Zanzibar maree e alghe

Il fenomeno delle maree è uno degli argomenti più dibattuti da chi vi sta organizzando un viaggio a Zanzibar: te lo dico subito, una volta sull’isola sarai talmente incantato dalla meraviglia del mare tanto da scordarti il “problema delle maree”, anzi sarai d’accordo nel considerarlo parte del fascino di Zanzibar!

Se comunque arrivato sul fondo di questa pagina ancora non saprai dove alloggiare, potresti fare come me e trascorrere qualche giorno a Nord dell’isola e qualche giorno a Est, tanto spostarsi per Zanzibar è facilissimo (se vuoi approfondire leggi dove alloggiare a Zanzibar).

Zona migliore dove alloggiare a Zanzibar

Chiariamo subito: le maree interessano tutta Zanzibar e più in generale le coste della Tanzania in egual misura, con variazioni del livello del mare anche di 4,5 metri. Quel che cambia è la percezione che abbiamo del fenomeno delle maree dato dalla conformazione dei fondali: in certe zone dell’isola il fenomeno è più accentuato a tal punto da impedire per diverse ore al giorno la balneazione, in altre non la compromette per niente.

A Nord di Zanzibar, sopratutto nel tratto di mare che va da Kendwa a Nungwi, il fondale scende rapidamente e quindi la percezione delle maree è minima.

Nonostante questo a Nungwi potrai ammirare le barche dei pescatori in secca, ma non ti preoccupare: io stessa dopo aver scattato questa foto ho fatto tranquillamente un bagno poco più avanti. 🙂

La marea a Nungwi, Zanzibar
La marea a Nungwi, Zanzibar

Sulla costa Est invece il fondale marino scende molto più lentamente e l’innalzamento e l’abbassamento del livello del mare è molto evidente e “invasivo”. E’ qui che ho ammirato colori del mare a dir poco stupefacenti: dal bianco cristallino al blu turchese, passando per infinite sfumature d’azzurro: un colore in continuo cambiamento, uno spettacolo da vivere coi propri occhi! L’acqua è sempre presente e anche qui potrai fare il bagno in pozze naturali di acqua caldissima, ma non potrai certo nuotare durante l’orario di bassa marea.

Un’attività molto suggestiva è quella di incamminarsi verso la lontana barriera corallina: vedrai ricci e stelle di mare, coralli e pesci tropicali nuotarti attorno, fino a giungere dove le onde si infrangono contro il reef. Ti consiglio di indossare delle scarpette come queste oppure chiedere un passaggio al dhow di un pescatore (le tipiche imbarcazioni zanzibarine) per raggiungere la barriera più in fretta.
Ehi, attenti al sole: qui si rischia veramente di scottarsi!

Zanzibar: dove alloggiare?

 

Alta e bassa marea a Zanzibar

L’escursione maggiore del livello del mare la si ha con la Luna piena, di notte. Le maree sono cicliche e si ripetono ogni 6/7 ore, quindi nell’arco di 27 ore assisterai a due maree massime e a due maree minime. Il giorno seguente il fenomeno sarà posticipato di poco: è per questo che non è possibile definire un “orario di marea”, questo varia da giorno a giorno, da mese a mese, da anno ad anno a seconda delle fasi lunari. Spesso si legge nei vari gruppi di discussione “come sono le maree a Zanzibar in Agosto?” o ancora “hai avuto problemi con le maree a Zanzibar a Dicembre?”. Io do sempre la stessa risposta: vai a Zanzibar e ti innamorerai anche delle maree! 🙂
 

Calendario maree Zanzibar 2018

Se proprio non sono riuscita a convincerti e non puoi fare a meno di un “calendario maree” ecco il sito dove trovare quel che cerchi: Mobile Geographics.
Non ti fare ingannare dall’aspetto un poco retrò, le informazioni sono dettagliatissime e aggiornatissime.

Per quanto riguarda invece l’orario delle maree a Zanzibar guarda qui. Trovi un aggiornamento in tempo reale. 🙂

Infine, vuoi che qualcuno non abbia pensato ad un’app per le maree?
Eccoti l’app My Tide (tide in inglese è marea), disponibile sia per dispositivi Android (scaricabile qui) che per Apple (scaricabile qui): non dovrai fare altro che impostare la località che vuoi monitorare e l’applicazione ti mostrerà le fasi di alta e bassa marea: molto comoda!

My Tide: app controllo maree a Zanzibar
My Tide: app per il controllo delle maree a Zanzibar

Non c’è un periodo migliore per le maree a Zanzibar. Non esiste un momento dell’anno in cui si avvertono di meno o di più. Non c’è neppure differenza tra stagione secca e stagione delle piogge: sono solo le fasi lunari ad influenzarle e queste sono continuamente presenti. 🙂

Riassumendo e guardando alle maggiori località di Zanzibar:

Maree Kiwengwa Zanzibar

Kiwengwa è una delle località sulla costa Est di Zanzibar e quindi fortemente soggetta al fenomeno delle maree. Qui troverai molti resort e turisti.

Personalmente nei 3 giorni di permanenza a Paje, a Sud di Kiwengwa, ho apprezzato la possibilità di passeggiare lungo le interminabili spiagge della costa Est e poter arrivare a piedi sino alla barriera corallina dove tra stelle marine, coralli e pesci tropicali mi è sembrato di essere in un film Disney! 🙂

Maree Kendwa e Nungwi, Zanzibar

A Kendwa e Nungwi trovi il mare migliore di Zanzibar, soprattutto se ti piace nuotare. Come detto qui il fenomeno delle maree è meno sentito rispetto al resto dell’isola e, come conseguenza, l’acqua è molto più trasparente e pulita rispetto alla costa Est. Troverai anche molti resort, ma anche ristorantini e locali direttamente sulla spiaggia. Nessuno poi ti impedisce di soggiornare in una delle tante guest house zanzibarine.

📌 leggi dove soggiornare a Zanzibar

Maree Uroa, Zanzibar

Come per Kiwengwa e Paje anche qui a Uroa il fenomeno delle maree è molto sentito. A differenza delle località sopra citate però qui ho letto che sono spesso presenti alghe. Onestamente ne ho trovate anche all’estremo Nord, poco dopo di Nungwi, ma nel descrivere questo fenomeno il condizionale è d’obbligo. Onestamente a Uroa non sono stata, ma a Zanzibar mi sono ripromessa di tornarci… 🙂

Periodo alghe Zanzibar

Il fenomeno delle alghe a Zanzibar non è certo prerogativa di Uroa o di altre particolari località.

In tutta l’isola, proprio a causa delle maree, è facile imbattersi in alghe sulle spiagge. Onestamente, durante la mia permanenza, non mi hanno dato alcun fastidio o disagio.
La presenza delle alghe sulle spiagge è determinata da diversi fattori, tra cui la stagione e il caldo (che favorisce la crescita delle alghe). In generare a Nord dell’isola ve ne sono meno.

Di regola le alghe dovrebbero trovarsi prevalentemente dove è la barriera corallina, quindi, a maggior ragione, a Nord di Zanzibar dovrebbero esservene meno, ma anche le correnti giocano un ruolo importante. Infine anche il periodo influisce sulla presenza di alghe in spiaggia: durante il periodo delle piogge, con il mare grosso, dovrebbero essercene di più, ma allo stesso tempo, la stagionalità è imprevedibile e, di regola, è durante i mesi più caldi (tra dicembre e febbraio) che crescono più rapidamente.

In conclusione: vai a Zanzibar, di alghe e maree non preoccupartene oltre questa pagina! 🙂

Zanzibar maree e alghe

Articolo valutato 4.86 / 5 da 21 lettori

Valuta l'articolo:            

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *