Viaggio in Thailandia fai da te: consigli utili

OK, veniamo ad alcuni semplici consigli per organizzare un viaggio in Thailandia o meglio potrei dire “quel che avrei voluto leggere prima di partire per la Thailandia e che posso scrivere solo ora dopo esserci stata!” 🙂

La Thailandia è un Paese molto facile da visitare in fai da te e a “misura di italiano”. Dico così perché non ho avuto la minima difficoltà ad organizzare spostamenti, escursioni o altro, anche se pianificati all’ultimo, direttamente sul posto e in pieno Agosto.

Come risaputo, qui troverai moltissimi nostri connazionali e le strutture turistiche sono molto sviluppate: non è difficile imbattersi in centri informativi provvisti di mappe e cartine e hotel e guest house sono ben disposti ad aiutare nell’organizzare di spostamenti ed escursioni.

Io sono una viaggiatrice fai da te e se pensi che organizzare un viaggio in Thailandia sia troppo impegnativo, non esitare a scrivermi nei commenti a fondo pagina: ti aiuterò volentieri!  🙂

 

Sottoscrivi una polizza viaggio Columbus per viaggiare in Thailandia e utilizza il codice sconto TBG033 riceverai uno SCONTO del 10%

Lonely Planet Thailandia
Una usurata Lonely Planet Thailandia al ritorno dal viaggio

 

Viaggio in Thailandia fai da te

 

La cultura thailandese è inevitabilmente influenzata dalla religione buddhista (circa il 95% della popolazione è buddistha) e un che di positivo sembra pervadere la quotidianità di questo popolo: i thailandesi sono cordiali e sorridenti. E’ stato veramente piacevole trascorrere del tempo in Thailandia e anche nel caotico traffico di Bangkok non ho avvertito frustrazione o tensione. Lo so, è difficile crederci e altrettanto lo è per me da spiegare, ma ti assicuro che è così. 🙂

Unico neo…beh, il loro inglese non è dei migliori, ma dato che anche il mio lascia parecchio a desiderare tra un’incomprensione e l’altra siamo riusciti a capirci. 🙂

 

Leggi anche Dove alloggiare a Bangkok

 

Viaggio in Thailandia prezzi

Un viaggio in Thailandia è economico? Si, se rapportato a mete come l’Europa o gli Stati Uniti. E’ meno economico rispetto a viaggi in altri paesi del Sud Est Asiatico, come la Malesia o l’Indonesia. Qui in Thailandia il turismo è arrivato da tempo e nelle zone più rinomate, volendo, troverai pernottamenti, divertimenti e cibo a prezzi in linea con gli standard europei.
La Thailandia rimane comunque un paese economico per un viaggio: ad esempio l’offerta di strutture alberghiere è tale che è possibile pernottare in ottime strutture a prezzi tutto sommato economici e se il tuo viaggio in Thailandia dovesse essere veramente low budget, qui troverai sicuramente dove dormire, ovviamente accontentandoti.

Aggiungo anche questo: al Nord (Chaiang Mai, Chiang Rai) tutto costa meno: dal cibo, ai massaggi (ti consiglio di farli!), al pernottamento. A Bangkok l’offerta è veramente variegata e “per tutte le tasche”. Mentre sulle isole la vita vacanziera è più cara, come anche i trasporti per raggiungere queste destinazioni: nulla di proibitivo, ma mi pare corretto indicarlo.

 

Quanto costa un viaggio un Thailandia?

Ma quanto costa un viaggio in Thailandia? La risposta la trovi nel mio itinerario in Thailandia di tre settimane: ho speso più del previsto, ma perché ho preferito la comodità di alcuni costosi voli interni e hotel paragonabili a nostri 3 stelle, a strutture più economiche e a spostamenti via terra (bus). In tre settimane, adattandosi, e acquistando il biglietto del volo per Bangkok in anticipo è possibile spendere meno di 2.000 € a persona.

 

Quanto costa mangiare in Thailandia

Quanto costa mangiare in Thailandia? Economico si, ma spenderai 10 € in due solo se mangerai cibo thai e non nelle zone più turistiche.

A Koh Samui o Koh Phangan è più credibile indicare una cifra di 10/15 € a testa per un pasto in locali turistici, cifra che sale se si sceglie un locale “alla moda” o che scende se ci si accontenta della cucina locale. Lo ripeto: qui il turismo è arrivato, per questo dico che volendo potresti tranquillamente spendere quanto a casa.

Piatti della cucina thailandese
Ho adorato la cucina thailandese e questi due piatti li ho preparati io! Prossimamente racconterò come!

 

Come muoversi in Thailandia

Che la tua intenzione sia sfruttare uno dei voli interni delle varie compagnie low cost thailandesi (cercali su SkyScanner), uno dei tanti elogiati treni o i servizi bus che collegano le città della Thailandia, qui troverai sempre trasporti economici e organizzati.

Bangkok è crocevia di voli intercontinentali: ottimi prezzi e grande varietà d’offerta.
Dalla capitale partono poi tutta una serie di voli interni per le principali mete al Nord o le destinazioni mare a Sud.

Unico appunto posso farlo sui voli per le isole in pieno Agosto: io mi sono sposata da Bangkok a Koh Samui e per scegliere l’opzione più comoda (non avevo intenzione di un lunghissimo viaggio in treno seguito da uno spostamento in bus e poi da due ore di traghetto) ho speso 144 € per il volo di sola andata (85 € per il ritorno), ma questo perché ho scelto appunto la via più comoda e prenotata all’ultimo.
L’alternativa via terra e mare non mancava: tutto dipende dalla pianificazione del proprio itinerario e, a tal proposito, spero che le pagine del mio piccolo blog ti possano essere d’aiuto! 🙂

Non ho avuto modo di provare treni i thailandesi, ma sia italiani conosciuti sul posto che amici che hanno visitato la Thailandia recentemente, mi hanno confermato l’efficienza, la pulizia e la puntualità di questi mezzi di trasporto.

Mi sono invece servita di diversi bus nei miei spostamenti, anche per percorrere lunghe tratte e qui posso confermarti di persona la bontà dei trasporti su strada. Troverai tantissime stazioni, tutte ben dislocate lungo i principali collegamenti turistici della Nazione.

VIP bus thailandese
Ecco l’interno di VIP bus con tanto di hostess

I bus poi sono economici e per noi occidentali, anche la VIP class, superiore alla prima classe, ha prezzi abbordabili. La differenza tra la prima classe e la VIP la fa principalmente la comodità: nei VIP bus i posti a sedere sono meno numerosi, perché le sedute sono più comode e spaziose. Nelle lunghe tratte i VIP bus ricordano più un volo aereo che uno spostamento su strada, con tanto di snack, coperta (fondamentale data l’aria condizionata) e prese USB per la ricarica: consigliatissimi!

Pur essendo pieno Agosto, ho sempre prenotato sul posto i biglietti dei bus e, solitamente, il giorno prima della partenza. A Sukhothai ho dovuto prenotare un bus per Bangkok alle 10 del mattino per la sera del giorno stesso: non ho avuto difficoltà a trovare posti liberi.

 

Taxi e Grab in Thailandia

Se in Italia mai mi sognerei di salire su un taxi, in Asia sono mezzi di trasporto che per qualche tratta possono tornare molto utili. Consiglio: assicurati del prezzo della tratta prima di salire per evitare spiacevoli sorprese. In certi aeroporti non è poi difficile trovare compagnie di taxi con prezzi prestabiliti per determinate tratte. In alternativa un taxista thailandese in regola avrà il suo tassametro.

In Asia, e la Thailandia non fa eccezione, ricordati di installare sul tuo smartphone l’app Grab (qui la versione per iPhone, qui per smartphone Android).
Nel caso tu non lo conosca Grab è un’applicazione come Uber: la avvii, appare una mappa, scegli la destinazione, il sistema ti indica il prezzo della corsa e una volta confermato un autista nelle vicinanze verrà a recuperarti per condurti alla meta desiderata. Molto comodo perché entrambi (sia tu che l’autista) vedrete la reciproca posizione sul proprio smartphone, il che vi aiuterà anche a “trovarvi”. Sali in auto e al termine della corsa potrai pagare in contanti o direttamente tramite l’applicazione (dipende da che metodi di pagamento hai impostato).

Grab taxi Thailandia

Ovviamente, per poter utilizzare al meglio Grab è necessario una SIM thailandese, ma di questo parliamo tra poco.
Io per comodità ho scelto un telefono dual SIM: è particolarmente comodo quando viaggio, è un Honor 10.

 

Guidare in Thailandia

Non ho noleggiato auto in Thailandia, ma scooter. Non a Bangkok dove il traffico era a dir poco infernale e i mezzi di trasporto alternativi certo non mancano, ma sia a Chiang Rai che sulle isole (Koh Samui, Koh Phangan e Koh Tao), lo scooter si è rivelato il mezzo di trasporto più appropriato e molto economico (pochi € al giorno). Attenzione: se intendi guidare, anche solo uno scooter, ricordati che è richiesta la patente internazionale per la Thailandia.

 

Sigaretta elettronica in Thailandia

In Thailandia è vietata la vendita e la commercializzazione di sigarette elettroniche. E fin qui nulla di strano… Già, peccato che sia anche severamente vietato e punito dalla legge importare dall’estero sigarette elettroniche, quindi meglio non farsi trovare muniti di questi dispositivi una volta scesi dall’aereo.

La Thailandia, da qualche anno, ha avviato una vera e propria guerra contro il fumo e come puoi leggere qui sul sito di Viaggiare Sicuri in Thailandia è espressamente vietato possedere, vendere, importare ed esportare sigarette elettroniche e loro componenti“.

Nel caso ti trovassero in possesso di una sigaretta elettronica saresti punibile con una multa pari a 5 volte il valore del bene, a cui potrebbe aggiungersi una pena che può arrivare a 5 anni di reclusione. Meglio non scherzare!

Anche in merito al “fumo tradizionale” non si scherza: non è possibile fumare nei centri commerciali, nei bar, nei ristoranti, nelle aree pubbliche dove non è concesso anche bere sostanze alcoliche. Anche fumare in alcune strade potrebbe essere vietato, quindi meglio cercare un’area fumatori. Sopratutto fai attenzione anche a buttare i mozziconi per strada: il gesto è punibile per legge (oltre ad essere da maleducati!).

 

SIM Thailandia

Trovare un WiFi gratuito in Thailandia non è un problema. Non lo è stato a Bangkok e nella più turistica Koh Samui, come non lo è stato neppure nelle città del Nord Chiang Mai e Chiang Rai. Tutti i bar e ristoranti sono dotati di “free WiFi“.

Durante i miei viaggi sono solita però acquistare una SIM locale, non tanto per chiamare dalla Thailandia all’Italia, ma per il traffico dati internet. Il mio consiglio è di acquistare la SIM in aeroporto, subito atterrati. Tra le compagnie telefoniche segnalo le SIM Happy Tourist che per cifre tra i 400 e i 600 Baht (10-15 Euro) offrono svariati piani con Giga per la navigazione e minuti per le telefonate.

Te lo ripeto: consiglio di acquistarla in aeroporto perché nonostante anche i supermercati 7-Eleven le abbiamo i vendita, in diversi di questi a Bangkok le avevano esaurite invitandomi a “passare domani”.

 

Leggi anche Il migliore Sky Bar di Bangkok

 

Ah, a proposito dei 7-Eleven: dove ne vedi uno troverei anche un ATM per prelevare contante e potrai farlo ovunque: dalla caotica Bangkok alle città del Nord e sulle alle isole. Lo stesso dicasi per uffici di cambio: ne ho trovati ovunque e senza difficoltà. Nelle località più turistiche il cambio è leggermente più sfavorevole, lo stesso vale per gli uffici di cambio nelle vie più trafficate: cerca e troverai un ufficio più appartato e con un cambio più favorevole.

Una costante del mio itinerario in Thailandia sono proprio stati: ATM e bancomat, supermercati 7-Eleven e Family Mart e lavanderie, si lavanderie ovunque! Se vuoi viaggiare leggero e lavare mano a mano la tua biancheria potrai farlo, ovunque!

Una nota sulle lavanderie: 40 Baht (circa 1 Euro) per 1 Kg di vestiti che sale a 50/60 sulle isole. Servizi Express, ovvero il bucato ti verrà lavato subito e consegnato il prima possibile, a 60/100 Baht al Kg.

 

Sicurezza in Thailandia

La Thailandia è un paese sicuro? Non c’è volta in cui torni da un viaggio che non mi venga fatta questa domanda. 🙂

Si, per me la Thailandia è un paese sicuro: ho notato molta polizia e controlli sia a Bangkok che sulle isole (Koh Samui, Koh Pangan, Koh Tao) che al Nord (Chiang Mai, Chiang Rai) e questo, ad un turista, non può che far piacere.

Come detto poi i Thailandesi sono un popolo estremamente gentile e cordiale: non smetterò mai di ripeterlo, ed io non mi sono mai sentita in pericolo.

 

Assicurazione Sanitaria Thailandia

Ultima nota: siamo all’estero e anche in Thailandia, come in ogni viaggio fai date fuori dall’Europa, è fondamentale munirsi di una assicurazione medica che copra eventuali spese sanitarie impreviste. Fortunatamente non ne ho avuto bisogno, ma in queste occasioni è sempre meglio prevenire che curare. Ne approfitto per segnalarti che sottoscrivendo una polizza viaggio con Columbus con il codice TBG033 riceverai uno SCONTO del 10% (per le famiglie con figli i bambini al di sotto dei 18 anni hanno polizza gratuita con Columbus).

Per approfondire leggi: assicurazione viaggio Thailandia.

 

Spero che questi consigli e considerazioni possano esserti utili. Se hai domande o curiosità scrivimi qui sotto nei commenti, sarà un piacere risponderti! 🙂

Viaggio in Thailandia fai da te: consigli utili

Articolo valutato 4.89 / 5 da 36 lettori

Valuta l'articolo:            


Se hai trovato informazione utili, potresti condividere questa pagina?
Ti ringrazio in anticipo! 🙂

FacebookWhatsAppTwitterPinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

30 commenti a “Viaggio in Thailandia fai da te: consigli utili

  • 11 Settembre 2023

    Ciao stiamo pensando di andare in Thailandia, ma non so se andare in fai da te o meno siamo una famiglia di 2 adulti e due figli (18 e 14).
    Cosa mi consigli? Noi vorremmo fare turismo culturale e relax al mare alla fine. Considera che partiremmo il 22 Dicembre dall’Italia e rientrerò il 3 Gennaio per essere in Italia il 4.
    Che giro faresti? Per noi è la prima volta in Thailandia. Meglio dormire nelle guest house?

    Rispondi
    • Marta
      11 Settembre 2023

      Ciao Monia,
      la Thailandia è un paese piuttosto sviluppato da un punto di vista turistico e quindi su Booking troverai tantissime strutture (non solo guest house, ma anche tantissimi hotel e di tutti i “livelli”). 😉

      Con “soli” 13 giorni a disposizione potresti pianificare un itinerario che preveda 2/3 giorni a Bangkok con visita in giornata ad Ayutthaya e poi, a seconda della vostra voglia di mare, spostarvi nel Mar delle Andamane. Ti consiglio di dare un’occhiata a Koh Lipe, la chiamano “le Maldive della Thailandia”. Non ci sono stata di persona, ma spero di rimediare presto. 🙂

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
      • 11 Settembre 2023

        Grazie intanto. In realtà noi volevamo fare un pò poi di giorni “culturali” quindi su 13 giorni totali, solo gli ultimi 5 di mare. Oltre a Bangkok cosa aggiungeresti?
        Poi vorrei capire, se volessi andare da Bangkok a Chang Mai o Chiang Rai devo prendere volo interno? Stessa cosa per andare sull’isola?
        Grazie

        Rispondi
        • Marta
          11 Settembre 2023

          Volendo dedicare meno giorni al mare potresti fare come ho fatto io e, dopo Bangkok, “salire” a Chiang Rai con un volo interno e poi, in bus, “scendere” a Chiang Mai e poi, con un altro bus, a Sukhothai per far visita al Parco archeologico di Sukhothai, il Muang Kao Sukhothai. Da qui infine tornerai a Bangkok e con ulteriore volo interno raggiungerai la costa per gli ultimi giorni di mare.

          Come vedi, se possibile, ti consiglio di muoverti con voli interni (economici se prenotati in anticipo) soprattutto per abbreviare il più possibile gli spostamenti. I bus della Thailandia sono comunque un ottimo mezzo di trasporto: puliti, puntuali e collegano le principali destinazioni del paese. 🙂

          A presto,
          Marta
          Impiegata Giramondo

          Rispondi
  • 3 Settembre 2023

    Ciao e grazie per i preziosi consigli. Io andrò inizio Novembre. Mare? Mi piacerebbe Phi Phi, ma in alcuni siti ho visto che è stagione delle piogge, in altre invece pare sia una stagione discreta: tu cosa ne dici? E ancora: hai una guida in italiano da consigliarmi per Bangkok? Grazie mille!

    Rispondi
    • Marta
      3 Settembre 2023

      Ciao Stefania,
      la stagione turistica a Koh Phi Phi e, in generale, nel Mar delle Andamane ha inizio da Novembre sino a Febbraio, probabilmente è per quello che trovi pareri contrastanti sul tempo (se vuoi approfondire leggi del mare in Thailandia). Quindi ti confermo anch’io: è la scelta migliore in quel periodo. 🙂 Per quanto riguarda Bangkok non ho una guida da consigliarti, ma ti segnalo che sul mio blog troverai diversi approfondimenti sulla capitale della Thailandia:

      dove alloggiare a Bangkok
      cosa vedere a Bangkok
      i migliori mercati di Bangkok
      e altri contenuti ancora. 😉

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 22 Agosto 2023

    Ciao Marta,
    il tuo racconto mi ha rincuorato ed ora mi sento pronta per un viaggio fai da te in Thailandia a Marzo 2024.
    Inizio con prenotare il volo per Bangkok e prima notte in loco.
    Poi da lì inizio a spostarmi versi il Nord ed ora ti chiedo le località da visitare e che meritano. Durata del viaggio 2 settimane.
    Ti ringrazio per la tua disponibilità e ti auguro una buona vita,
    Ester

    NB la guida Loonely Planet consigli di prenderla?

    Rispondi
    • Marta
      22 Agosto 2023

      Ciao Ester,
      dopo qualche giorno a Bangkok potresti visitare Ayutthaya in giornata. Io poi mi sono spostata a Chiang Rai dove mi sono fermata 3 giorni per visitare la città e i suoi templi e i dintorni. Con un bus pomeridiano ho poi raggiunto Chiang Mai. Ho avuto modo di trascorrere un’intera giornata in un centro di riabilitazione degli elefanti e, a seguire, un corso di cucina thailandese. L’ultimo giorno a Chang Mai l’ho dedicato alla visita del centro della città e di alcuni templi per poi spostarmi ancora in bus a Sukhothai per una mezza giornata in bici a visitare il meraviglioso Sukhothai Historical Park. Da qui ritorno a Bangkok e volo per le isole. Dato che andrai a Marzo ti consiglio Koh Lipe, isoletta nel Mar delle Andamane. 😀

      Unica nota “negativa” che ho trovato – ma è un parere personalissimo – è nei tanto “famosi templi thailandesi”: belli, non dico il contrario, ma alla lunga un pò tutti uguali. Quindi: se hai voglia di mare io rinuncerei a qualcosa (Ayutthaya e Sukhothai ad esempio) per dedicare qualche giorno al mare; se il mare non ti interessa Bangkok e nel Nord della Thai troverai come riempire le tue due settimane di viaggio con un ritmo non troppo serrato.

      Per la Lonely Planet io ormai le acquisto più per collezionarle… 😉 ma comunque una guida cartacea preferisco sempre portarla con me.

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
      • 22 Agosto 2023

        Grazie di cuore x il tuo prezioso aiuto
        Ester

        Rispondi
        • Marta
          22 Agosto 2023

          Grazie a te Ester per avermi scritto 🙂
          E stai tranquilla che la Thailandia è il posto giusto per iniziare ad organizzare viaggi in fai da te.

          a presto,
          Marta
          Impiegata Giramondo

          Rispondi
  • 1 Agosto 2023

    Ciao grazie mille per le preziose informazioni. Io vorrei partire per la Thailandia il 4 Settembre e trascorrere li 11 giorni (trasferimenti da/per Italia esclusi). Viaggerei con la mia famiglia, moglie e due ragazzi di 11 e 15 anni. Considerando le condizioni climatiche del periodo cosa mi consiglieresti di vedere? Mi piacerebbe visitare i templi buddisti, Bangkok e se possibile 2 giorni di relax al mare. Fattibile?
    Grazie mille,
    Antonio

    Rispondi
    • Marta
      1 Agosto 2023

      Ciao Antonio,
      diciamo che a Settembre per il mare dovrai prendere in considerazione le isole di golfo di Siam, Koh Samui, Koh Phangan o Koh Tao. Il “problema” sono i soli 2 giorni: non ha senso scendere con un volo aereo da Bangkok a Koh Samui per soli 2 giorni. Potresti valutare Koh Samet, isola vicino a Bangkok (a tal proposito ti rimando all’approfondimento Thailandia mare).

      Io personalmente dividerei il viaggio in due momenti: Bangkok e poi mare (dedicandoci qualche giorno in più 😉 ). In alternativa, oltre a Bangkok, potreste vistitare le “classiche” Chang Mai e Chang Rai al Nord (tra l’altro qui troverai una Thailandia ancora più economica).

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 12 Giugno 2023

    Ciao,
    sto organizzando un viaggio in Thilandia per me, il mio compagno e i nostri ragazzi che vanno dai 12 ai 18 anni e sono 5.
    Partenza prevista 16 Agosto fino a inizio Settembre. Io ci sono già stata ma 20 anni fa. Mi piacerebbe fare 2 giorni a Bangkok e poi un trekking (io l’avevo fatto a Chang Mai e Chang Rai) e poi vorrei fare almeno 6 giorni di mare. Mi piacerebbe Krabi perché io ho già visto Koh Samui, ma ho letto che il periodo è sbagliato.
    Puoi darmi qualche consiglio?

    Grazie,
    Monica

    Rispondi
    • Marta
      13 Giugno 2023

      Ciao Monica,
      che meraviglia un viaggio in Thailandia in famiglia! 😀

      Consigli direi che a Bangkok potresti fermarti anche qualche giorno in più considerato tutto quello che c’è da vedere (a tal proposito ti consiglio l’approfondimento cosa vedere a Bangkok)
      Anch’io poi mi sono spostata con volo interno al Nord (Chang Mai e Chang Rai) e, da qui, sono scesa a Koh Samui, Koh Phangan e Koh Tao. 😉

      Con “sole” due settimane potresti valutare anche solo qualche giorno a Bangkok e poi “scendere al mare”, attenzione però. Ad Agosto la zona migliore per il mare in Thailandia è proprio quella di Koh Samui e del Golfo di Siam. Krabi, proprio per il meteo, è sconsigliata.

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 2 Aprile 2023

    Ciao,
    io e il mio ragazzo vorremmo organizzare un viaggio in Thailandia nel periodo di Capodanno / inizio Gennaio e leggendo il tuo blog ci hai rincuorato sulla possibilità di riuscire ad farlo in fai da te. Ci piacerebbe visitare Bangkok per 2-3 giorni e poi spostarci verso il mare e ritornare infine a Bangkok per il volo di rientro in Italia. A me piacerebbe vivere un’esperienza naturalistica o in qualche parco o sul lago con le casette galleggianti, la giungla…
    Cosa ci consigli? C’è l’imbarazzo della scelta davvero.

    Rispondi
    • Marta
      3 Aprile 2023

      Ciao Giulia,
      da come scrivi (spero di non sbagliarmi) la vostra è una prima volta in fai da te e la Thailandia credo sia un buon punto di partenza perché “turistica e ben organizzata”. 🙂

      Molto dipende da quanti giorni avete a disposizione, ma dopo aver dedicato del tempo alla capitale della Thai (a tal proposito leggi dove alloggiare a Bangkok) tra Dicembre e Gennaio io mi sposterei a Koh Lipe, isoletta nel mezzo del Mar delle Andamane che però non ho visitato.

      Prima dello spostamento al mare potreste valutare qualche giorno al Nord come ho fatto io e visitare i “classici” Chang Mai o Chang Rai e dintorni.

      Definito un itinerario di massima, dovrai organizzare i vari trasporti, ma come ti scrivevo sopra la Thai è “ben organizzata” sia con voli aerei interni che con bus che collegano le varie città del paese.

      A presto,
      Marta
      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 25 Ottobre 2019

    Grazie per i consigli preziosi! Io e mio marito vorremmo fare 3/4 gg a Bangkok e altrettanti a Pukhet nella prima quindicina di aprile, con due ragazzi di 12 e 14 anni. Consigli? Come sarebbe il tempo? Itinerari imperdibili?
    Grazie mille!!!
    SIlvia

    Rispondi
    • Marta
      28 Ottobre 2019

      Ciao Silvia,
      io sono stata a Koh Samui, Koh Phangan e Koh Tao, quindi potrei darti consigli su quel mare della Thailandia 🙂 ma parlando con amici che ci sono stati mi hanno detto che Pukhet è molto bella anche se parecchio turistica. 😛

      Il mese di Aprile è un buon periodo e quindi dovresti trovare bel tempo (e molto caldo) sia a Bangkok, sia nel mare delle Andamane (in entrambe queste zone il periodo delle piogge va da Maggio ad Ottobre).

      Per qualche consiglio, informazione e cose imperdibili in merito alla pazza capitale thailandese ti consiglio di leggere cosa vedere a Bangkok, spero possa servirti per i giorni a Bangkok.
      Se io ci tornassi dormirei assolutamente una notte in un albergo di lusso (dati i prezzi abbordabili) e tornerei a visitare l’immenso e colorato mercato di Chatuchak che credo piacerà anche ai tuoi ragazzi. 🙂

      Per qualsiasi chiarimento o domanda scrivimi pure.
      A presto,

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 19 Agosto 2019

    Carissima, grazie dei consigli.
    Sto cercando di organizzare un tour dal 17/10 al 23/10 compresi per un itinerario che partirebbe da Bangkok (che però visiteremo dopo autonomamente) il 17 mattina e, andando a nord, toccherebbe varie tappe ( Ayutthaya, Lobpuri, Phitsanulok, Sukhothai, Si Satchanalai, Lampang, Chiang Mai) e finirebbe a Chiang Rai il 23 – ma se hai un consiglio sull’itinerario è ben accetto. 🙂
    Sto valutando spostamenti con vari mezzi di trasporto ma trovo alcune difficoltà per alcuni tragitti. Mi domandavo se ci fosse la possibilità (e in caso se hai contatti) di prenotare un taxi con autista in loco per quei giorni (in altri paesi non ho avuto difficoltà).
    Grazie

    Rispondi
    • Marta
      20 Agosto 2019

      Ciao Ilaria,
      grazie a te per il commento. 🙂
      Io delle tappe che hai inserito nel tuo itinerario ho visitato solamente Sukhothai, Chiang Mai e Chiang Rai, e sono state tutte piacevoli visite, quindi te le consiglio.
      Per quanto riguarda gli spostamenti, noi da Bangkok avevamo preso un volo interno per Chiang Rai e da lì poi ci siamo sempre spostati con gli autobus, prenotati il giorno prima del trasferimento. Se dovessi fare anche tu la stessa scelta, ti consiglio di acquistare sempre i biglietti per la classe VIP, il prezzo è più alto, ma ne guadagni in comodità ed è comunque economico rispetto ai nostri prezzi.
      Se invece decidi di muoverti con i taxi ti consiglio di valutare Grab, di cui trovi tutte le informazioni qui sopra, non avrai difficoltà a trovarne anche all’ultimo. 😉
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
      • 18 Settembre 2022

        Ciao,
        volevo sapere se hai fatto delle vaccinazioni prima di partire per la Thailandia, grazie.

        Rispondi
        • Marta
          18 Settembre 2022

          Ciao Rosanna,
          io solitamente vado all’ufficio del viaggiatore internazionale presso la mia ASL e li, in base alle mie vaccinazioni pregresse e al Paese di destinazione, mi dicono cosa sia meglio fare. Trattandosi di un parere medico preferisco indirizzarti verso chi ha le competenze per darti risposte in merito. 🙂

          Consigliatissima un’assicurazione viaggio in Thailandia (e, in generale, ogni qual volta si viaggia fuori dall’Europa). Qui trovi la possibilità di sottoscrivere una qualsiasi polizza Columbus con uno sconto del 10%.

          A presto,
          Marta
          Impiegata Giramondo

          Rispondi
  • 23 Luglio 2019

    Quindi la sigaretta elettronica è vietata in Thailandia? Attendo risposta, grazie!

    Rispondi
    • Marta
      23 Luglio 2019

      Ciao Francesco,
      purtroppo in Thailandia la sigaretta elettronica è illegale, quindi ti consiglio di non portarla nemmeno in valigia per evitare qualsiasi tipo di questione o inconveniente. 😉

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 6 Luglio 2019

    Ciao Marta,
    ti leggo spesso e ora avrei bisogno di un tuo consiglio da esperta: quale itinerario consiglieresti per un viaggio di soli 9 giorni in Thailandia a Novembre? Purtroppo so che i giorni sono veramente pochi (infatti sto pensando anche ad una destinazione diversa anche se il cuore mi spinge verso questo paese) e quindi mi chiedo se ne varrebbe la pena…
    Dovendo limitarmi molto, come tappe fisse selezionerei Bangkok e Chiang Mai, ma mi piacerebbe aggiungere una località di mare per gli ultimi giorni (il problema è: quale?).
    Mi piacerebbe conoscere il tuo parere e anche se secondo te c’è una valida alternativa low cost a questa destinazione, magari più gestibile in così poco tempo. Grazie e complimenti per il tuo blog!

    Rispondi
    • Marta
      15 Luglio 2019

      Ciao Valentina,
      sono felice che leggi spesso il mio blog ed altrettanto felice di aiutarti. 🙂
      Nove giorni per la Thailandia non sono pochissimi, l’unico consiglio è di trovare un volo su Skyscanner che non faccia troppe ore di scalo o addirittura un diretto per non sprecare tempo prezioso.

      Come itinerario:
      – Bangkok sicuramente perché la gran parte dei voli atterrano lì e perché è stupenda e con mille cose da vedere, fare, comprare e mangiare!
      РChiang Mai la escluderei perch̩ le escursioni con gli elefanti in riabilitazione le puoi fare ovunque in Thailandia, come i corsi di cucina (che ti stra consiglio!), inoltre sia nella capitale della Thailandia, sia nei paraggi ci sono tantissimi templi e luoghi culturali da visitare.
      РMare in Thailandia, essendo Novembre ti consiglierei il mare delle Andamane (Phuket, Koh Lipe, Krabi, ecc.) ed escluderei la parte di Koh Samui, Koh Phangan o Koh Tao perch̩ in piena stagione delle piogge.
      Potresti ipotizzare 2 giorni a Bangkok, poi spostarti al mare per 5/6 giorni e poi tornare l’ultima sera per visitare i famosi Skybar di Bangkok.

      Infine, come alternativa, potrei consigliarti Dubai e gli Emirati Arabi, le ore di volo sono decisamente meno, gli alberghi nella zona giusta hanno prezzi sostenibili e di cibo e cose da fare ne avrai parecchie, il tutto accompagnato da un’ottimo clima e un bel mare pulito!
      Ovviamente non è economica come può esserlo la Thailandia e si tratta di un altro mare, ma si difende bene! 😉

      Se hai altri dubbi non esitare a scrivermi.

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
      • 8 Agosto 2022

        Salve, sono felice di aver trovato il tuo blog per organizzare il mio viaggio in Thailandia. Noi vorremo andare a Novembre: ho letto che siamo in piena stagione delle piogge? Abbiamo 16/18 giorni e non vorrei sprecarli per via del clima. Pensavamo a qualche qiogno a Bangkok (2/3 per visitare i templi i mercati) e poi fare mare. Che zona mi consigli per il mare? Grazie.

        Rispondi
        • Marta
          8 Agosto 2022

          Ciao Giulia,
          Novembre è un buon periodo per fare mare in Thailandia: è infatti consigliabile recarsi tra Ottobre e Maggio a Phuket e dintorni, quindi Krabi, le famose Koh Phi Phi e Koh Lipe e in generale nel Mar delle Andamane. Sono tutti luoghi meravigliosi. 🙂

          A presto,
          Marta
          Impiegata Giramondo

          Rispondi
      • 15 Luglio 2019

        Grazie mille per la risposta! Farò tesoro dei tuoi consigli durante l’organizzazione e valuterò anche gli Emirati come alternativa…anche se la Thailandia mi chiama a gran voce! Grazie ancora

        Rispondi
        • Marta
          23 Luglio 2019

          Figurati!
          Posso capire benissimo la tua voglia di Thailandia, io a Bangkok mi ero già innamorata della cultura e della popolazione, poi è stato un crescendo continuo! 😉

          Impiegata Giramondo

          Rispondi