Thailandia e Coronavirus: voli e situazione oggi

Torno a parlare di Thailandia e non per dare consigli, ma, ahimé, per fornire informazioni aggiornate sulla situazione Coronavirus.

In Thailandia sono confermati decine di casi di Coronavirus (qui trovi i dati aggiornati giorno per giorno), ma per quanto riguarda noi viaggiatori è il sito della Farnesina il vero punto di riferimento in questi caotici giorni e in particolare questa pagina dedicata ai viaggi in Thailandia.

Thailandia e Coronavirus: la situazione aggiornata
Thailandia e Coronavirus: la situazione oggi

 

Coronavirus: si può partire per la Thailandia?

Nonostante in data 1 Luglio 2020 la Thailandia sia stata inserita dall’Europa nella lista di 14 Paesi extra Europei verso i quali le frontiere sono nuovamente aperte, non è consentito recarsi in Thailandia per viaggi di piacere. Riporto, sintetizzandolo, l’ultimo comunicato pubblicato sul sito della Farnesina (che ti consiglio di consultare in versione intergrale):

Le autorità thailandesi hanno prorogato al 31 Ottobre lo stato di emergenza nazionale decretato il 26 Marzo in risposta all’emergenza sanitaria causata da COVID-19. Non sono consentiti i transiti aeroportuali. Rimangono chiuse dal 21 Marzo scorso tutte le frontiere terrestri.


Le autorità thailandesi hanno prorogato al 31 Luglio lo stato di emergenza nazionale in risposta all’emergenza sanitaria causata da COVID-19. Non sono consentiti i transiti aeroportuali. Rimangono chiuse tutte le frontiere terrestri. È fatto divieto a tutti gli stranieri di entrare nel territorio thailandese.

È previsto per tutte le categorie l’obbligo di osservare 14 giorni di quarantena presso strutture e alberghi indicati dalle Autorità. Le relative istanze di autorizzazione all’ingresso in Thailandia devono essere presentate all’Ambasciata thailandese competente in base al Paese in cui ci si trova. Fino al 30 Settembre è previsto per i cittadini italiani l’obbligo di munirsi di visto d’ingresso in Thailandia.

È stata inoltre disposta la proroga, fino al 31 Luglio, della sospensione del traffico aereo internazionale in arrivo, ad eccezione dei voli di rimpatrio di cittadini thailandesi.

Thai Airways ha sospeso la tratta aerea Fiumicino-Bangkok e Milano-Bangkok.

 

Coronavirus e Thailandia news oggi

Lo ribadisco ulteriormente: nonostante le indicazioni dell’Europa e del governo italiano consentano viaggi di piacere verso la Thailandia, sono le frontiere thailandesi ad essere ancora chiuse.

Le autorità thailandesi negli ultimi mesi hanno ipotizzato la riapertura delle frontiere della sola provincia di Phuket, questo per avviare una sorta di test alla ripresta del turismo. Tale test, inizialmente ipotizzato a partire dall’1 Ottobre 2020, è in fase di definizione e al momento non vi è nulla di ufficiale o certo (anzi, il governo thailandese è stato criticato su più fronti per questa iniziativa difficilmente attuabile).

Purtroppo, come prevedibile, il giorno 30 Settembre la Thailandia ha prorogato al 31 Ottobre lo stato di emergenza nazionale: ancora al momento tutto è sospeso.

 


Thailandia, COVID-19 e Special Tourist Visa (STV)

Grazie a Fabio segnalo che il Consiglio dei Ministri thailandese, durante una riunione del 15 Settembre 2020, ha approvato uno speciale visto turistico (STV) per i visitatori di lunga permanenza che accetteranno di aderire una quarantena di 14 giorni una volta entrati nel Paese.

La proposta, ancora in fase di definizione tra più ministeri e le agenzie competenti, mira ad aiutare l’industria del turismo thailandese che è stata duramente colpita dalla situazione COVID-19.

I visitatori di lunga permanenza che vorranno soggiornare in Thailandia dovranno mostrare preventivamente prova del loro effettivo soggiorno presso gli hotel in cui soggiorneranno, attenendosi scrupolosamente alle misure stabilite dal Ministero della sanità pubblica thailandese. Questo speciale visto turistico consentirà loro di rimanere in Thailandia per un periodo di 90 giorni, eventualmente estendibile.

La Thailandia è stata in grado di gestire la situazione COVID-19, tanto da essere riconosciuta come una delle destinazioni sicure al mondo.

La Thailandia inizierà ad aprire ai turisti per lunghi soggiorni le aree del Paese in cui è stata meglio controllata la diffusione del COVID-19.

Questo speciale visto turistico dovrebbe essere attivo da Ottobre 2020 tuttavia al momento non vi sono indicazioni chiare né, pare, sono ancora state attivate tutte le procedure necessarie da parte del Governo thailandese.

 


In data 15 Giugno 2020 è apparto il seguente avviso sul sito della Farnesina:

Fino al 30 giugno 2020 restano VIETATI gli spostamenti da/per la Thailandia, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o di salute. E’ in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Con data 3 Marzo 2020 si legge:

All’interno degli aeroporti thailandesi sono effettuati degli screening sanitari che prevedono la misurazione della temperatura corporea. I passeggeri con febbre saranno sottoposti a valutazione medica, in base alla quale verrà stabilito se inviarli o meno in un ospedale specializzato, dove saranno tenuti in quarantena per un periodo di circa 3-4 giorni, il tempo necessario per avere i risultati degli appositi test clinici. Nel caso in cui il test sia positivo verranno sottoposti a trattamento medico in loco, se negativo, saranno dimessi dall’ospedale.

Qui mi permetto di ricordare l’importanza di assicurazione viaggio, indispensabile per chi viaggia in fai da te come me, indipendentemente da Coronavirus o meno!

Le autorità sanitarie thailandesi hanno indicato che le persone provenienti dal Italia, Cina e Regioni Amministrative Speciali di Hong Kong e Macao, Francia, Germania, Iran, Giappone, Corea del Sud, Singapore e Taiwan sono invitate, in assenza di sintomi, a porsi in auto-quarantena volontaria per un periodo di 14 giorni durante i quali, se sviluppano i sintomi, devono riferirsi alle autorità sanitarie locali.”

 

Cancellazione voli Thailandia per Coronavirus

Ricordiamo che la Turchia ha sospeso il traffico aereo con l’Italia ed essendo Turkish Airlines un vettore di comunicazione importante tra Italia e Thailandia il consiglio è di verificare direttamente con la compagnia aerea lo stato del proprio volo.

 

Non ho trovato informazioni particolarmente utili o interessanti sulla pagina Facebook dell’Ambasciata italiana in Thailandia che consiglio comunque di monitorare.

Aggiornerò questa pagina in caso di novità sull’argomento, al più scrivimi nei commenti se avessi qualcosa di utile e da comunicare a tutti. Ti ringrazio in anticipo!

 

 

Thailandia e Coronavirus: voli e situazione oggi

Articolo valutato 4.74 / 5 da 23 lettori

Valuta l'articolo:            


Se hai trovato informazione utili, potresti condividere questa pagina?
Ti ringrazio in anticipo! 🙂

FacebookWhatsAppTwitterPinterest

12 commenti a “Thailandia e Coronavirus: voli e situazione oggi

  • 28 Ottobre 2020
    Permalink

    Buonasera,

    ho casa a Kata Noi e come ormai da quasi 15 anni questo Natale mi vorrei recare a Phuket con volo Swiss Air da Malpensa per Phuket con scalo a Bangkok. E’ realistico pensare ad una apertura
    dei flussi turistici sull’isola? Io andrei per 3-4 settimane, cioè dal 20 Dicembre al 16 Gennaio. Se di 4 settimane circa però 2 devo passarle a casa in quarantena senza nemmeno potermi avvicinare alla mia Kata Noi Beach o ad altre della zona (Nui Beach su tutte) mi sembra una vacanza inutile e molto stressante. Io modestamente lo stress me lo porto già dal Febbraio 2020 con la pandemia in Italia e resto d’Europa… non sento l’ esigenza di sperimentare il lockdown in salsa agrodolce Thai. Cosa ne pensi? Un caro saluto e speriamo si risolva tutto in fretta!

    Rispondi
    • Marta
      28 Ottobre 2020
      Permalink

      Ciao Renato,
      la situazione in Thailandia pare piuttosto “disordinata”. Le autorità thailandesi hanno prorogato al 31 Ottobre lo stato di emergenza nazionale con numerosi proclami di “riapertura dei confini al turismo”. Di concreto al momento non c’è ancora nulla. Il consiglio quindi è quello di attendere almeno il 31 Ottobre e nuove disposizioni da parte del governo Thai.

      Incrociamo tutti le dita.

      A presto,
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
      • 29 Ottobre 2020
        Permalink

        Grazie Impiegata Giramondo (non ho trovato il tuo nome),
        attendiamo qualche notizia certa, ma se il governo Thai vuole rianimare il Turismo nel paese invitando i turisti dilunga permanenza a stare sull’isola o nel paese almeno 90 giorni… a me non sembra una gran bella idea!
        Chi ha tanto tempo da dedicare alle vacanze? Pensionati, ricchi ereditieri, trafficanti….? Chi poteva farlo si è già trasferito in modo stabile, ma il grande flusso è fatto dei milioni di turisti che fanno 8-10-14 giorni. Questa è la mia idea.

        Dai speriamo che possano trovare rimedi più logici e magari ci vediamo lì.

        Baci,
        Renato

        Rispondi
        • Marta
          29 Ottobre 2020
          Permalink

          Si, condivido le tue considerazioni.

          Credo che l’intento della Thailandia sia quello di definire un ipotetico programma-test per la riapertura delle frontiere; magari a partire da turisti altospendenti e con la possibilità di trasferirsi nel paese per diverse settimane.

          Tutto questo nell’attesa che i flussi turistici possano essere ripristinati – cosa che stando alle ultime notizie credo che non avverrà a breve purtroppo 🙁

          A presto,
          Marta 🙂 – Impiegata Giramondo

          Rispondi
          • 30 Ottobre 2020
            Permalink

            Grazie Marta…

            Aggiornami su eventuali sviluppi…

            Ho fatto i Biglietti aerei ma Swiss air dice che se non si parte per blocchi del paese di destinazione mi rimborsa il totale senza penali…

            saluti.

            Renato
            Lugano ch

          • Marta
            31 Ottobre 2020
            Permalink

            Spero di aggiornarti presto con buone notizie.
            Nel mentre grazie per la segnalazione su Swiss Air! 🙂
            A presto

            Impiegata Giramondo

    • Marta
      22 Settembre 2020
      Permalink

      Grazie Fabio! Faccio una verifica ed eventualmente aggiorno la pagina!

      Ancora grazie,
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
      • 9 Ottobre 2020
        Permalink

        Ciao,
        vorrei chiedervi se avete novità sui viaggi verso Phuket. Vi sarei molto grato per qualsiasi aggiornamento.

        Rispondi
        • Marta
          9 Ottobre 2020
          Permalink

          Ciao Danilo,
          al momento la Thailandia ha esteso lo stato di emergenza sino al 31 Ottobre 2020, il che significa frontiere chiuse almeno sino a fine mese e impossibilità di entrare nel Paese. Sulla stampa internazionale si legge di “riapertura di prova”: 150 turisti cinesi che dovrebbero entrare proprio a Phuket soggiornando presso strutture turistiche per 14 giorni in quarantena e poi muoversi in “aree controllate”… ma onestamente non credo che un approccio del genere possa considerarsi risolutivo.

          Appena ci saranno nuovi aggiornamenti li pubblicherò sulla pagina qui sopra.

          A presto,
          Impiegata Giramondo

          Rispondi
  • 15 Settembre 2020
    Permalink

    Ho fatto richiesta, tramite invito da produttore tailandese di abbigliamento, all’Ambasciata Tailandese in Italia, per poter viaggiare dal 14 Ottobre 2020 al 4 Novembre in Tailandia nella città di Ubon Ratchathani. Al momento non trovo aggiornamenti su eventuali permessi di entrata nel Paese.

    Rispondi
    • Marta
      15 Settembre 2020
      Permalink

      Ciao Enrico,
      le notizie più attendibili si trovano sul sito Viaggiare Sicuri (qui la pagina dedicata a Coronavirus e Thailandia). Purtroppo la situazione è piuttosto caotica con notizie reperibili online, anche a volte contraddittorie, che riguardano possibili riaperture da parte della Thailandia.

      Mi spiace non poterti dare informazioni molto utili.

      Impiegata Giramondo

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *