosto e soprattutto quest’anno) è di rimanere a piedi, per le tantissime richieste. Quel che ti consiglio è di navigare da computer con Google Maps la zona di Naxos e di Paros in prossimità del tuo alloggio cercando “noleggio scooter”: troverai i numeri di telefono delle attività che fanno noleggio e proverei a contattarle per “prenotare” un motorino. Potresti chiedere anche alla struttura presso la quale alloggerai. Io qui sul mio blog ho indicato quanto ho speso in Agosto, orientati su questo. Non ti preoccupare poi della carta di credito: preferiscono tutti i contanti.

      A presto,
      Marta Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 6 Luglio 2022

    Ciao Marta, sono una collega di papà 🙂 Ad agosto sono in ferie e ancora non so dove andare! Saremo io ed il mio bimbo di 6 anni, pensavo ad una crociera, ma non sono convinta. Allora ho penso alla Grecia, ma non so quale isola sia più adatta avendo un bambino… Puoi consigliarmi? ❤️

    Rispondi
    • Marta
      6 Luglio 2022

      Ciao Jessica, che piacere 🙂 Recentemente io sono stata a Santorini, Naxos, Paros, Ios, Milos e Corfù. Credo che Naxos o Corfù possano essere la scelta migliore perché meno costose rispetto alle altre e più adatte a famiglie (sia per le spiagge attrezzate che per “tipo di isola”, per via di servizi e strutture). Proprio su Naxos ti direi di leggere l’approfondimento dove dormire a Naxos, nel quale troverai informazioni utili a “capire” l’isola. Il problema è che su Agosto, oggi, troverai prezzi elevati e poche offerte, ma su Booking sicuramente qualcosa ancora si trova. Non attendere oltre però, il mio consiglio è prenotare il prima possibile.

      Se domande non esitare a scrivermi ancora.

      A presto,
      Marta

      Rispondi
  • 2 Luglio 2022

    Ciao Marta, sono appena rientrata da una vacanza in Grecia organizzata in fai da te, ancora una volta, grazie ai tuoi preziosissimi consigli (il primo viaggio organizzato grazie al tuo blog è stato a Zanzibar nel 2019). Mi hai incuriosito con Koufonissi e ho deciso di passare quasi tutta la vacanza lì, con tappa a Santorini. Confermo le tue impressioni: è un’isola favolosa, mare stupendo e selvaggia come piace a me (da buona sarda); temo però lo sarà ancora per poco tempo.
    Ci tenevo a ringraziarti ancora una volta per il tuo prezioso lavoro. Aspetto con ansia nuovi racconti di viaggio per poter organizzare i miei prossimi ispirandomi ai tuoi 🙂
    Un caro saluto.

    Rispondi
    • Marta
      2 Luglio 2022

      Ciao Francesca
      Mi fa veramente super super piacere leggere quel che mi scrivi. Felicissima che ti sia piaciuta la Grecia e Koufonissi! E…beh, permettimi allora di segnalarti due mete: il mio intinerario in Brasile (un Brasile “insolito”) e Guadalupa, nel Mar dei Caraibi. 😉

      Grazie ancora e a presto,
      Marta Impiegata Giramondo

      Rispondi