Moschea Bianca di Abu Dhabi: visita in fai da te

Sognavo da tempo di visitare la Grande Moschea Bianca di Abu Dhabi e il mio viaggio a Capodanno a Dubai mi ha finalmente permesso di farlo.

Non farti però ingannare dall’aspetto: la Moschea dello Sceicco Zayed (Sheikh Zayed), il Presidente degli Emirati Arabi Uniti che la fece costruire, non ha millenni di storia! Tutt’altro, è un monumento recentissimo la cui costruzione è iniziata nel 1996 e terminata nel 2007 e alla quale hanno partecipato Paesi di tutto il Mondo, compresa l’Italia.

La grande moschea biancha di Abu Dhabi
La grande moschea biancha di Abu Dhabi

 

Visita alla Moschea di Abu Dhabi:

 

L’edificio infatti, per volere dello stesso Zayed, è stato costruito con l’intento di essere il simbolo dell’unione delle diversità culturali del mondo.

È anche per questo che per la sua costruzione si è fatto ricorso a materiali e ad artigiani da diversi Paesi: Italia, Germania, Grecia, Marocco, Turchia, India, Iran, Cina e molti altri, tutti uniti per celebrare l’unione delle culture in questa grande opera. E proprio grande è il termine che occorre utilizzare più spesso per descrivere questa moschea.

Qui infatti troviamo il tappeto più grande al mondo proveniente dall’Iran: occupa una superficie di oltre 5.000 metri quadrati ed è stato assemblato sul posto in circa un anno di lavoro da oltre 1.000 artigiani.

Il tappeto più grande del mondo presso la Moschea di Abu Dhabi
Il tappeto più grande del mondo presso la Moschea di Abu Dhabi

Nella sala di preghiera più grande della moschea (qui siamo sotto alla cupola più grande del mondo con un diametro di 33 metri posta e alta 85 metri), troviamo il lampadario a bracci più grande al mondo con un diametro di 10 metri, 15 metri d’altezza e 9 tonnellate di peso. Con questo, in totale sono 7 lampadari in oro e cristalli Swarovski installati nel complesso e provenienti dall’Europa.

Il colore bianco che contraddistingue l’intero edificio e le oltre mille colonne è dovuto al marmo utilizzato per la costruzione: diversi tipi di marmi sono stati impiegati tra cui il marmo bianco di Carrara e il marmo di Lasa in Trentino-Alto Adige. L’Italia ha anche contribuito alla decorazione di alcuni lampadari e di alcuni intarsi delle colonne, realizzati in vetro di Murano.

In totale le cupole dell’edificio sono 80 e complessivamente la struttura può accogliere oltre 40.000 fedeli, ben 7.000 nella sala principale. Insomma, un’opera a dir poco imponente.

Dove alloggiare a Dubai

 

La Moschea Biancha di Abu Dhabi credo sia l’unico edificio moderno che regga il confronto con le grandi opere del passato: la sensazione di maestosità e di profonda spiritualità che riesce a trasmettere è palpabile. Non credo di esagerare nel dire che l’opera può essere paragonata al complesso di San Pietro a Roma.

Immancabile una foto nella corte interna: un mosaico, uno dei più grandi al mondo, di oltre 17.000 metri quadrati con decorazioni floreali. Ai 4 angoli, i minareti della moschea, alti più di 100 metri.

Cortile interno moschea Abu Dhabi
Il cortile interno della moschea di Abu Dhabi

Infine, all’esterno, fontane e vasche circondano l’edificio regalando riflessi e giochi di luci impossibili da descrivere a parole.

Il momento migliore della giornata per visitare la Moschea Bianca di Abu Dhabi? Il tramonto, in modo da godere della vista della Moschea sia con la luce che con il buio: anche il sistema di illuminazione è stato attentamente realizzato per valorizzare al meglio l’intero edificio e i suoi particolari.

Vasca d'acqua all'esterno della moschea di Abu Dhabi
Una delle vasche d’acqua all’esterno della moschea di Abu Dhabi

Ora capisci il perché volevo visitarla da tempo? 🙂

Imperdibile una visita a questo maestoso monumento anche nel caso soggiornassi nella vicina Dubai: il tragitto Dubai – Abu Dabhi è ben servito da frequenti e comodi bus che collegano le due città in un paio d’ore (7 € circa il biglietto a tratta) e comunque la capitale degli Emirati Arabi Uniti (Abu Dhabi) merita una visita, non solo per la sua famosa Moschea Bianca. Potresti pianificare un soggiorno presso uno dei tanti hotel che trovi su Booking: prenotando con largo anticipo io ho trovato un’ottima offerta (40 € a notte per persona – decisamente ben oltre i miei soliti standard) al City Seasons Al Hamra Hotel, ottima posizione per visitare la città.

 

Come visitare la moschea di Abu Dhabi

Iniziamo col dire che pur trattandosi di un edificio mussulmano, la grande Mosche di Abu Dhabi è aperta a tutti, mussulmani e non.

Moschea Bianca Abu Dhabi orari

La Moschea è aperta ogni giorno, dalle 9:00 alle 22:00 (ultimo ingresso ore 21:30), tranne al Venerdì (l’equivalente della nostra Domenica) quando l’accesso alla moschea è consentito dalle 16:00 alle 22:00 ai soli fedeli mussulmani.

Ti consiglio di verificare gli orari sul sito ufficiale a questa pagina sopratutto durante il mese del Ramadan, quando potrebbero esserci delle variazioni.

Biglietto

L’ingresso alla Moschea Bianca è gratuito, non si paga biglietto e non è possibile prenotare.

Una volta entrati nell’edificio, dopo aver atteso il proprio turno in un grande salone, dovrai superare dei controlli e i metal detector. La coda come vedi non è certo formata da poche persone, io in tutto ho atteso circa un’ora dal mio arrivo sul posto alle 10:30 del mattino.

Coda di persone all'ingresso della Moschea Bianca di Abu Dhabi

 

Fatto questo potrai visitare in lungo e in largo l’edificio senza limiti di tempo. Sempre all’ingresso potrai richiedere gratuitamente un’audio guida in italiano.

È inoltre possibile partecipare a tour gratuiti guidati con una guida emiratina, ma purtroppo in sola lingua inglese.

Indicativamente questi tour si svolgono dalle dalle 10 del mattino alle 22 di sera, con partenze ogni ora ogni ora, ma ti consiglio di leggere le informazioni direttamente sul sito ufficiale.

Moschea Bianca Abu Dhabi come vestirsi

Nel rispetto della cultura mussulmana è vietato accedere con abiti troppo succinti: le spalle e le gambe devono essere coperte sia per gli uomini che per le donne. Le donne inoltre dovranno indossare un velo. Ad ogni modo non è necessario preoccuparsi troppo di queste direttive: potrai indossare veli e ed abiti messi a disposizione gratuitamente dalla struttura nel caso il personale della moschea non giudicasse consono il tuo abbigliamento.

Moschea Abu Dhabi come arrivare

Come arrivare sino a qui ? Io dal mio hotel, il City Seasons Al Hamra Hotel, ho preso uno dei tanti taxi che ho trovato in città. In circa 30 minuti ero sul posto con una spesa di circa 10 € (una corsa per 2 persone). È la soluzione migliore che ti consiglio: l’edificio si trova a circa 10 chilometri dal centro e ricorrere ad un bus richiederebbe molto più tempo e maggiori complicazioni.

Che dire d’altro? Spero che tutto quel che hai letto sino a qui possa esserti utile per visitare la Grande Moschea di Abu Dhabi, per qualsiasi dubbio o altra informazione non esitare a scrivermi qui sotto nei commenti o al mio profilo Instagram. 🙂

Moschea Bianca di Abu Dhabi: visita in fai da te

Articolo valutato 5.00 / 5 da 2 lettori

Valuta l'articolo:            


Se hai trovato informazione utili, potresti condividere questa pagina?
Ti ringrazio in anticipo! 🙂

FacebookWhatsAppTwitterPinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *