Isole Karimunjawa: tutto quel che c’è da sapere

L’arcipelago Karimunjawa fa parte di quell’Indonesia che conserva, chissà ancora per quanto, il fascino del luogo inesplorato, lontano dal turismo di massa, dove gli abitanti del luogo si stupiscono di incontrare un occidentale e i trasporti non sono sempre garantiti.

Perché Karimunjawa? È stata la mia fidata Lonely Planet a suggerirmela mentre, nell’organizzazione della mia vacanza fai da te in Indonesia, ero in cerca di una meta insolita e sconosciuta ai più.

Ecco come ne parla la Lonely:
Emersa da un mare spesso tempestoso 90 km a Nord di Java, l’isola di Karimunjawa possiede una natura spettacolare, caratterizzata dalla presenza di spiagge deserte e di isolotti al largo della costa, che fino a poco tempo fa erano considerati l’archetipo del paradiso tropicale incontaminato.

WOW! Voglio andarci! 🙂

Informazioni sulle isole Karimunjawa:

Spiaggia Annora Karimunjawa
Il mio ufficio ad Annora 🙂

 

Vedi alloggi a Karimunjawa su Booking.com

 

Come arrivare alle Karimunjawa

Ancora nel 2018 raggiungere le isole è piuttosto impegnativo e, devo ammetterlo, unica nota dolente di questo incredibile viaggio. Non vi sono aerei per Karimunjawa (o almeno non ve ne sono prenotabili dall’Italia, ne parleremo più avanti) e l’unica soluzione praticabile è via mare, da Jepara, da Semarang o dal porto di Kendal, cittadina poco distante da Semarang.

Dal porto di Jepara partono navi veloci che in circa 2 ore di navigazione ti condurranno sull’isola principale dell’arcipelago, Pulau Karimunjawa. I traghetti lenti invece impiegano circa 5 ore da Jepara. Raggiungere Jepara è possibile solo via terra, come abbiamo fatto noi da Yogyakarta e richiede diverse ore di viaggio (circa 6) con bus locali o con auto privata con conducente.

Da Kendal il traghetto veloce impiega 2 ore e mezza. E’ quindi possibile raggiungere Semarang con un volo interno dai principali aeroporti indonesiani, anziché via terra, e da qui spostarsi a Kendal per prendere il traghetto che ha orari definiti (non ho trovato purtroppo informazioni in merito agli orari del traghetto da Semarang).

Karimunjawa Jepara 2018

Gli orari dei traghetti da e per le Karimunjawa da Jepara all’Agosto 2017 sono quelli che trovi nella foto qui sotto. Ho recentemente contattato un’amica da quelle parti (Joyce, te ne parlerò più avanti) e mi ha confermato che sono validi anche per la stagione 2018. Attenzione: i traghetti da Kendal sono attivi solo durante l’alta stagione (Maggio – Settembre), ma per sicurezza informati presso la struttura dove soggiornerai. I traghetti da Jepara sono invece attivi per buona parte dell’anno.

Orari 2017 traghetti Karimunjava
Orari traghetti Karimunjava

La compagnia che si occupa del trasporto è la Bahari Express (non ho trovato alcun sito ufficiale) e offre tratte in classe Executive (150.000 rupie circa 10 €) e VIP (175.000 rupie). Il ponte VIP è quello rialzato e offre qualche confort in più: data l’irrisoria differenza di prezzo, lo consiglio anche perché, si dice, che sotto coperta si soffra di più il mal di mare. Comunque entrambe le soluzioni offrono aria condizionata e sedili spaziosi (i biglietti sono nominativi e numerati).

Potrai acquistare i biglietti del traghetto per le Karimunjawa direttamente in loco, anche il giorno stesso.
Io, in pieno Agosto, non ho avuto problemi ad acquistare i biglietti il giorno prima della partenza, ma mi è stato riferito che i traghetti veloci spesso sono al completo.
L’alternativa è contattare qualcuno del posto che acquisti i biglietti per te con un piccolo sovrapprezzo (suggerimenti in merito più avanti).

L’ufficio Bahari Express di Karimunjawa è aperto in mattinata (e qualche ora al pomeriggio). Idem quello al porto di Jepara.
In realtà, in entrambi i porti, gli uffici sono due: uno nell’area di attracco, un secondo ufficio a Karimunjawa si trova esattamente fuori dall’ingresso del porto, mentre a Jepara è a metà strada tra il porto e la stazione dei bus.

Va detto che in caso di mare mosso la navigazione verrà interrotta e il viaggio rimandato di 24 ore: questo viene riportato in tutti blog e articoli che parlano delle Karimunjawa, ma nei miei 5 giorni di permanenza la navigazione è stata sempre regolare: questione di fortuna. Al più sarai costretto a fermati qui qualche notte in più, “disguido” che per certi versi ti auguro. 🙂

Tratte traghetti Karimunjawa
 

Come arrivare alle isole Karimunjawa da Bali

Da Bali la via migliore è prendere un volo da Denpasar a Semarang. Successivamente spostarsi da Semarang per Pulau Karimunjawa passando dai porti di Jepara o di Kendal.
 

Arrivare a Karimunjawa da Yogyakarta

Da Yojakarta, dopo aver visitato il tempio buddista di Borobudur, noi abbiamo raggiunto Jepara con due bus locali: il trasferimento (BorobudurJepara) è durato oltre 6 ore, causa le lunghe distanze, ma soprattutto il traffico indonesiano (non pensare di risparmiare molto tempo con un trasporto privato!). Tornassi da queste parti probabilmente opterei per la via da Semarang.

 

Dove dormire a Karimunjawa

L’arcipelago Karimunjawa, parco nazionale marino, è composto da 27 di isole coralline, ma le uniche dotate di strutture sono la piccola Pulau Menyawakan (dove vi è la lussuosa struttura del Kura Kura Resort) e l’isola principale dell’arcipelago: Pulau Karimunjawa: noi abbiamo soggiornato ovviamente qui. 🙂

Dopo aver contattato diverse strutture, ho preferito il The Hapinezz e il motivo è subito detto: oltre ad averci convinto le foto della struttura su Booking, lo staff mi ha riempito di preziosissime informazioni su come raggiungere le isole e si è dimostrato molto disponibile.

Le già ottime impressioni da casa sono state confermate una volta giunti sul posto: arrivati al porto un pulmino ci ha condotto al The Hapinezz, nonostante non l’avessimo richiesto.
La struttura è gestita da un’europea, Joyce, e da suo marito Sudar, un ragazzo del posto.

È a loro che potrete chiedere eventualmente di acquistare i biglietti del traghetto per Karimunjawa dopo aver prenotato.
200.000 rupie contro l’acquisto a 150.000 (una piccola commissione di circa 3€).

Il The Hapinezz offre anche un servizio lavanderia: noi abbiamo pagato 45.000 rupie per 3 Kg di panni restituiti asciutti e profumati.
Buona e molto economica la cucina del ristorante della struttura: ancora ricordo quel meraviglioso Nasi Goreng (riso alla piastra con verdure e carne o pesce).

Ottima anche la posizione: non che la città/villaggio di Karimunjawa sia enorme (la girerai tranquillamente a piedi in mezza giornata), ma il The Hapinezz, a differenza delle strutture lontane dal centro, ti permetterà di non noleggiare necessariamente un motorino per raggiungere i locali la sera.

Offerte Karimunjawa su Booking.com

 
In ultimo, lo staff organizza tutta una serie di attività e spostamenti per le principali “attrazioni” di Jawa (Bromo, Jien, Yojakarta): qui la “parete delle attività”:

Le destinazioni raggiungibili dalle Karimunjawa
Cosa fare dopo le Karimunjawa?

Altre strutture che ti consiglio di valutare sono il Panorama (stessa gestione del The Happinezz), il Mangrove Inn e l’Escape.

In particolare segnalo il Mangrove Inn per una lunga passerella in legno che porta al mare, con tanto di lettini prendisole: il relax è assicurato!

Posso consigliarli tutti questi alloggi a Karimunjawa perché ho conosciuto personalmente diversi italiani che avendoci dormito, a loro volta, mi hanno consigliato di soggiornare presso la loro struttura.
 

Vedi hotel Karimunjawa su Booking.com

 

Come spostarsi alle Karimunjawa?

Ho parlato di motorino: è il mezzo di trasporto che ti consiglio di noleggiare per muoverti sull’isola principale e visitare le più belle spiagge di Karimunjawa.
Ho letto altrove che la bicicletta è una buona alternativa: scordatela a meno che tu non sia un ciclista professionista o non voglia limitare le escursioni al solo villaggio di Karimunjawa (che, ripeto, potrai girare anche a piedi).

L’isola ha un profilo montuoso ed è collegata da Nord a Sud da un’unica strada asfaltata che ne percorrere il perimetro: è semplicissimo raggiungere una meta, ma è un saliscendi che personalmente non sarei riuscita a percorrere in bici: le spiagge più belle distano tra i 5 e i 15 Km dal centro di Karimunjawa.

L’isola non è particolarmente trafficata: non avrai di che preoccuparti se non dei polli che attraversano la strada. 🙂

Qui la cartina dell’isola con i punti di interesse che ci ha gentilmente fornito lo staff del The Happinezz: grazie Joyce! 🙂

Cartina Karimunjawa
Scarica la cartina di Karimunjawa con i punti di interesse

Ti stai chiedendo quanto costa affittare un motorino in Indonesia? Pochissimo! Puoi girare per l’isola affittando un motorino a circa 5 € al giorno. 2 € circa la mezza giornata.
Per un pieno di benzina dovrebbero bastare 2 €. Oltre ai pochi distributori “ufficiale” molte case espongono bottiglie di benzina da vendere ai bisognosi… 🙂

Scordati però l’assicurazione: chiavi in mano e via. Per questo non posso che consigliarti un’assicurazione viaggi, io ho scelto Columbus.

E’ stato lo staff del The Happinezz a procurarmi il motorino: ho chiesto e pochi minuti dopo il motorino era a mia disposizione!

 

Aeroporto Karimunjawa

Per quanto sperduta sia l’isola di Karimunjawa, dispone di un piccolo aeroporto dal quale partono e atterrano gli aeri ad elica della compagnia locale Airfast Indonesia. Posso dirlo con certezza perché mi sono recata personalmente all’aeroporto, nell’Agosto 2017.

Ho letto altrove di una fantomatica Susi Air che effettuerebbe voli per le Karimunjawa, ma una volta sul posto nessuno ne era a conoscenza o ha saputo darmi informazioni utili a riguardo.

Torniamo ad Airfast.
Il problema principale è che questi voli sono pochi e dall’isola partono solo due aerei a settimana da e per Surabaya.

Trovi gli orari dei voli Airfast cliccando sull’immagine per ingrandirla (Agosto 2017).

Senin è lunedì in indonesiano. Selasa è martedì, rasu è mercoledì e kamis è giovedì.

Orari voli Karimunjawa
Scarica gli orari dei voli per le Karimunjawa

Inoltre, come confermato da un depliant trovato in un ufficio turistico all’aeroporto di Yogyakarta, la Airfast accetta solo prenotazioni di persona o telefonicamente. Hanno un sito web (www.airfastindonesia.com) e qui puoi trovare gli orari dei voli aggiornati al 2018, ma non è possibile prenotare online e neppure scrivendo a charter@airfastindonesia.com (indirizzo al quale risponde il servizio clienti).

Per acquistare i biglietti devi recarti fisicamente allo sportello in aeroporto e saldare in contati. I voli sono acquistabili 2 mesi prima della giorno della partenza, non prima. Non puoi fare altro quindi che contattare le strutture presso cui alloggerai e chiedere la cortesia di recarsi in aeroporto per te. In alternativa puoi tentare la fortuna: passare in aeroporto e sperare che vi siano posti disponibili.

Per il volo Surabaya – Karimunjawa è possibile acquistare i biglietti presso l’aeroporto di Juanda, Terminal 1, a Surabaya.
Per il volo Karimunjawa – Surabaya dovrai recarti presso l’aeroporto di Dewadaru a Karimunjawa. Dalle mie ricerche (e risposte ricevute via mail) non è possibile acquistare voli di andata e ritorno dallo stesso aeroporto: sono in vendita dai singoli aeroporti biglietti di sola andata.

Il rischio è quindi quello di non trovare posti disponibili, ma una volta in loco potresti provare ad organizzare il rientro sulla terra ferma in aereo.

L’ufficio Airfast all’aeroporto di Karimunjawa chiude alle 14 nei giorni infrasettimanali, ma nel caso recarti lì non più tardi di mezzogiorno.

Voglio darti un consiglio: dato che lo spostamento via terra e poi via mare è piuttosto impegnativo, cerca di organizzare la tua permanenza alle Karimunjawa per sfruttare questi spostamenti in aereo. Magari non ci riuscirai, ma nell’eventualità risparmierai un bel pò di tempo.

Il costo per il volo è irrisorio: come da immagine, circa 300.000 rupie a persona (20 €).

Avessi avuto queste informazioni al tempo del mio viaggio in Indonesia avrei cercato di sfruttare il volo sia per raggiungere che per lasciare l’isola.

Se dovessi raccogliere nuove informazioni, mi raccomando scrivimi: nei commenti, via mail o tramite Facebook. 🙂

In merito ai voli Karimunjawa 2018, anche Joyce mi ha confermato che il lunedì e il mercoledì sono attivi un volo da Karimunjawa a Surabaya con partenza alle 8:00 del mattino e il martedì e il giovedì da Surabaya a Karimunjawa con partenza alle 12:25.

PS: sui voli Airfast dovrebbe essere consentito solo un bagaglio da 10 kg da stiva e nessun bagaglio a mano, al più una piccola borsa a mano da tenere sulle ginocchia (gli aerei non hanno cappelliere). Il peso del bagaglio in eccesso andrà pagato: 22.000 rupie al kg, che sembrano tante, ma in realtà sono solo 1,50 € al kg. 🙂 Per sicurezza chiedi conferma scrivendo a charter@airfastindonesia.com

 

Dove mangiare a Karimunjawa

Premessa doverosa: adoro il cibo indonesiano. 🙂

Nasi goreng, bakso, mie goreng: buonissimo e saporito.
Il tutto ad un prezzo irrisorio. Tra le 20.000 e le 30.000 rupie (circa 2 €) per un piatto di spaghettini ai frutti di mare.
La cosa più costosa sui menú dei ristoranti alle Karimunjawa è la birra: anche 50.000 rupie (poco più di 3 €) per una Bintang da 66 cl: ecco quanto costa una birra in Indonesia.

Veniamo ai migliori ristoranti di Karimunjawa.

L’Amore Cafè è il mio preferito: un piccolo ristorantino affacciato sul porto (raggiungibile a piedi dal villaggio). Atmosfera piacevole e rilassata, ottima la cucina: specialità tipiche indonesiane, ma anche carne e pesce.

Non perdere poi l’occasione di cenare al mercato notturno del pesce Alun-Alun: un campo da calcio, nel centro del villaggio, a due passi dal porto. La sera si anima di bancarelle: potrai acquistare il pescato del giorno che ti verrà cucinato al momento sulla griglia.
Il campo da calcio, coperto con dei teloni, sarà la sala del ristorante. 😉

Ti sconsiglio di ordinare calamari e gamberetti: non sono del posto.
Il pesce invece è ottimo, basta non essere troppo schizzinosi: la pulizia non è certo quella a dei nostri ristoranti. Piuttosto dalla spiaggia, vai direttamente a cena.

Se la cucina dell’Alun-Alun fosse troppo spartana per i tuoi gusti, ti consiglio comunque di provare i frullati delle gentili e sorridenti donne del posto: un’estasi di sapori tropicali.

Offerte hotel a Karimunjawa

 

Le migliori spiagge di Karimunjawa

Sunset Beach e Annora sono le spiagge migliori dell’isola; la prima a 10 minuti di scooter dal centro del villaggio, la seconda a circa 20 minuti.

Oltre ad un mare meraviglioso e al fascino di una spiaggia tropicale con la giungla alle spalle, troverai banchetti di gente del posto per pranzare, i cosiddetti warung.

A differenza di quanto letto altrove non ho trovato molta spazzatura in spiaggia.
Sunset Beach e Annora vengono prontamente ripulire dai residenti, ormai ben consapevoli di dover preservare questi tesori per i turisti e non solo. Ad Annora dovrai pagare una piccola “tassa d’ingresso”, 2.000 rupie a persona (meno di 20 centesimi).

In spiaggia a Karimunjawa
Karimunjawa: il mio parco giochi preferito! 🙂

Ho poi visitato altre spiagge più e meno sperdute. In alcune, per quanto vi fosse dell’immondizia a riva, principalmente bottiglie e sachetti di plastica, non ho trovato tutta quella sporcizia di cui ho letto altrove. Magari la mia è stata fortuna.

Troverai spiagge ancora più belle e incontaminate nelle isole vicine: per questo ti consiglio un tour in barca per visitare le isole dell’arcipelago. Tra tutte Menjangan Besar e Menjangan Kecil.

Noi abbiamo trascorso una intera giornata di snorkeling su una barca con una dozzina di persone al costo di 200.000 rupie, circa 12 € (organizzataci dal The Happinezz).
Una cifra irrisoria per un’intera giornata in mare, con 3 snorkelate, la visita a due meravigliose spiagge, pranzo su una di queste, acqua e frutta a bordo e attrezzatura per lo snorkeling.

Escursioni con barche private hanno costi intorno alle 300.000 rupie a persona.

Per gli amanti del diving alle Karimunjawa non manca la possibilità di organizzare immersioni nel meraviglioso contesto del parco marino di queste isole coralline.
 

Cellulari e Internet alle Karimunjawa

Nessun problema a comunicare con il mondo esterno alle Karimunjawa. 🙂

Wi-Fi free disponibile presso molte strutture e con circa 5 € potrai acquistare una SIM locale con un’ottima copertura 4G (alta velocità). Non acquistate schede con solo traffico voce: costano di più.

Io proprio sull’isola ho acquistato una SIM Telkomsel che ho poi utilizzato per tutta la vacanza con 7 GB di traffico dati a 80.000 rupie / 5 € (prezzo per i turisti, sulla scheda era indicato 50.000).

Sull’isola è presente anche uno sportello Bancomat ATM, ma può capitare che rimanga senza contanti.
 

Meteo Karimunjawa

Il clima alle Karimunjawa in Agosto è piacevolissimo: giornate soleggiate e calde, ma non un caldo afoso e opprimente, bensì ventilato e piacevole tanto da poter riposare serenamente la notte.

Il periodo migliore per andare alle Karimunjawa durante l’anno corrisponde con nostro periodo primaverile ed estivo. Da Maggio a Settembre.
Da Novembre a Marzo chi vivi di turismo lascia le isole per farvi ritorno all’inizio della stagione successiva.

Sunset Beach, Karimunjawa
Sunset Beach, Karimunjawa

 

Karimunjawa opinioni

Mi permetto un ultimo consiglio: io ho soggiornato alle Karimunjawa solo 4 notti: non temere di annoiarti sulle isole e pianifica senza timore una settimana di relax: i ritmi dell’isola, il mare incantevole, i sapori dell’Indonesia incontaminata ti incanteranno.

Certo, se cerchi movida e vita notturna Karimunjawa non è il luogo che fa per te: dopo le 22 è difficile persino trovare qualcuno per strada; ma se cerchi il fascino dell’Indonesia ancora non raggiunta dal turismo di massa, le isole Karimunjawa si candidato ad essere la meta indeale del tuo prossimo viaggio!

PS: se questo articolo ti è stato utile, condividilo e fammelo sapere scrivendomi nei commenti. 🙂
PPS: se visiterai prossimamente le Karimunjawa e dovessi raccogliere ulteriori informazioni da aggiungere o correggere su questa pagina, non esitare e scrivimi subito! 🙂

Isole Karimunjawa: tutto quel che c’è da sapere

Articolo valutato 4.79 / 5 da 73 lettori

Valuta l'articolo:            

22 commenti a “Isole Karimunjawa: tutto quel che c’è da sapere

  • 11 febbraio 2018 at 14:22
    Permalink

    “Studio” da tempo queste isole sperando prima o poi di andarci. Il tuo racconto mi ha dato molte informazioni utili. Complimenti.

    Rispondi
    • 12 febbraio 2018 at 11:12
      Permalink

      Ciao Alessandro,
      ti ringrazio per i complimenti! 🙂
      Spero riuscirai ad andare in queste splendide isole, sono un vero paradiso ancora abbastanza incontaminato.
      Torna a trovarci in primavera e troverai altre informazioni! 😉
      A presto!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 16 febbraio 2018 at 21:36
    Permalink

    Buonasera Marta, complimenti per l’artico, mi pare molto esaustivo. Ho scoperto queste isole solo da qualche giorno, questo perché a luglio penso di intraprendere un viaggio in Indonesia partendo da Medan, Sumatra, visitando il parco dove vi si trovano gli orango, il lago di Toba e tempo permettendo mi piacerebbe andare alle Mentawai. Successivamente volerò su Yogyakarta dove inizierò il viaggio nella parte orientale di Giava. Spero appunto di concluderle il viaggio in queste meravigliose isole che tu hai descritto molto bene, con tutti i dettagli che un viaggiatore necessita da parte di un altro viaggiatore.
    Grazie Marta

    Rispondi
    • 18 febbraio 2018 at 21:02
      Permalink

      Buonasera Massimo,
      sono molto felice di essere di aiuto ad altri viaggiatori. 🙂
      Complimenti per il tuo splendido itinerario, tutti posti che un domani spero di visitare anch’io!
      Quando torni se vuoi integrare con altre informazioni, scrivimi pure!
      A presto!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 26 febbraio 2018 at 18:31
    Permalink

    Ci vorrei andare con un bimbo di 11 anni( abituato a viaggiare) lo consiglieresti?
    Grazie!

    Rispondi
    • 26 febbraio 2018 at 18:38
      Permalink

      Ciao Fabio,
      Penso che a parte un po’ di noia durante il tragitto per arrivare al porto per raggiungere le Karimunjawa (6 ore da Yogya), non ci siano problemi per il tuo bimbo! Anzi qualche spiaggia è anche attrezzata con i giochi! 😉
      Se hai altre domande chiedi pure.

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 29 marzo 2018 at 18:10
    Permalink

    Ciao,

    bellissimo articolo, con la mia ragazza staremmo pianificando di andare ad agosto 2018 per 4 giorni. Sulla location non abbiamo dubbi….sempre un vero paradiso!

    Siamo solo dubbiosi per via delle difficoltà logistiche che abbiamo letto un pò ovunque su vari blog dedicati, eravamo quasi indecisi se virare sulle Gili (Gili Meno pare sia comunque bella ma non regga il confronto). Contando che sarebbe l’ultima tappa di un viaggio rimanere bloccati sull’isola per via di traghetti che non partono ci farebbe perdere il volo di ritorno in Italia… ed è un pericolo che vorremmo scongiurare.

    Che ne pensi? Credi sia un rischio concreto?

    Ti ringrazio anticipatamente per l’aiuto e complimenti ancora per il bellissimo articolo

    Rispondi
    • 29 marzo 2018 at 22:40
      Permalink

      Ciao Michele,
      ti ringrazio per i complimenti 🙂

      Lo scorso anno ho avuto i tuoi stessi dubbi: ho rischiato e mi è andata bene. Ahimè il meteo è imprevedibile e nel caso il mare sia troppo agitato i traghetti verranno rimandati di 24 ore.
      Il consiglio che posso darti è di rientrare su Giava qualche giorno prima della partenza del volo intercontinentale (magari dedicando 2 giorni alla visita di Prambanan, Borobudur e Yogyakarta) per scongiurare che un ritardo del traghetto ti faccia perdere il volo.
      Tornassi indietro, come ho scritto qui sopra, proverei ad organizzarmi per raggiungere (o lasciare) Karimunjawa in aereo e, onestamente, mi fermeri qualche giorno in più.

      Per quanto riguarda le Gili, se ti interessa, trovi la mia opinone sul fondo dell’articolo che ho dedicato a queste isole: è un parere molto soggettivo quello che troverai, non prenderlo per oro colato e senti anche altre campane. 😉 Lo trovi qui: isole Gili.

      A presto!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 31 marzo 2018 at 3:28
    Permalink

    Ciao Impiegata Giramondo 🙂
    sto cercando di organizzare una vacanza di circa 12-15 giorni ad agosto e sono molto indecisa x vari motivi tra Malesia (Singapore e isole Perenthian) ed Indonesia (Bali e Karimunja)
    Leggendoti ho capito che potrei considerare di sconfinare tra le due.. ma mi chiedevo, che budget devo ritenere accettabile per un simile viaggio? I prezzi dei voli sono folli in questi giorni(dagli 850 in su) sono arrivata cosi tardi?
    Ad ogni modo…ti chiedo un consiglio su cosa scegliere:
    viaggerei con fidanzato e una coppia di amici…vorrei vedere posti diversi da ciò a cui il mio occhio è abituato, calarmi tra templi nel verde e città brulicanti..culminare in un mare azzurrissimo, piatto come una tavola, con sabbia bianca (che non sfiguri di fronte alla sardegna x capirci) e una natura esotica che mi dia la sensazione di essere davvero dall’altra parte del mondo.
    E invece ho un po’ paura di ritrovarmi in un mare verdognolo, agitato e con un entroterra deludente (come mi è captato in passato…vedi mari azzurri in foto poi arrivi sul posto e… delusione)
    Tu che cosa consiglieresti?
    grazie ♡

    Rispondi
    • 31 marzo 2018 at 15:53
      Permalink

      Ciao Melissa,
      spero di riuscire a rispondere alle tue domande in maniera esaustiva. 😉
      Con 12-15 giorni io ti consiglierei di vedere solo uno dei due paesi, non per la difficoltà di spostamento, ma perché entrambi hanno molto da offrire. Inoltre così eviteresti lunghi voli interni.
      Il budget dipende dallo standard che scegli, puoi trovare di tutto in entrambi i paesi, sia relativamente agli alloggi (guesthouse/alberghi/resort) sia per quanto riguarda il cibo (street food/ristoranti) e gli spostamenti (autobus/treno/taxi/Grab). Per rendere l’idea, considera che una notte al Traders un hotel 5 stelle in Malesia costa 86€ (due persone, camera matrimoniale, solo pernottamento con vista sulle Petronas Tower!)…molto poco rispetto a quello che pagheresti in Europa. Un altro esempio totalmente opposto, in Indonesia ho dormito in una piccola bettola prima di affrontare la salita al Vulcano delle fiamme blu, spendendo 5€ (due persone, colazione inclusa, asciugamani esclusi). Puoi trovare davvero di tutto, in base alle tue disponibilità. 🙂
      Per quanto riguarda i voli, devi continuare a tenerli monitorati tramite Skyscanner e sono certa che troverai presto qualche offerta, credo che le più economiche siano Kuala Lumpur e Jakarta, temo che i prezzi dei voli per Singapore siano più alti, però è una considerazione personale. Un buon prezzo ad Agosto può essere tra 550 € (prenotando con largo anticipo o partendo magari da un aeroporto poco trafficato) fino a 750 €. Dipende molto anche dal numero di scali e dalla durata degli scali.
      Ultimo argomento, secondo me il più delicato: la scelta della destinazione. Purtroppo ogni luogo è unico, quindi non potrai ritrovare il mare della Sardegna, ma ti posso assicurare che troverai qualcosa per cui vale la pena andare dall’altra parte del mondo, che sia il mare, una spiaggia o un tempio, o solamente delle persone con un altro stile di vita ed enormi sorrisi stampati in volto. Tu parti senza aspettative e sicuramente tornerai con tante esperienze da raccontare (spero anche a me 🙂 ).
      I due itinerari che ti posso consigliare sono questi:
      Malesia: Kuala – Malacca – Cameron Higlands – PerhentianRedang – Kuala –> mare splendido, spostamenti facili, non molti templi.
      Indonesia: Yogyakarta – Kuta Bali – Ubud – Karimunjawa – Jakarta –> mare splendido, spostamenti facili in aereo, più lunghi e impegnati taxi e bus (leggi qui), molta cultura.
      Per qualsiasi altra domanda scrivimi pure qui o sulla mia pagina Facebook, sarò felice di aiutarti.
      A presto!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 31 marzo 2018 at 19:16
    Permalink

    Ciao Impiegata Giramondo.
    Complimenti per il sito, gli articoli sono molto utili e scritti molto bene.
    Andrò in Indonesia ad Agosto per circa 20 giorni e pensavo di visitare Java: Borobudur, Pranbanam, Bromo e Jen.andare poi ad Ubud per qualche giorno.Mi consigli poi di visitare sia le Gili che Karimunjawa? Tu quali hai preferito?
    Se dovessi scegliere una delle due destinazioni quali mi consigli?
    Grazie mille
    Ciao

    Rispondi
    • 1 aprile 2018 at 1:37
      Permalink

      Ciao Tatiana,
      ti ringrazio per i complimenti! 🙂
      Il tuo itinerario mi piace molto, io se dovessi scegliere lo concluderei con una settimana al mare delle isole Karimunjava, però è un parere soggettivo, sono entrambe molto belle e con un mare splendido, ma io ho preferito Karimunjava perché mi ha fatto sentire più sperduta nel mondo! 😉
      Se riesci con le tempistiche potresti pensare di fare anche qualche giorno alle Gili, stai solo attenta a calcolare bene i tempi degli spostamenti che spesso si prolungano e rischiamo di far saltare i piani!
      Per qualsiasi altra domanda scrivimi pure!
      A presto!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 8 aprile 2018 at 16:22
    Permalink

    Ciao Marta,

    complimenti per il blog, è utilissimo e ben fatto!
    una domanda: io e ed il mio fidanzato stiamo organizzando 15 giorni in Indonesia ad agosto. Per ora il nostro itinerario prevede: volo per Giacarata – Yogyakarta -Bormo – Ubud – Giacarta. Dopo Bali o prima di Bali vogliamo dedicare qualche giorno alle isole. Leggendo il tuo blog mi è venuta voglia di andare a Karimunjava. Pensi sia possibile raggiungerla da Bali? o è il caso di inserirla dopo il Bromo e prima di Bali?.
    se fosse troppo complicalto raggiungerla e inserirla nell’itinerario penso che opteremo per le isole Gili (sempre seguendo i tuoi preziosi consigli).
    Grazie mille e ancora complimenti!

    Rispondi
    • 8 aprile 2018 at 23:11
      Permalink

      Ciao Dalila,
      ti ringrazio per i complimenti! 🙂
      Il tuo itinerario per 15 giorni è molto ben fatto, e l’idea di aggiungere Karimunjava dopo Bali è fattibile: potresti prendere un volo interno per Semarang, da lì traghetto andata/ritorno e poi torneresti a Giacarta in treno o con un altro volo interno.
      Tieni conto che raggiungere le Gili sarebbe più semplice perché distano solo un’ora e mezza di traghetto dalle coste di Bali, e gli orari dei traghetti sono più flessibili, mentre andando a Karimunjava potresti perdere un giorno a Semarang perché i traghetti partono solo alla mattina presto e non tutti i giorni.
      Quindi il mio consiglio è di andare a Karimunjava solo se riesci ad inserirla nel tuo itinerario senza stravolgerlo troppo, altrimenti vai con tutta tranquillità alle Isole Gili e sarai accolta da un mare altrettanto splendido! 😉
      Per qualsiasi altra domanda scrivimi pure!
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
      • 16 aprile 2018 at 23:53
        Permalink

        Grazie mille per la risposta!!
        Alla fine stiamo optando per una diversa opzione: inserire Karimunjawa dopo Yogyakarta e prima del Bromo….ci sembra più lineare! Speriamo solo di riuscire poi a raggiungere il Bromo. Inoltre, per rendere le cose più semplici abbiamo contattato la struttura Happinezz e ci sono sembrati davvero disponibili,, hanno che possono organizzare i nostri spostamenti da Yogyakarta a Karimunjawa! Beh che dire…..Non vediamo l’ora!!

        Sei davvero una buona guida!
        Grazie!

        Rispondi
        • 17 aprile 2018 at 8:32
          Permalink

          Grazie a te per avermi scritto! 🙂
          Sono molto felice se riesco ad aiutare nell’organizzazione di un viaggio!
          Se posso darti un ultimo consiglio, lascerei Karimunjawa dopo Bali per una questione di trasferimenti: da Yogyakarta l’unico modo di raggiungere Karimunjawa è via terra (bus pubblici o driver privato), mentre da Bali potresti prendere un comodo aereo per Semarang e risparmiarti 6 ore di traffico indonesiano. 😛
          Io all’epoca non avevo queste informazioni e come te, ho inserito Karimunjawa dopo Yogya, ma ora che conosco l’alternativa, e sopratutto la guida degli indonesiani, mi sento di consigliarti l’aereo!
          Affidarti al The Happinezz è un’ottima scelta! La struttura è modesta, ma il personale è stupendo e anche il loro ristorantino!
          Per qualsiasi altra informazione sai dove trovarmi!
          A presto!

          Impiegata Giramondo

          Rispondi
  • 9 aprile 2018 at 19:22
    Permalink

    Ciao,
    complimenti per il blog è strutturato molto bene.
    Ci siamo innamorati dell’Indonesia l’anno scorso (Bali, Isole Gili, Lombok)
    e quest’anno ad agosto vogliamo continuare a scoprirla!
    Abbiamo preso il volo a/r per CGK, vorremmo visitare: Karimunjava(?), Yogyacarta, Bali(devo assolutamente tornarci)-e siamo indecisi sulle isole fra Sulawesi e giro Flores Komodo ecc…
    Consigli?
    staremo 21 notti
    Ciao grazie
    Benedetta

    Rispondi
    • 10 aprile 2018 at 15:44
      Permalink

      Ciao Benedetta,
      grazie per i complimenti! 🙂
      Itinerario splendido! Io nel Sulawesi non sono ancora stata, ma ho amici che ci sono stati e un domani quando riuscirò a visitarlo vorrei vedere Tana Toraja, e le isole al nord nei pressi di Manado.
      Per quanto riguarda Komodo, essendoci stata te lo consiglio perché è un mondo splendido con una natura e un mare unici!
      In ogni caso da Bali, puoi raggiungere comodamente con un volo sia Komodo (Labuan Bajo), sia il Sulawesi (Makassar/Manado).
      Per qualsiasi altra domanda scrivimi pure!

      Impiegata Giramondo

      P.S. se scegli Komodo, ti terrò aggiornata e magari il Sulawesi lo visiteremo in gruppo! 😉

      Rispondi
  • 11 maggio 2018 at 15:02
    Permalink

    Ciao! Complimenti per il blog, veramente ricco di informazioni e consigli utili! Vorrei chiederti qualche consiglio.. Io e il mio ragazzo trascorreremo un mese in Indonesia da metà agosto a metà settembre. L’itinerario prevede: Yogyakarta-Bromo e Ijen-Canggu-Karimunjawa-Ubud-Komodo-Gili. L’idea iniziale era di andare a Karimunjawa dopo lo Ijen ma arriveremmo a Jepara di domenica che non partono traghetti..quindi dopo la scalata allo Ijen perseguiremmo per Bali fermandoci 2 notti a Canggu (o comunque zona sud Bali) per poi prendere l’aereo per Semarang e traghetto da Jepara, rimanere 4 notti a Karimunjawa e poi riprendere la fast boat delle 7:00 per Jepara. Secondo te è fattibile (se il traghetto arriva verso le 11:00) prendere un aereo alle 14:15 a Semarang per tornare a Bali? Voi avete avuto problemi di orario con i traghetti? Grazie per qualsiasi suggerimento mi vorrai dare!

    Rispondi
    • 13 maggio 2018 at 17:55
      Permalink

      Ciao Giulia,
      ti ringrazio per i complimenti! 🙂
      Il vostro itinerario è molto interessante, e con un mese di tempo è più che fattibile!
      Per quanto riguarda la questione aereo Semarang – Bali, io ti consiglio di guardare un volo con più margine, magari verso le 15:00/16:00.
      Con i traghetti non abbiamo avuto grandi ritardi, ma il problema maggiore in Indonesia è il traffico a qualsiasi ora e in qualsiasi luogo. Prendendo il traghetto delle 7:00 da Karimunjawa, ipotizzando che sia quasi puntuale e arrivi alle 9:30 a Jepara, poi dovrete sbarcare e raggiungere il vostro driver (se l’avete prenotato) e successivamente raggiungere l’aeroporto di Semarang entro le 12:15 (anche se sono aeroporti piccoli ti consiglio di arrivare due ore prima). Ricapitolando, se andasse tutto come da manuale, il volo delle 14:15 sarebbe perfetto, ma per esperienza personale, tutti i tempi di percorrenza indicati da google maps si sono sempre quasi raddoppiati. Quindi se per percorrere la tratta Jepara – Semarang dovessi impiegare 3h invece che 2h, saresti a mio parere troppo tirata arrivando verso le 13:00. 🙁
      Per questo mi sento di consigliarti un volo più tardi, solo per allontanare eventuali imprevisti che potrebbero rovinarti l’umore e il momento di vacanza. Mi spiace di essermi dilungata, ma è un argomento che mi tocca molto quello degli spostamenti in auto! 😉
      Spero di averti aiutata, se hai altre domande scrivimi pure!
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 23 maggio 2018 at 16:32
    Permalink

    Ciao! Davvero stupendo il tuo blog.
    Ho alcune domande e consigli da chiederti: Partiremo il 9/08 da Malpensa, pensavamo di fermarci due giorni a Singapore e poi volare su Yogykarta. Visitare Borobudur e Prambanan. Spostamento a Bali e fermarci 4 giorni pieni. Poi siamo indecisi se spostarci sulle Gli oppure guardando questo paradiso prendere un volo e andare sulle isole Karimunjawa e tornare poi il 24 a Jakarta per tornare in Italia con volo del 25/08.
    Secondo te può essere una cosa fattibile come itinerario?
    Per i voli interni quale compagnia ci consigli?
    Logicamente ogni tuo consiglio è ben accetto!

    Grazie mille,
    Chiara

    Rispondi
    • 23 maggio 2018 at 22:51
      Permalink

      Ciao Chiara,
      Ti ringrazio per i complimenti! 🙂
      Secondo me è un ottimo itinerario, l’unica cosa che dovresti fare, è verificare la fattibilità con gli orari e i giorni del traghetto, perchè sicuramente trovi i voli, ma magari non hai il traghetto lo stesso giorno o il giorno dopo. Purtroppo non essendo ancora meta del turismo di massa, raggiungere Karimunjawa è un pò complicato. Porta pazienza e verrai ripagata con lo splendore delle isole! 😉
      Per quanto riguarda i voli interni, io in Indonesia ho volato con Citilink (low-cost di Garuda Indonesia per la tratta Giacarta-Yogyakarta) e con Batik Air (Lion Group per la tratta Lombok-Giacarta), entrambe sono paragonabili alle nostre low-cost, io ti consiglierei di consultare il fedele Skyscanner. In Malesia avevo volato con AirAsia e anche con quella mi ero trovata bene, quindi ti consiglio di scegliere semplicemente la compagnia aerea con gli orari e i prezzi più adatti al tuo viaggio.
      Se hai altre domande scrivimi pure!
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *