Maldive fai da te: consigli di viaggio

Ed eccoci ad elencare qualche consiglio per vivere al meglio un viaggio alle Maldive in fai da te. Spero ti possano essere d’aiuto una volta sul posto, sono informazioni che ho raccolto in prima persona durante il mio viaggio in questo meraviglioso Paese che mi auguro avrai presto occasione di visitare.

Te lo dico subito e chiaramente: prenotare le Maldive da soli è possibile e spero che quel che troverai qui di seguito ti aiuterà!

ATTENZIONE: se stai programmando un viaggio alle Maldive consulta la pagina Coronavirus e Maldive prima di prenotare il tuo volo.

Io e Marcello nel Mare delle Maldive
Maldive dai da te, anzi fai da Impiegata Giramondo 🙂

 

Maldive fai da te è possibile

 

Quando andare

Nell’immaginario comune italiano le Maldive sono un viaggio ideale durante il nostro inverno ed infatti il periodo migliore per le Maldive va da metà Dicembre ad Aprile.

Avendo la possibilità di prendere ferie durante l’anno però, i mesi migliori in assoluto sono Febbraio e Marzo, quando le piogge sono più rare e il cielo sgombro da nuvole.

Durante Dicembre e Gennaio (io ero qui alle Maldive a Capodanno) è possibile imbattersi in qualche temporale di breve durata, dato dall’allontanarsi dalla stagione delle piogge, più frequenti durante il periodo da Maggio ad Ottobre

Sono comunque tantissimi i nostri connazionali a concedersi un viaggio in Agosto alle Maldive, anche se questo non è uno dei periodi più favorevoli dell’anno per una vacanza da queste parti, perché? Perché le Maldive, per la loro conformazione e la loro posizione nel mezzo dell’Oceano Indiano non sono soggette a cicloni tropicali e anche nei mesi piovosi non vivono mai più di 4-5 giorni consecutivi di pioggia, tanto che non è raro osservare lunghi periodi di bel tempo anche durante i mesi sulla carta più sfavorevoli.

Per tutto il resto c’è la fortuna (o la sfortuna) 🙂 ma come mi piace dire in questi casi: meglio prendere acqua alle Maldive che a casa!🙂

 

Dove alloggiare alle Maldive: resort o guesthouse

Do per scontato che se stai pensando ad un viaggio in fai da te tu voglia farlo anche per questioni di budget e per questo preferirai un’esperienza in guesthouse, piuttosto che in un patinato resort e per questo ti consiglio di leggere l’approfondimento Maldive in guesthouse per capire cosa significa vivere un’isola di pescatori.

In merito ai resort ho poco da dire: non mi piace attraversare mezzo Mondo per vivere un’esperienza “ovattata e recintata”. Non dico che non si possa godere di una bella vacanze alle Maldive in resort, dico solo che non fa per me… dico sopratutto che preferisco altro e, perché no, qualche inconveniente dato dal dover vivere un luogo per quello che è e non per quello che deve apparire per il turista. Comunque, come si dice in questi casi, ad ognuno il suo viaggio.🙂

Ho preferito una vacanza in guesthouse per la mia prima volta alle Maldive e per mille motivi dati dalla mia esperienza non posso che consigliarti Dhiffushi: quest’isola ti incanterà!

Il mio alloggio a Dhiffushi

 

 

Bikini Beach le spiagge per turisti

Le Maldive sono un Paese mussulmano e molte donne qui indossano il burka. Un abbigliamento decoroso e rispettoso che copra spalle e ginocchia è raccomandato per le donne.

Non ho mai sentito un maldiviano farmi osservazioni sull’abbigliamento (ho avuto l’impressione che sia una popolazione estremamente gentile e disponibile oltre che, aggiungo io, “abituata ai turisti”), è sufficiente un pareo che copra sin sotto al ginocchio.

Spalle e gambe coperte però dovresti averle anche in spiaggia ed è per questo che per noi occidentali sono nate le cosiddette bikini beach, o spiagge per i turisti dove poter indossare tranquillamente il costume da bagno che preferisci.

Della questione bikini beach alle Maldive o spiagge per i turisti sono in molti a non sapere: scegli accuratamente l’isola dove alloggerai in base alle spiagge. A Dhiffushi sono ben 4 e tutte bellissime, ma in altre isole potresti trovare un mare da favola e l’impossibilità di entrarci in costume! Lo ripeto: parola d’ordine, informarsi!

Una bikini beach alle Maldive
Una bikini beach alle Maldive (Dhiffushi)

 

Come muoversi e raggiungere gli atolli

Come spostarsi tra le isole delle Maldive? Questa è una delle domande più gettonate, cerchiamo di rispondere in modo chiaro ed esaustivo.

Se come nel mio caso soggiornerai in una guesthouse, dovrai raggiungere l’isola di pescatori dove è situato il tuo alloggio e dovrai occupartene in prima persona. In caso di un viaggio alle Maldive in resort al contrario penseranno a tutto gli altri per te.

In realtà anche contattando la tua guesthouse troverai tutto l’aiuto necessario: i maldiviani sono una popolazione estremamente cortese e attenta ai turisti e i gestori degli alloggi fanno di tutto per aiutare i turisti ad arrivare da loro.

Fuori dall’aeroporto di Malé troverai l’attracco per le imbarcazioni che ti condurranno a destinazione (nella foto qui sotto lo vedi in lontananza, dove arriva la luce e dove le persone sono dirette a piedi).

Aeroporto Malé indicazioni traghetti
Aeroporto Malé indicazioni traghetti

Qui occorre fare una prima distinzione.
Innanzitutto l’aeroporto di Malé sorge sull’isola artificiale di Hulhumale, connessa a Malé dal 2018 tramite un ponte (la corsa in taxi tra Malé e Hulhumale – che però NON ti consiglio – è di 10/15 Dollari americani – parleremo anche di seguito di quale moneta usare), ma soprattutto tramite comodi traghetti che partono ogni 20 minuti in entrambe le direzioni e dall’irrisorio costo di 10 Rupie maldiviane (abbreviate in MVR, meno di 1 €). E’ possibile pagare anche in Dollari americani il biglietto per il traghetto, ma non tramite carta di credito.

Dall’attracco dell’aeroporto di Malé partono principalmente le imbarcazioni dirette ai resort e non alle isole di pescatori. Queste partono dall’isola di Malé che quindi dovrai raggiungere. Fortunatamente il traghetto dall’aeroporto a Malé percorre la tratta più volte al giorno e poi, come vedi dalla foto qui sopra, le indicazioni per raggiungere l’imbarco non mancano.

Ufficio informazioni aeroporto Malé
Ufficio informazioni aeroporto Malé

Proprio appena fuori agli arrivi dell’aeroporto troverai poi un banco per le informazioni (quello della foto qui sopra): come dicevo i maldiviani sono una popolazione gentilissima e disponibilissima ed in più a questo desk troverai un ulteriore aiuto. In caso di necessità troveranno per te il numero di telefono della tua struttura, che potrai contattare telefonicamente utilizzando il loro telefono.

Una volta raggiunto in traghetto l’imbarco di Malé da cui partono le isole di pescatori non dovrai fare altro che individuare la tua imbarcazione (i pontili sono numerati, ma i numeri sono piuttosto nascosti): domanda a qualche passante e avrai le risposte e l’aiuto che cerchi. Imbarcarti e paga all’arrivo in Rupie maldiviane o in Dollari americani.

E gli orari dei traghetti per muoversi alle Maldive? Puoi consultarli tramite il sito www.atolltransfer.com ma, ti consiglio di non prenotare tramite il sito, bensì contattando la tua guesthouse: penseranno loro alla prenotazione facendoti risparmiare.

Per raggiungere le isole vi sono due soluzioni: traghetti lenti, i cosiddetti dhoni (Maldives Public Boat – slow dhoni) o le barche veloci, speed boat.

Facciamo un esempio: da Malé a Dhiffushi in dhoni il biglietto ha un costo di 2 Dollari americani a persona (meno di 2 €), ma il tragitto richiede circa 3 ore. In speed boat il costo sale a 35 Dollari americani a persona (se prenotato da una guesthouse, altrimenti 48 Dollari se è stato acquistato tramite atolltransfer.com) per un tragitto di 45 minuti / 1 ora. C’è una bella differenza.

Attenzione che al Venerdì il numero di trasferimenti da e per le isole maldiviane è molto più ridotto del solito (il Venerdì è l’equivalente della nostra Domenica per i mussulmani).

Gli atolli più lontani da Malé si possono raggiungere anche in idrovolante: qui però i prezzi salgono vertiginosamente (parliamo di più di 100 $ a persona a tratta). Trovi tutte le info su questo sito www.flyme.mv

Io ho preferito soggiornare a Dhiffushi anche per contenere il costo dei trasporti interni.

 

SIM per telefonate e internet alle Maldive

Quando visito un Paese straniero sono solita acquistare una SIM in aeroporto per reperire facilmente informazioni sul posto e per contattare amici e familiari a casa.

Telefonare alle Maldive non è stata una priorità, dato che è facile acquistare una SIM maldiviana per turisti con molti GB di traffico Internet a disposizione e grazie alle chiamate WhatsApp poco mi è servito chiamare tramite linea telefonica (il mio smartphone Honor 10 è un dual SIM, il che mi permette di mantenere il mio numero italiano e utilizzare una seconda SIM straniera).

Ho poi sempre trovato WiFi gratuiti nelle strutture dove ho alloggiato, ma ho acquistato comunque una SIM.

Innanzitutto, proprio all’aeroporto di Malé, troverai un pratico WiFi gratuito a cui poter accedere appena atterrati. Appena fuori l’aeroporto, dove solitamente staziona chi riceve i viaggiatori coi cartelli e lavagnette con nomi e cognomi, svolta a destra: troverai due negozi, uno di Dhiraagu e l’altro di ooredoo: sono i due principali operatori telefonici maldiviani.

Tariffe Internet SIM Maldive
Tariffe Internet SIM Maldive

Molto probabilmente li riconoscerai dalla fila di turisti all’esterno, armati di sana pazienza e cerca di arrivare prima degli altri passeggeri del tuo volo!

Io ho acquisto qui una SIM ooredoo e sulle isole dove mi sono spostata ho sempre avuto una discreta ricezione.

Troverai queste SIM anche sulle varie isole di pescatori, ma qui in aeroporto è possibile sottoscrivere offerte per turisti molto più vantaggiose.

Dove in aeroporto troverai SIM per viaggiatori a 20 Dollari americani (circa 20 €) con 17 GB di traffico dati, sulle isole la stessa SIM è in vendita alla stessa cifra, ma con soli 5 GB di traffico.

 

Come pagare

La moneta ufficiale delle Maldive è la Rupia maldiviana (meglio Rufiyaa delle Maldive), abbreviata con la sigla MVR. 17 Rupie corrispondono circa ad 1 €.

Cambiare gli Euro in Rupie o prelevarle ai Bancomat non è strettamente necessario, ma pagare in Rupie è probabilmente il modo migliore per risparmiare qualche spicciolo, a patto che la tua banca non applichi tassi di prelievo esagerati.

Alle Maldive sono comunque e sempre accettati i Dollari americani (USD), purché le banconote siano datate dopo il 2009.

Non tutte le isole di pescatori hanno Bancomat e banche, ma tutte le strutture ricettive accettano Carte di Credito e Bancomat. Puoi pagare con Carta di Credito e Bancomat anche nella maggior parte di ristoranti, bar e mini-market, ma non in tutti: chiedi prima di ordinare una consumazione o comprare un gelato. 🙂

Una cosa però è bene tenere a mente: ai pagamenti con Carta di Credito o Bancomat potrebbe essere richiesta una commissione aggiuntiva (variabile tra il 3 e il 4%), quindi informati prima di pagare.

Alle Maldive accettano Euro? Si, ma è sconveniente dato che effettuano un cambio 1 a 1 coi Dollari americani.

Un consiglio: all’aeroporto (ricordi quando ti dicevo che svoltando sulla destra troverai i due negozi per l’acquisto delle SIM maldiviane?) svoltando a sinistra troverai uno sportello Bancomat, anzi due.

Prelevando da Bank of Maldives (quella rossa) mi è stata applicata una commissione di 100 Rupie, circa 6 €. Mentre prelevando presso lo sportello HBL non ho avuto commissioni. Accertatene prima di prelevare.

Sportelli bancomat a Malé (Maldive)
I due sportelli bancomat all’aeroporto di Malé

 

Cosa mettere in valigia

Mi permetto di darti 3 semplici indicazioni su cosa mettere assolutamente in valigia per le Maldive.

Crema solare

Porta con te creme solari con una protezione alta, qui il sole “picchia” veramente forte ed è facile scottarsi.

Da mezzogiorno alle 2 del pomeriggio è veramente difficile resistere in spiaggia senza ombrellone. Un’ottima protezione solare è fondamentale e lo stesso vale per il doposole.

Zanzare alle Maldive

Le zanzare alle Maldive sono un argomento molto discusso, io a fine Dicembre e ai primi di Gennaio ne ho trovate pochissime, salvo qualche d’una al mattino, ma nulla di fastidioso.

Nei paesi tropicali viaggio sempre con un Biokill da spruzzare sui vestiti e in valigia e porto con me un Autan Tropical (sulla carta più “forte” del normale Autan), meglio prevenire. Anche questi non sono mancati nella mia valigia alle Maldive.

Borsa portaoggetti impermeabile

Porto sempre con me questa borsa impermeabile per la spiaggia e le escursioni.

In realtà io e Marcello ne abbiamo due: una più capiente e l’altra più piccola per cellulari e portafoglio. Te ne parlo perché l’ho trovata comodissima qui alle Maldive, anzi essenziale durante le escursioni in barca! Pensaci.

Ah, qui non servono scarpe: un paio di infradito per 10 giorni di vacanza sono più che sufficienti! 🙂 Direi che è un ottimo modo per risparmiare spazio in valigia.

PS: un adattatore di corrente da viaggio lo porti sempre con te, vero ?

 

Documenti per le Maldive

Non occorre alcun documento particola per poter entrare nelle Maldive e il visto turistico è gratuito ed è valido per 30 giorni.

Tutto quello che ti occorre è il tuo passaporto con 6 mesi di validità.

 

Vaccinazioni alle Maldive

Stando al sito della Farnesina, che ti consiglio sempre di consultare prima di partire per un viaggio, non è richiesta alcuna vaccinazione specifica per recarsi alle Maldive, ad esclusione del certificato di vaccinazione per la febbre gialla ai soli viaggiatori provenienti da zone a rischio di trasmissione o che abbiano transitato per più di 12 ore in aeroporti delle zone a rischio.

Compilando il modulo di richiesta del visto turistico che ti verrà fornito in volo o troverai all’aeroporto di Malé, nel caso provenissi dai paesi del Sud America o dell’Africa, dovrai infatti indicare il numero di vaccinazione per la febbre gialla e la data in cui hai fatto il vaccino.

Sempre stando al sito della Farnesina sono stati registrati nel Paese casi di Zika Virus e di dengue, trasmessi dalle zanzare. Queste sono indicazioni comuni per molti paesi delle aree tropicali: prendi gli accorgimenti dati poco qui sopra al punto “Zanzare alle Maldive”.

Sicuramente qualcuno mi chiederà quali vaccinazioni ho fatto per le Maldive 🙂 rispondo in anticipo: non sono un medico ed in questi casi è sempre meglio chiedere ad un professionista: sono solita prendere appuntamento presso la mia ASL, all’ambulatorio del viaggiatore internazionale e chiedere tutte le informazioni ad un personale qualificato.

 

Assicurazione viaggio Maldive fai da te

Io ogni anno rinnovo la mia polizza viaggio Columbus. Sono una viaggiatrice fai da te e all’estero non viaggio senza un’assicurazione adeguata: in casi d’assistenza sanitaria alle Maldive senza assicurazione saranno guai.

Ti consiglio di fare altrettanto, trovi qui un approfondimento: migliore assicurazione viaggio annuale. Columbus offre anche pacchetti per viaggi singoli a prezzi più contenuti, in ogni caso un’assicurazione viaggio non incide mai significativamente sui costi di una vacanza, non partire mai senza!

 

Dovrebbe essere tutto, spero che questi consigli possano esserti utili, trovi altre pagine sul blog dedicate alle Maldive:

📌 Dhiffushi (Maldive): consigli per il fai da te

📌 Guesthouse Maldive: quale atollo

📌 Costi viaggio Maldive: come risparmiare

Scrivimi su Instagram, Facebook o qui sotto nei commenti in caso di dubbi o necessità. 🙂

Maldive fai da te: consigli di viaggio

Articolo valutato 5.00 / 5 da 14 lettori

Valuta l'articolo:            


Se hai trovato informazione utili, potresti condividere questa pagina?
Ti ringrazio in anticipo! 🙂

FacebookWhatsAppTwitterPinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *