Indonesia e Coronavirus: si può andare a Bali, Isole Gili o Komodo?

Ricordo sempre con piacere il mio viaggio fai da te in Indonesia e non ti nascondo che pianifico di tornarci presto.

Ovviamente tutte le vicende legate al Coronavirus hanno sconvolto anche i miei piani, tanto che sto monitorando la situazione e quel che qui di seguito troverai è un riassunto, costantemente aggiornato, della situazione COVID in Indonesia oggi.

Dal 9 Giugno 2023 anche l’Indonesia ha rimosso tutte le restrizioni in ingresso nel Paese connesse alla pandemia da COVID-19. Non sono quindi più richieste particolari documentazioni o certificazioni sanitarie da portare con se, neppure per gli spostamenti interni in Indonesia.

Il sito della Farnesina comunque ricorda che gli stranieri in Indonesia non godono di alcuna forma di assistenza sanitaria, quindi in caso di malattia, infortuni o in caso di necessità di ricovero ospedaliero sarà necessario rivolgersi a proprie spese a strutture private, i cui costi sono molto elevati: il consiglio è sempre quello di stipulare una polizza assicurativa medico-sanitaria per il periodo del tuo viaggio in Indonesia.

Sottoscrivendo una polizza Columbus per viaggiare in Indonesia utilizzando il codice sconto TBG033 riceverai uno SCONTO del 10%

Vuoi ricevere aggiornamenti sui viaggi dall’Italia all’Indonesia? Iscriviti al mio Canale Telegram: riceverai una notifica appena le normative cambieranno.

Ricordo poi che una fonte da tenere costantemente sotto controllo è il sito della Farnesina e, ovviamente, in questo caso la pagina di Viaggiare Sicuri relativa l’Indonesia (la trovi qui).

 

ATTENZIONE: tutto quel che segue è solo una “memoria storica” di tutte le informazioni pubblicate in questa pagina negli ultimi mesi. Per dubbi o domande scrivimi nei commenti a fondo pagina.


Dal 4 Febbraio 2022 l’Indonesia ha riaperto i confini ai viaggiatori completamente vaccinati, ma solo attraverso alcuni aeroporti internazionali tra cui quello di Denpasar sull’isola di Bali e l’aeroporto internazionale Soekarno Hatta di Jakarta (isola di Giava). Una volta entrati in Indonesia, è possibile raggiungere le altre isole e spostarsi nel Paese.

Stando al sito Viaggiare Sicuri in aeroporto si dovrà ottenere un visto d’ingresso speciale, della durata massima di 30 giorni e al costo di IDR 500.000 rupie (circa 30 Euro) a patto che il viaggiatore:

  1. sia in possesso di Passaporto elettronico con validità di almeno 6 mesi
  2. possa mostrare la prenotazione di un volo in uscita dall’Indonesia
  3. abbia scaricato sul proprio smartphone l’app PeduliLindungi (qui per dispositivi Google Android, qui per Apple iOS)
  4. abbia compilato tramite l’app appena indicata la Indonesia Health Alert Card (eHAC)
  5. sia in possesso di un certificato (cartaceo o digitale) in lingua inglese attestante il completamento del ciclo vaccinale anti COVID da almeno 14 giorni dell’arrivo
  6. il risultato di tampone PCR (molecolare) negativo effettuato entro 48 ore dalla partenza dal 18 Maggio 2022 non è più richiesto alcun test PCR COVID-19 da svolgere prima della partenza
  7. si sottoponga a controllo della temperatura corporea ed eventuali sintomi riconducibili al COVID-19; in presenza di sintomi e/o di temperatura corporea superiore a 37,5 gradi sarà necessario sottoporsi a un test COVID PCR (molecolare) sul posto e a proprie spese

Sottoscrivendo una polizza Columbus COVID-19 per un viaggio in Indonesia utilizzando il codice sconto TBG033 riceverai uno SCONTO del 10%

Ingresso in Indonesia senza vaccino

Resta in vigore l’obbligo di quarantena della durata di 5 giorni per coloro che non hanno alcuna vaccinazione o non hanno completato il ciclo di vaccinazione contro il COVID-19, quarantena che dovrà essere svolta in una di queste strutture (da prenotare in anticipo). Al 4° giorno di soggiorno dovrebbero poi svolgere un test COVID PCR (molecolare) e, se il risultato dovesse risultare negativo, potranno poi muoversi liberamente nel Paese, ma auto-monitorarsi (non è chiaro come) per 14 giorni. Non ho trovato fonti attendibili per questa notizia, quindi non ti fidare ciecamente di quello che hai appena letto. Maggiori informazioni dovrebbero trovarsi su questo sito governativo indonesiano che però, molto spesso, risulta non accessibile.

Dal 17 Luglio 2022 per gli spostamenti interni in treno, nave o aereo in Indonesia non è più necessario effettuare test anti COVID-19, ma solo nel caso si disponga di certificazione che attesti la ricezione di una terza (almeno) dose di vaccino. Nel caso in cui si sia ricevuto solo la seconda dose di vaccino sarà necessario presentare il risultato negativo di un test antigenico rapido effettuato non più di 24 ore prima della partenza oppure il risultato di un test PCR effettuato non più di 72 ore prima della partenza.

 

Bali Coronavirus

L’isola di Bali è nota a molti italiani che qui lavorano durante tutto l’anno e da altrettanti nostri connazionali che prendono in considerazione questa destinazione come meta per le vacanze estive.

Posso andare a Bali oggi? Dall’Italia la risposta è SI: l’Italia permette viaggi verso Bali e a Bali noi italiani possiamo entrare e, da qui, spostarci verso altre destinazioni.

Bali al momento è aperta ai soli turisti locali che comunque devono attenersi a regole ben precise: è richiesto un test COVID-19 negativo in aeroporto e nel caso in cui non si disponga di tale documento il turista (indonesiano, non straniero) dovrà farlo sul posto; in attesa del risultato i turisti verranno sottoposti ad una quarantena preventiva a loro spese. I turisti indonesiani inoltre sono invitati a munirsi di apposita app per il tracciamento dei loro spostamenti nel Paese.

Recentemente, il vice governatore di Bali ha dichiarato che queste misure hanno come obiettivo la riapertura di Bali al turismo straniero nel primo trimestre del 2021 e ciò dipende fortemente dal mantenimento del numero di casi sull’isola.

Come molti altri paesi stranieri, ai viaggiatori in ingresso è richiesta un’assicurazione viaggio COVID (se così vogliamo chiamarla) che copra il turista da eventuali imprevisti dati dal Coronavirus.

 

Coronavirus Isole Gili

Le isole Gili hanno riaperto al turismo interno già nel Giugno 2020 e oggi sono accessibile ai turisti stranieri che faranno ingresso nel paese da Bali.

Le 3 piccole isole sono state già nel 2020 una sorta di progetto pilota per avviare una “nuova normalità”.

I turisti sono tenuti a mostrare un certificato COVID-19 negativo o il risultato di un test rapido, obbligatorio l’uso delle mascherine. Protocolli sanitari rigorosi sono seguiti da hotel, ristoranti o altre imprese turistiche.

Sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria i traghetti dalle Gili alla terra ferma sono stati per lo più sospesi e i collegamenti in essere attentamente monitorati per limitare la diffusione del virus. Per certi versi oggi le isole Gili possono essere considerate 3 piccole “isole felici e al sicuro”.

 

Komodo e COVID-19

Concludiamo questa carrellata con l’isola di Komodo, patria dei maestosi varani, e Parco Naturale Nazionale protetto che ho avuto il piacere di visitare.

Come tutti i parchi d’Indonesia, anche il Parco di Komodo a Giugno 2020 era pronto ad istituire protocolli sanitari di sicurezza poiché le intenzioni del Governo erano di riaprire gradualmente le destinazioni turistiche del Paese e in luoghi come Komodo il distanziamento sociale lo si può ottenere ben più facilmente rispetto a certe località come le spiagge affollate di Bali.

Limitati doveva essere il numero di visitatori al Parco, come limitato doveva essere il numero di turisti nelle acque al largo dell’isola di Komodo e delle isole nei dintorni. La situazione però è poi evoluta ben diversamente come abbiamo visto, ma al momento è nuovamente possibile raggiungere l’isola di Komodo.

 

Da qui in poi quel che segue è una sorta di “memoria storica”, ovvero tutte informazioni in merito alla riapertura dell’Indonesia antecedenti il 4 Febbraio 2022 giorno in cui è arrivata la notizia della riapertura della sola isola di Bali al turismo internazionale.

 


Per andare in Indonesia serve tampone, vaccino o Green Pass?

A Febbraio 2022, per gli spostamenti internazionali in Indonesia, resta confermata la sospensione di ogni esenzione dai visti d’ingresso e dei “visti all’arrivo”. In via generale, è ancora vietato l’ingresso nel Paese ai cittadini stranieri, con eccezioni che riguardano esclusivamente limitate categorie di viaggiatori (principalmente viaggi diplomatici e di lavoro).

A Settembre 2021 la situazione in Indonesia sembrava ancora lontana dal ritorno alla normalità. Nonostante in data 14 Ottobre 2021 l’aeroporto internazionale di Bali ha riaperto ai viaggiatori internazionali, il governo indonesiano ha annunciato che “I paesi a cui apriremo sono Corea del Sud, Cina, Giappone, Abu Dhabi, Dubai e Nuova Zelanda“, queste le parole del ministro Luhut Binsar Pandjaitan.

 

 

L’Indonesia è stato tra i primi Paesi asiatici a parlare di riapertura al turismo. I pochi casi registrati sul territorio nazionale e la forte dipendenza dal turismo dell’economia del Paese, hanno portato il Governo di Giacarta a ipotizzare prematuramente una riapertura già verso la metà di Giugno 2020.

Dopo qualche settimana di incertezze però, intorno al 25 Agosto, il Governo ha rivisto pesantemente le proprie intenzioni, ufficializzando la chiusure della frontiere ai turisti stranieri fino a fine 2020 e, successivamente, sino ai primi mesi del 2021. Il piano iniziale è stato rivisto a causa della preoccupante crescita di contagi interni da Coronavirus in Indonesia.

Il 9 Settembre 2020 il numero di casi COVID-19 in Indonesia ha infatti superato quota 200 mila, obbligando il Governo di Giacarta a disporre severe restrizioni per contenere il diffondersi dell’epidemia.

Il 14 Settembre sono entrate in vigore misure di distanziamento sociale su larga scala nella capitale indonesiana nel tentativo di “spezzare la catena” dei contagi da Coronavirus. Il 24 Settembre 2020 finalmente a Giacarta si registra un calo di casi sintomatici da quando nella città sono entrate in vigore le misure di distanziamento forzato.

Purtroppo però la situazione negli ultimi mesi del 2020 è andata peggiorando e in Indonesia si registrano tra i 5.000 e i 7.000 nuovi casi di COVID-19 al giorno da Novembre 2020. Tale andamento purtroppo si è riconfermato anche nel mese di Dicembre.

Attendiamo sviluppi, ma come avrai capito oggi non è possibile viaggiare in Indonesia.

 

Questa è la situazione in Indonesia attuale data dal Coronavirus. Aggiornerò frequentemente questa pagina e nel caso avessi notizie utili da comunicare a me o ad altri viaggiatori ti chiedo gentilmente di lasciare un commento qui sotto. 🙂 Ti ringrazio in anticipo.

Indonesia e Coronavirus: si può andare a Bali, Isole Gili o Komodo?

Articolo valutato 4.58 / 5 da 48 lettori

Valuta l'articolo:            


Se hai trovato informazione utili, potresti condividere questa pagina?
Ti ringrazio in anticipo! 🙂

FacebookWhatsAppTwitterPinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

38 commenti a “Indonesia e Coronavirus: si può andare a Bali, Isole Gili o Komodo?

  • 1 Novembre 2023

    Ciao Marta,
    ho in programma di visitare Bali per circa 15 giorni il prossimo Gennaio 2024.
    Non riesco a comprendere dai vari siti (incluso Viaggiare Sicuri) se sono ancora in vigore le prescrizioni relative al COVID, come le 2 dosi vaccinali, il relativo certificato in inglese e l’assicurazione medica che comprenda la copertura COVID.
    Ho provato a scrivere anche all’ambasciata a Giacarta, ma mi hanno rinviato al sito Viaggiare Sicuri che non indica prescrizioni per il certificato vaccinale.
    Ti ringrazio in anticipo per il tuo aiuto,
    William

    Rispondi
    • Marta
      2 Novembre 2023

      Ciao William,
      dal 9 Giugno 2023 anche l’Indonesia ha rimosso tutte le restrizioni in ingresso nel Paese connesse alla pandemia da COVID-19 è per questo che sul sito di Viaggiare Sicuri non si citano obblighi legati al Coronavirus e si legge soltanto: è obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla per tutti i viaggiatori di età superiore a 9 mesi provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia.
      Per informazioni su ulteriori vaccinazioni raccomandate ma non obbligatorie, si consiglia di consultare il proprio medico.

      Ovviamente, indipendentemente dal COVID, falla un’assicurazione viaggio se viaggi in fai da te. Io da anni rinnovo la mia polizza viaggio con Columbus e nel caso fossi interessato utilizzando il codice sconto TBG033 per sottoscrivere una qualsiasi assicurazione viaggio Columbus riceverai uno SCONTO del 10%. 😉

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 18 Agosto 2022

    Buongiorno, io non sono vaccinata, ma ho il Green Pass perché sono stata ammalata di COVID. Scadrà fine Ottobre: posso andare e tornare da Bali? È sufficiente? Vado a Bali dal 1996 e ci ho vissuto per anni l’ultimo viaggio è stato nel 2019. Grazie

    Rispondi
    • Marta
      18 Agosto 2022

      Ciao Chiara,
      la durata del “nostro Green Pass” non ha nulla a che vedere con le “regole” dettate dall’Indonesia. Detto questo, stando al sito Viaggiare Sicuri, sono in vigore delle esenzioni dall’obbligo di esibire certificazione vaccinale per chi ha completato un periodo di quarantena ed è guarito dal COVID-19, purché esibisca certificazione medica al riguardo rilasciata dalle competenti autorità sanitarie del Paese di origine. Purtroppo (sempre dal sito Viaggiare Sicuri) non si parla di tempistiche e questo ti espone al rischio di quarantena all’arrivo nel Paese (sempre dal sito Viaggiare Sicuri: resta in vigore l’obbligo di quarantena della durata di 5 giorni per coloro che non hanno alcuna vaccinazione o non hanno completato il ciclo di vaccinazione contro il COVID-19). Vista la tua situazione “particolare” e considerato che l’Indonesia è tra i Paesi che “considera” anche la terza dose (dose booster) io mi informerei presso l’Ambasciata o il Consolato prima di partire. Chiedi inoltre anche alla tua compagnia aerea perché in assenza di vaccino potrebbe anche la compagnia chiederti ulteriore documentazione (ad esempio test COVID-19 negativo) per l’imbarco in aereo.

      A presto 🙂
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
      • 4 Giugno 2023

        Ciao! Io vorrei andare a Bali e ho uno scalo a Giacarta, non riesco a capire se da Giacarta servono 2 o 3 dosi.

        Grazie in anticipo!

        Rispondi
        • Marta
          4 Giugno 2023

          Ciao Maria Elena,
          ti confermo che (riporto dal sito Viaggiare Sicuri) per potersi spostare via terra, aerea o marittima all’interno del territorio indonesiano, i viaggiatori maggiori di 18 anni devono aver ricevuto anche la terza dose di vaccino anti Covid-19/booster.

          A presto,
          Marta
          Impiegata Giramondo

  • 17 Agosto 2022

    Ciao,
    io ho 2 dosi di Pfizer fatte ad Ottobre e Novembre 2021. Non ho la terza dose perciò le 2 che ho sono “scadute”. Valgono comunque? Andrò a Bali tra meno di un mese, dovrò fare un test PCR in questo caso? Grazie mille!

    Rispondi
    • Marta
      18 Agosto 2022

      Ciao Carola,
      dal sito Viaggiare Sicuri si parla di terza dose solo in merito a questo: dal 17 Luglio 2022 per gli spostamenti terrestri, marittimi e aerei all’interno dell’Indonesia non è necessario presentare un test anti COVID-19 solo qualora si disponga di certificazione attestante l’aver ricevuto (almeno) la terza dose (booster) di vaccino. Quindi l’Indonesia “considera” la terza dose come rafforzativo alla vaccinazione, ma per l’ingresso nel Paese (da quello che ho letto anche su altri siti) pare sia richiesta solo la prova dell’avvenuta vaccinazione (2 dosi oppure 3a dose “booster”), effettuata almeno 14 prima del viaggio su documento in lingua inglese. Per esserne assolutamente sicura ti consiglio di chiedere informazioni anche alla compagnia aerea con la quale volerai, perché saranno anche loro a controllare la tua documentazione prima della partenza. 😉

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 12 Maggio 2022

    È possibile raggiungere l’isola di Karimunjawa? Ho visto che bisogna prendere il volo fino a Semarang da Bali.

    Rispondi
    • Marta
      12 Maggio 2022

      Ciao Mary,
      si, una volta entrata in Indonesia rispettando tutto quello che trovi qui sopra richiesto potrai muoverti per il Paese e raggiungere anche Karimunjawa con volo da Bali (è una delle possibili “strade”).

      Ricordati che per entrare in Indonesia occorre un’assicurazione viaggio COVID. 🙂

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 19 Aprile 2022

    Ciao,
    sai se si può arrivare a Bali anche da Singapore con volo interno?
    Il volo costa meno che su Giacarta.
    Ma ci si dovrà sottoporre alle procedure di quell’aeroporto ?
    Grazie

    Rispondi
    • 29 Aprile 2023

      Ciao Marta. Dovrei partire a Luglio per Bali e da lì è previsto anche uno spostamento verso le Isole Gili. Io ho solo 2 dosi di vaccino essendomi ammalata prima della terza. So che per entrare in Indonesia è necessario avere 2 dosi e presentare un Certificato in Inglese. Il Certificato che ci hanno dato in Italia attestante le due dosi riporta anche la traduzione in Inglese. È questo quello che vogliono. Altra domanda. Non avendo la terza dose Booster dovrò presentare test antigenico anche per andare su un autobus o solo per treni, traghetti, aerei interni?

      Rispondi
      • Marta
        30 Aprile 2023

        Ciao Sara,
        nella pagina del sito Viaggiare Sicuri dedicata all’Indonesia (qui) non si fa riferimento alla possibilità di sopperire alla mancanza di 3a dose con un test COVID-19. L’unica possibilità che vedo è nel ricevere la terza dose 14 giorni prima la tua partenza oppure in questa frase (sempre presa dal sito Viaggiare Sicuri): Coloro che soffrano di patologie o si trovino in condizioni di salute che impediscano di sottoporsi a vaccinazione anti Covid-19 sono esclusi dall’obbligo di esibire certificazione attestante il risultato negativo di un test PCR o rapido antigenico, tuttavia devono esibire certificazione medica rilasciata dalle competenti Autorità sanitarie del Paese di origine che attesti l’impossibilità di ricevere la vaccinazione anti Covid-19.

        Infatti è espressamente indicaco che: dal 1° Settembre 2022 per potersi spostare via terra, aerea o marittima all’interno del territorio indonesiano, i viaggiatori maggiori di 18 anni devono aver ricevuto anche la terza dose di vaccino anti Covid-19/booster.

        Non ti so dire quanto rigidi saranno i controlli nell’estate che verrà e neppure se l’Indonesia rivedrà le proprie politiche di ingresso come stanno facendo molti Paesi in questi ultimi mesi. Sicuramente però ne darò notizia sul mio canale Telegram.

        In ogni caso, per scaricare la tua attestazione di vaccinazione, puoi ricorrere a questo sito, dove ancora oggi puoi scaricare il tuo Green Pass. 🙂

        A presto,
        Marta
        Impiegata Giramondo

        Rispondi
    • Marta
      20 Aprile 2022

      Ciao Natascia,
      in questo caso dovrai fare doppia attenzione: 1) dovrai informarti su quanto è richiesto da Singapore per entrare dall’Italia 2) dovrai considerare ciò che l’Indonesia chiede in ingresso da Singapore.

      Da quel che si legge qui, anche Singapore è un Paese dal quale in Indonesia si può entrare. Ti consiglio però di approfondire l’argomento perché qui sul blog mi sto limitando a considerare le normative di ingresso nei vari paesi a partire dall’Italia. 🙂

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 11 Aprile 2022

    Ciao Marta, sto pianificando un viaggio a Bali per l’estate e volevo chiedere info circa il tampone PCR da fare in entrata: dove si effettua? L’aeroporto di Giakarta è attrezzato? Inoltre i tempi di attesa del risultato quanto sono lunghi (ad esempio in Italia, nei casi peggiori ci possono volere fino a 48h)? Eventualmente, l’attesa del risultato deve essere fatta in una delle strutture di quarantena da te indicate, quindi da prenotare in anticipo?
    Grazie infinite e scusa per le tante domande, ma cercando nei diversi siti, non ho trovato nessuna informazione dettagliata al riguardo.

    Rispondi
    • Marta
      11 Aprile 2022

      Ciao Ire,
      ti capisco perfettamente: è un bel caos e, oltre a questo, ogni sito dice la sua (evito commenti anche su siti governativi italiani dove le informazioni cambiano dalla sera al mattino…).

      Rispondendo alle tue domande, la situazione è questa: l’aeroporto internazionale Soekarno Hatta di Jakarta è uno dei punti di accesso in Indonesia “prestabiliti”, questo almeno stando al sito Viaggiare Sicuri. Sicuramente, una volta sul posto troverai dove fare il tampone (la struttura è organizzata per questi controlli). Attenzione però: mentre su Viaggiare Sicuri si legge che il test PCR da fare in entrata è obbligatorio (e io così ho riportato qui sopra), da questo sito (sito governativo indonesiano), alla pagina Ultime regole di viaggio per entrare a Bali a partire dal 5 Aprile 2022 (qui) si legge: “Upon arrival at the entry points, foreign travelers must undergo a COVID-19 symptom check, including a body temperature check, with the following conditions: if there is no symptom of COVID-19 and body temperature is below 37.5 degrees Celsius: no need to undergo RT-PCR examination upon arrival.“. Ovvero, verrà richiesto un test PCR COVID molecolare solo se misurandoti la temperatura all’arrivo questa sarà superiore ai 37,5 gradi.

      L’ingresso in Indonesia, senza tampone PCR all’arrivo (e senza l’attesa di un esito), dovrebbe quindi agevolare e non di poco il viaggio (almeno nella parte iniziale).

      Spero che presto il sito Viaggiare Sicuri venga aggiornato con un chiarimento in merito. Il sito che ti ho indicato però è piuttosto attendibile e frequentemente aggiornato. La prenotazione in un hotel “certificato” invece è richiesta ai soli viaggiatori non vaccinati o a chi non ha completato il ciclo vaccinale.

      PS: se è tua intenzione visitare Bali ti conviene atterrare all’Aeroporto Internazionale di Denpasar.

      Spero d’averti aiutato. 🙂 A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 11 Febbraio 2022

    Interessante e utilissima la lista degli hotel per i 5 giorni di quarantena a Bali.

    Rispondi
    • Marta
      11 Febbraio 2022

      Bene, mi fa piacere essere utile. 😀 Speriamo che per l’estate la situazione migliori e allentino le restrizioni, magari aprendo anche le Isole Gili.

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
      • 11 Aprile 2022

        Ciao Marta, scusa la domanda, ma non riesco a capire se le Isole Gili ad oggi si possono raggiungere da Bali o meno?

        Rispondi
        • Marta
          11 Aprile 2022

          Ciao Arianna,
          si, da Bali potrai raggiungere le Isole Gili. Una volta cioè entrata in Indonesia, potrai muoverti nel Paese. 🙂

          Ricordati che tra i requisiti è richiesta un’assicurazione viaggio COVID.

          A presto,
          Marta
          Impiegata Giramondo

      • 28 Marzo 2022

        Ciao Marta, stiamo organizzando un viaggio a Bali per quest’estate, sperando allentino ulteriormente le restrizioni COVID.
        Una cosa non mi è chiara: ad oggi serve un visto per entrare come turista per meno di 30 giorni?

        Grazie in anticipo

        Rispondi
        • Marta
          28 Marzo 2022

          Ciao Elisa,

          i cittadini italiani, in possesso di passaporto valido almeno per 6 mesi, sono esenti dalla richiesta di visto turistico se il soggiorno è inferiore ai 30 giorni. Ti consiglio di continuare comunque a controllare gli aggiornamenti del sito viaggiare sicuri, perché le normative sono in continuo cambiamento a causa del Covid. 😉

          A presto e non esitare a scrivermi per altri dubbi o domande,
          Marta
          Impiegata Giramondo

  • 15 Dicembre 2021

    Ciao, io sono appena rientrato dall’Indonesia sono stato a Jakarta, Bali, Lombok e Gili sono entrato con visto per lavoro, ho fatto un bel mese e non vedo l’ora di tornarci e forse nel 2022 trasferirmi definitivamente. Vorrei info al riguardo all’E-Visa di 10 anni come si ottiene? Grazie. Che dire, l’Indonesia è stupenda.

    Rispondi
    • Marta
      16 Dicembre 2021

      Ciao Sergio,
      confermo, Indonesia stupenda! 😀 Mi spiace però non poterti essere d’aiuto: per visti di lavoro o visti speciali la cosa migliore da fare è contattare un Consolato o l’Ambasciata, loro sapranno darti informazioni corrette ed aggiornate. 😉

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 29 Maggio 2021

    Ciao “cosa” sono a Jakarta per la quarantena obbligatoria, di 5 giorni. Qui è controllata e quindi non si sfugge. Ho ricevuto eVisa per poter entrare e con circa 500/600 € te la cavi per 10 anni (l’altro era scaduto). Le strutture per la quarantena e convenzionate con questa restrizione sono dettate dal Ministero della Salute e Immigrazione che obbligano anche ad un “passaporto medico” in entrata che però ho trovato nel loro sito da compilare e stampare in anticipo e consegnare all’arrivo. Ho scritto tutto in una nota e ho voluto “copiartelo” permetterti di aggiornare i tuoi followers. Gli alberghi sono tanti, ma consiglio un buon livello che offra il Quarantine-pack con test e transfer compresi (molto cari se richiesti a parte) e attendere in hotel la fine dei 5 giorni. Il prezzo va dai 6 ai 9 milioni di Rupie Indonesiane a seconda del livello scelto. Se vuoi altre notizie contattami. Un abbraccio, Andrea

    Rispondi
    • Marta
      30 Maggio 2021

      Ciao Andrea,
      sono Marta, piacere. 😛
      Ti ringrazio infinitamente per queste informazioni, come scrivi sono molto utili continui aggiornamenti a chi come noi ama viaggiare.
      ti contatterò presto per farti altre domande, nel frattempo buona Indonesia e sappi che ti invidio! 😉

      Marta – Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 16 Febbraio 2021

    Ciao, molto utili queste informazioni su Indonesia e Coronavirus: vorrei andarci a Luglio 2021 spero che con la campagna vaccinale si possa riprendere a viaggiare.

    Rispondi
    • 6 Marzo 2021

      Ciao, ma ora si può partire per Bali?

      Rispondi
      • Marta
        8 Marzo 2021

        Ciao Stefano,

        purtroppo le frontiere indonesiane sono chiuse per i cittadini di tutti i Paesi stranieri. A causa dell’aumento dei contagi da COVID-19, dal 24 Dicembre 2020 sono in vigore severe disposizioni in materia di ingressi e soggiorni come indicato sull’apposita pagina di Viaggiare Sicuri. Non solo quindi non è possibile lasciare l’Italia per raggiungere l’Indonesia, ma i confini indonesiani non sono aperti a noi italiani.

        Speriamo che la situazione migliori nei prossimi mesi.

        A presto,
        Marta – Impiegata Giramondo

        Rispondi
    • Marta
      16 Febbraio 2021

      Ciao Annapaola,

      lo spero tanto anch’io! Aggiornerò questa pagina appena ci saranno nuove informazioni.

      A presto,
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 12 Febbraio 2021

    indicazioni molto interessanti….mi piacerebbe andarci un mesetto in ottobre chissa’…tienimi aggiornato se puoi!!!!

    Rispondi
    • Marta
      12 Febbraio 2021

      Ciao Gianni,
      ti terrò sicuramente aggiornato e se ci saranno sviluppi sulla situazione Indonesia e Coronavirus, li troverai il prima possibile pubblicati su questa pagina. 😉
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 13 Gennaio 2021

    Grazie Marta,
    sempre molto utili e dettagliati i tuoi articoli.
    Vista la situazione credo proprio che il mio programma di viaggio a Bali x agosto prossimo verrà slittato al 2022.
    Grazie ancora.
    Brigitte

    Rispondi
    • Marta
      13 Gennaio 2021

      Ciao Brigitte,
      grazie a te per questo tuo gentile commento. 🙂
      Vorrei poterti rassicurare e dirti che quest’estate torneremo a viaggiare e che potrai fare il tuo viaggio in Indonesia, ma è una situazione talmente surreale che mi trovi pienamente d’accordo nel posticipare il tuo viaggio a Bali.
      Un abbraccio
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 6 Gennaio 2021

    Le informazioni sono sicuramente valide. Ho solo qualche perplessità per quanto riguarda la possibilità di recarsi a Bali.
    Alcuni amici si sono recati recentemente a Bali a trovare dei parenti e non hanno avuto difficolta!
    Partiti da Milano hanno fatto scalo a Dubai / Doha, di li si sono trasferiti a Giacarta e da Giacarta a Bali. Avevano con se il certificato negativo del tampone fatto tre giorni prima la partenza, l’assicurazione malattia e la Social Visa (visto elettronico) rilasciato da una agenzia balinese quale tutor (costo 400 Euro). È previsto per gli stranieri un periodo di quarantena di 5 giorni in un albergo del posto (Giakarta o Bali?) a proprie spese, ma loro non lo hanno fatto perché in possesso dei predetti documenti. Mi confermi che è questa la procedura giusta per recarsi a Bali?

    Grazie,
    Nicola

    Rispondi
    • Marta
      6 Gennaio 2021

      Ciao Nicola,
      al momento, dall’Italia, le informazioni che si riescono a reperire sono quelle che leggi su questa pagina. Se conosci chi a Bali vi è stato recentemente probabilmente ha informazioni migliori. Ricordo tuttavia che sino almeno al 15 Gennaio 2021 non è possibile partire per l’Indonesia dall’Italia per viaggi di piacere e, al rientro, in seguito ad una permanenza all’estero (paesi extra UE) di più di 120 ore si sarà sottoposti a 14 giorni di quarantena obbligatoria e sorveglianza sanitaria.

      Se hai altre informazioni torna a condividerle, potremmo essere d’aiuto ad altri viaggiatori. 😉

      Grazie e a presto,
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 24 Ottobre 2020

    Ciao, il tuo articolo è molto interessante e molto preciso. Noi avevamo un viaggio prenotato a Natale per Raja Ampat, non riesco a capire se -ad oggi- le frontiere dell’Indonesia sono chiuse o meno ai turisti. Noi dovremmo fare scalo a Giacarta. Se hai informazioni puoi scrivermi. Grazie in anticipo!

    Rispondi
    • Marta
      24 Ottobre 2020

      Ciao Lavinia,
      leggo dal sito Viaggiare SicuriA partire dal 2 Aprile a tutti i cittadini stranieri è vietato l’ingresso e il transito in Indonesia.” e, stando alle ultime notizie, per tutto il 2020 le frontiere del Paese dovrebbero rimanere chiuse. Tutto quello che puoi fare è contattare l’Ambasciata in Italia o un Consolato. Considera anche i divieti imposti dal nostro governo (ti rimando all’approfondimento sui viaggi extra UE).

      A presto,
      Impiegata Giramondo

      Rispondi