Indonesia e Coronavirus: si può andare a Bali, Isole Gili o Komodo?

Ricordo sempre con piacere il mio viaggio fai da te in Indonesia e non ti nascondo che pianifico di tornarci presto.

Ovviamente tutte le vicende legate al Coronavirus hanno sconvolto anche i miei piani, tanto che sto monitorando la situazione e quel che qui di seguito troverai è un riassunto, costantemente aggiornato, della situazione COVID in Indonesia oggi.

Ricordo che sino a nuove disposizioni non è possibile lasciare l’Italia per viaggi di piacere aventi come destinazione l’Indonesia. In Italia, almeno sino al 13 Novembre 2020, sono attive restrizioni in merito ai viaggi extra UE.

Ricordo poi che una fonte da tenere costantemente sotto controllo è il sito della Farnesina e, ovviamente, in questo caso la pagina di Viaggiare Sicuri relativa l’Indonesia (la trovi qui).

 

Situazione COVID Indonesia ultime notizie

L’Indonesia è stato tra i primi Paesi asiatici a parlare di riapertura al turismo.

I pochi casi registrati sul territorio nazionale e la forte dipendenza dal turismo dell’economia del Paese, hanno portato il Governo di Giacarta a ipotizzare prematuramente una riapertura già verso la metà di Giugno 2020.

Dopo qualche settimana di incertezze però, intorno al 25 Agosto, il Governo ha rivisto pesantemente le proprie intenzioni, ufficializzando la chiusure della frontiere ai turisti stranieri fino a fine 2020. Il piano iniziale è stato rivisto a causa della preoccupante crescita di contagi interni da Coronavirus in Indonesia.

Il 9 Settembre 2020 il numero di casi COVID-19 in Indonesia ha infatti superato quota 200 mila, obbligando il Governo di Giacarta a disporre severe restrizioni per contenere il diffondersi dell’epidemia.

Il 14 Settembre sono entrate in vigore misure di distanziamento sociale su larga scala nella capitale indonesiana nel tentativo di “spezzare la catena” dei contagi da Coronavirus. Il 24 Settembre 2020 finalmente a Giacarta si registra un calo di casi sintomatici da quando nella città sono entrate in vigore le misure di distanziamento forzato.

Attendiamo sviluppi, ma come avrai capito non è certo possibile viaggiare in Indonesia.

 

Bali Coronavirus

L’isola di Bali è nota a molti italiani che qui lavorano durante tutto l’anno e da altrettanti nostri connazionali che prendono in considerazione questa destinazione come meta per le vacanze estive.

Posso andare a Bali oggi? Dall’Italia la risposta è no: l’Italia non permette viaggi verso Bali e a Bali, in quanto residenti all’estero, noi a Bali ed in Indonesia non possiamo entrare.

Bali al momento è aperta ai soli turisti locali che comunque devono attenersi a regole ben precise: è richiesto un test COVID-19 negativo in aeroporto e nel caso in cui non si disponga di tale documento il turista (indonesiano, non straniero) dovrà farlo sul posto; in attesa del risultato i turisti verranno sottoposti ad una quarantena preventiva a loro spese. I turisti indonesiani inoltre sono invitati a munirsi di apposita app per il tracciamento dei loro spostamenti nel Paese.

 

Coronavirus Isole Gili

Le isole Gili hanno riaperto al turismo interno già in data 20 Giugno 2020. Le 3 piccole isole sarano infatti una sorta di progetto pilota per avviare una “nuova normalità” e, almeno queste sono le intenzioni del governo indonesiano, saranno un esempio per le altre destinazioni turistiche in Indonesia.

I turisti sono tenuti a mostrare un certificato COVID-19 negativo o il risultato di un test rapido, obbligatorio l’uso delle mascherine. Protocolli sanitari rigorosi sono seguiti da hotel, ristoranti o altre imprese turistiche.

Sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria i traghetti dalle Gili alla terra ferma sono stati per lo più sospesi e i collegamenti in essere attentamente monitorati per limitare la diffusione del virus. Per certi versi oggi le isole Gili possono essere considerate 3 piccole “isole felici e al sicuro”.

 

Komodo e COVID-19

Concludiamo questa carrellata con l’isola di Komodo, patria dei maestosi varani, e Parco Naturale Nazionale protetto che ho avuto il piacere di visitare.

Come tutti i parchi d’Indonesia, anche il Parco di Komodo a Giugno 2020 era pronto ad istituire protocolli sanitari di sicurezza poiché le intenzioni del Governo erano di riaprire gradualmente le destinazioni turistiche del Paese e in luoghi come Komodo il distanziamento sociale lo si può ottenere ben più facilmente rispetto a certe località come le spiagge affollate di Bali.

Limitati doveva essere il numero di visitatori al Parco, come limitato doveva essere il numero di turisti nelle acque al largo dell’isola di Komodo e delle isole nei dintorni. La situazione però è poi evoluta ben diversamente come abbiamo visto.

 

Questa è la situazione in Indonesia attuale data dal Coronavirus. Aggiornerò frequentemente questa pagina e nel caso avessi notizie utili da comunicare a me o ad altri viaggiatori ti chiedo gentilmente di lasciare un commento qui sotto. 🙂 Ti ringrazio in anticipo.

Indonesia e Coronavirus: si può andare a Bali, Isole Gili o Komodo?

Articolo valutato 4.75 / 5 da 4 lettori

Valuta l'articolo:            


Se hai trovato informazione utili, potresti condividere questa pagina?
Ti ringrazio in anticipo! 🙂

FacebookWhatsAppTwitterPinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *