Escursioni a Zanzibar: prezzi e quali fare

Cosa fare a Zanzibar? Semplice! Escursioni! 🙂

Zanzibar è rinomata per le mille sfumature del suo mare, per le spezie e i sapori di Stone Town e per i sorrisi e la cordialità degli zanzibarini: per vivere tutto ciò il modo migliore è quello di girare in lungo e in largo l’isola. Dato però che non tutti hanno mesi di vacanza a disposizione come consiglia Lonely Planet Tanzania,  dobbiamo fare i conti col tempo tiranno! Io avrei voluto vivere all’avventura, giorno per giorno, ma avendo il tempo contato ho dovuto ridurre al minimo gli imprevisti e perciò ho preferito organizzare tutto già da casa: spostamenti, escursioni e alloggi.

Colazione con chapati a Zanzibar
Cartoline da Zanzibar

Per questo viaggio ho trovato in un’agenzia zanzibarina un validissimo aiuto per programmare tutte le mie escursioni a Zanzibar. 🙂

Le spiagge a Nord, sopratutto nei pressi dei grandi resort, pullulano di Beach Boys a caccia di clienti e probabilmente riuscirai a strappare loro buone tariffe per le varie escursioni, io però ho preferito organizzare tutto dall’Italia con il provvidenziale aiuto di Ali Boni e del suo Sasà Tour (www.sasaatours.com), segnalatomi da Alessia e Bucci: grazie ragazzi! 🙂

Contatta Ali Boni anche su Facebook, ti risponderà piuttosto in fretta: digli che hai letto di lui sul blog di Marta!

Alcune delle escursioni da fare a Zanzibar sono quelle qui sotto elencate. Le troverai ovunque e proposte da qualsiasi agenzia, beach boy o struttura alberghiera, al più con qualche leggera variante.

Costo escursioni Zanzibar 2018

Quanto costano le escursioni a Zanzibar? I costi sono piuttosto allineati, io li ho indicati uno ad uno qui sotto. Il consiglio è quello di sentire più campane, contrattare (soprattutto rivolgendosi ad una sola agenzia e in un gruppo di persone riuscirai sicuramente ad ottenere uno sconto) e chiedere cosa è compreso nell’escursione (trasporto, pranzo, ecc…).

 

Zanzibar cosa vedere

Zona migliore dove alloggiare a Zanzibar

 

Atollo di Mnemba: snorkeling a Zanzibar

Dici Zanzibar e pensi mare. Quindi cosa fare a Zanzibar se non un’uscita in mare? 🙂

Da Nungwi, villaggio a Nord dell’isola dove alloggiavo, partenza alle ore 8 del mattino in pulmino. In un’ora di tragitto ho attraversato l’isola in larghezza per giungere al mare di fronte all’isola privata di Mnemba. Mnemba è sede di un resort di lusso e non vi si può attraccare. Una barca ti condurrà di fronte all’isola per un po’ di snorkeling. I colori del mare di Zanzibar sono incredibili, ma ho visto fondali marini più ricchi di vita: è comunque un’esperienza che consiglio se non hai mai nuotato in mezzo ai pesci tropicali.

Tornati in barca l’escursione prosegue: la marea ritirandosi fa emergere una lingua di sabbia proprio di fronte a Mnemba: credo di non aver mai visto un’acqua tanto limpida e cristallina e tante sfumature di blu e azzurro in una sola volta!

Prezzo: € 40 a persona.

L’escursione con Ali Boni termina qui (per me rientro a Nungwi nel primo pomeriggio), ma ho visto altre compagnie attrezzarsi per un pranzo sull’isola di sabbia a base di pesce (quello che Ali Boni propone nelle due escursioni che seguono).

Isola di sabbia all'atollo di Mnemba
L’isola di sabbia che emerge con la bassa marea attorno all’atollo di Mnemba

Puoi effettuare questa escursione anche con partenza in barca dalla spiaggia di Nungwi, ti basterà chiedere a qualche beach boy in spiaggia, ma in barca il tragitto richiederà quasi due ore e per questo il costo è leggermente più contenuto (intorno ai 25 € a persona).

Nakupenda

Da Nungwi partenza in pulmino  alle 8 del mattino con rientro alle 17. La meta? Prison Island e l’isola di sabbia di Nakupenda!

Tartaruga gigante a Prison Island
Tartaruga gigante a Prison Island

Prison Island era in passato luogo di detenzione degli schiavi indisciplinati. Per raggiungerla verrai condotto al porto di Stone Town: l’isola è a circa 6 chilometri al largo, un breve tragitto in barca. La visita alle prigioni dura molto poco (è stata quasi deludente), ma l’isola è la casa di una colonia di tartarughe giganti delle Seychelles: una cosa che non si vede tutti i giorni. 🙂

Potrai passeggiare in mezzo a loro e accarezzarle… Ne saranno molto felici, provare per credere!

Terminata la visita alle tartarughe, la barca prosegue il suo tragitto in mare verso l’isola di sabbia di Nakupenda (anche in questo caso il tragitto è piuttosto breve e piacevole). Qui, mentre viene preparato il pranzo a base di pesce e crostacei (che incide sul costo dell’escursione), potrai godere ancora dei colori del mare di Zanzibar in una cornice da cartolina o fare un po’ di snorkeling, alcuni dei nostri compagni di barca hanno visto una colonia di stelle marine!

Prezzo: € 50 a persona.

Safari Blu Zanzibar

L’escursione Safari Blu Zanzibar è una delle più classiche da queste parti.
Partenza al mattino intorno alle 8 e rientro nel pomeriggio.

Ti anticipo il prezzo a persona per una considerazione: € 50 a persona.

Qui un incontro fortuito con due connazionali italiane mi ha permesso di capire la convenienza di aver organizzato le escursioni con Ali Boni.
Le ragazze hanno preferito una soluzione fai da te, recandosi al punto di partenza del Safari Blu sulla spiaggia dove hanno contrattato direttamente con i barcaioli riuscendo a strappare loro un prezzo di 40 $ a persona, ma a questo hanno dovuto sommare lo spostamento in taxi (andata e ritorno).
Si, è vero che spostandosi con un dalla-dalla avrebbero potuto risparmiare ulteriormente, ma il passaggio di questi è del tutto casuale ed inoltre i tempi di percorrenza sono molto variabili.

Inoltre io ho approfittato di questa escursione con Ali Boni per cambiare alloggio, spostandomi a fine giornata da Nungwi a Paje senza alcun costo aggiuntivo (dove dormire a Zanzibar 📌).

Veniamo all’escursione.

Si tratta di una giornata in mare. Verrai portato su una splendida lingua di sabbia corallina in mezzo all’oceano dove gusterai della frutta fresca e potrai fare snorkeling in un mare dalle mille sfumature di blu. Intorno a mezzogiorno la barca ti condurrà alla vicina isola di Kwale dove verrà servita una grigliata di pesce fresco. Sull’isola un baobab gigante: molto suggestivo. Al rientro, marea permettendo, l’imbarcazione attraverserà un canale di mangrovie.

Safari blu Zanzibar
Safari blu Zanzibar

Delfini a Kizimkazi e Jozani Forest

Sveglia presto e partenza alle 5:30 da Paje per raggiungere la baia di Kizimkazi a Sud dell’isola, dove sono arrivata intorno alle 6:30 del mattino.

Prenderai il mare su una piccola imbarcazione a motore alla ricerca dei delfini. Una volta avvistati, tante (anzi troppe!) barche partiranno al loro inseguimento e tu dovrai tuffarti in mare per nuotare con loro… Verrai “ripescato” e l’inseguimento riprenderà. Così per una decina di volte.

Si, ho fatto il bagno con i delfini ed è stato emozionante poterli osservare nel loro ambiente naturale a pochi metri di distanza, ma non sono così orgogliosa di raccontarlo: mi è sembrata una caccia al delfino piuttosto fastidiosa per loro…

Le imbarcazioni a caccia di delfini
Le imbarcazioni a caccia di delfini

 

Bagno con i delfini a Kizimkazi, Zanzibar
Bagno con i delfini a Kizimkazi, Zanzibar

Terminata la gita in mare, prima di salire nuovamente in auto, ti consiglio una colazione nelle vicine bancarelle a base di chapati (ricorda la nostra piadina) preparato dalle donne del posto: buonissimo! 🙂

Al rientro verrai condotto nella foresta di Jozani, dove potrai ammirare le acrobazie degli unici esemplari di scimmie rosse di Zanzibar. Dato che le scimmie non vivono in cattività e che la foresta è piuttosto estesa è possibile che tu debba camminare un poco alla loro ricerca.

Rientro per mezzogiorno.
Prezzo: € 40 a persona.

Stone Town e tour delle spezie

Con Ali Boni questa escursione si svolge nella seconda metà della giornata.

Verrai prelevato nel primo pomeriggio e condotto ad una piantagione di spezie. Qui una guida ti mostrerà le numerosissime spezie coltivate sull’isola. Vedrai e toccherai con mano la pianta e il frutto, la radice o la foglia. Vaniglia, noce di cocco, zenzero, noce moscata e molte altre spezie non hanno più segreti per me. Molto interessante!

Al termine immancabile l’acquisto di souvenir: bustine di spezie, essenza di vaniglia, the e aromi vari.

✅ Un consiglio: troverai al mercato di Stone Town le stesse bustine con probabilmente gli stessi identici prodotti, ma senza l’indicazione della piantagione e del produttore, a prezzi molto inferiori…Se l’avessi saputo prima gli acquisti li avrei fatti qui al mercato, ma come in ogni vacanza almeno una fregatura è d’obbligo! 😉

Dalla piantagione di spezie verrai condotto a Stone Town per un giro, accompagnato da una guida, per le vie della città attraverso il mercato di Darajani, terminando con un aperitivo al tramonto sul terrazzo dello Swahili House, un hotel che si affaccia sul lungomare della città.

Prezzo a persona € 30.

La guida non è necessaria e sinceramente avrei preferito girare la città in autonomia.

L’accesso al mercato è libero e consentito anche ai turisti. L’unico consiglio che mi sento di darti è di non acquistare la merce utilizzando banconote di grosso taglio: paga con tagli piccoli o in moneta.

Inoltre l’edificio del mercato coperto in cui vengono venduti carne e pesce non è luogo particolarmente adatto ai deboli di stomaco… 😉

L’aperitivo al tramonto dallo Swahili House è molto suggestivo anche se caotico: la terrazza è affollata di turisti: puoi godere del tramonto anche sul lungomare con maggiore tranquillità.

 

Zanzibar escursioni consigliate

Spero di averti dato una buona panoramica su quel che questo magico luogo ha da offrire e arrivati fin qui spero di averti dato una risposta alla domanda “Cosa vedere a Zanzibar?”. Se proprio dovessi consigliarti le escursioni che ho preferito direi il Safari Blu, Nakupenda e Mnemba. Stone Town puoi vistarla in autonomia, mentre il bagno coi delfini non mi sento di consigliarlo o sconsigliarlo: valuta tu, in base a quello che per te è il “contatto con la natura”.

Ah, dimenticavo: se non soggiorni al Nord, probabilmente ti verrà proposta anche un’escursione a Nungwi: puoi raggiungere questa località in autonomia, magari con un taxi e approfittarne per una cena al Baraka, il miglior ristorantino sulla spiaggia. Dopo cena con un taxi potrai fare rientro al tuo alloggio.

Se già conosci l’isola e hai vissuto una di queste escursioni, ti andrebbe di parlarne con me nei commenti qui sotto? 🙂

Escursioni a Zanzibar: prezzi e quali fare

Articolo valutato 4.77 / 5 da 26 lettori

Valuta l'articolo:            

18 commenti a “Escursioni a Zanzibar: prezzi e quali fare

  • 29 gennaio 2018 at 13:16
    Permalink

    Ciao! Mi chiamo Anna e sto programmando le vacanze per estive a Zanzibar. Sono rimasta colpita dal tuo breve ma conciso riassunto sulla tua esperienza! Potrei chiederti qualche consiglio?
    Grazie mille in anticipo e buona giornata!

    Rispondi
    • 29 gennaio 2018 at 13:18
      Permalink

      Ciao Anna, felice ti siano piaciuti gli articoli!
      Dimmi pure come posso aiutarti!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 19 febbraio 2018 at 11:37
    Permalink

    Buongiorno, mi sono piaciuti tantissimo i tuoi articoli: semplici, chiari e precisi!
    La scoperta di Ali Boni rivoluzionerà il mio ormai prossimo viaggio a Zanzibar, io e la mia ragazza per le escursioni volevamo affidarci a delle agenzie specializzate in quanto l’idea di affidarci ai beach boys ci sembrava poco efficiente ma i prezzi di queste ci hanno scoraggiato. Ali Boni ci sembra un buon compromesso.
    Grazie.
    Giovanni.

    Rispondi
    • 19 febbraio 2018 at 11:50
      Permalink

      Ciao Giovanni,
      grazie mille, sono davvero contenta ti siano piaciuti gli articoli! 🙂
      Con Ali Boni sono sicura ti troverai benissimo, è un’agenzia del luogo, quindi come dici tu un buon compromesso tra i Beach Boys e le agenzie dei Resort! Spero al tuo rientro vorrai raccontarmi la tua esperienza. 😉
      A presto e buon viaggio!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 13 maggio 2018 at 17:32
    Permalink

    Ciao, mi chiamo Ilaria e sono rimasta molto colpita dal tuo itinerario così che con il mio fidanzato abbiamo deciso di provare a replicarlo!! ti vorrei chiedere delle cose, ad esempio da Paje a Stone Town come ci sei arrivata? Inoltre hai detto che per spostarti da Nungwi a Paje hai usato l’escursione e le valigie??? Grazie

    Rispondi
    • 13 maggio 2018 at 18:41
      Permalink

      Ciao Ilaria,
      sono molto contenta che replicherete il mio itinerario e sono certa che rimarrete entusiasti di Zanzibar! 🙂
      Per gli spostamenti ho sempre utilizzato l’aiuto del fidato Ali Boni, approfittando delle escursioni, in particolare da Paje a Stone Town mi sono spostata durante “Stone Town e Tour delle Spezie”: nel primo pomeriggio sono venuti a prenderci al Kinazi Upepo a Paje, abbiamo lasciato i bagagli sul minivan, abbiamo fatto una prima tappa ad una piantagione appena fuori Zanzibar City, successivamente siamo arrivati a Stone Town e dopo aver lasciato i bagagli in albergo (lo Zenji Hotel), abbiamo proseguito l’escursione con la visita della città e lo splendido tramonto!
      Anche durante lo spostamento da Nungwi a Paje, i bagagli sono rimasti nel minivan.
      Se ti venisse in mente qualche altra domanda, scrivimi pure. 😉
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 21 maggio 2018 at 17:48
    Permalink

    Salve,
    sono Antonella da Catania.

    È possibile prenotare con voi alcune escursioni a Zanzibar per una sola persona?
    Starò 4 notti a Stone Town e 3 a Nungwi (dal 13/8/2018).
    Avendo la fobia dei rettili escludo le escursioni dove si potrebbero trovare, grazie.

    Cordiali saluti
    Antonella

    Rispondi
    • 21 maggio 2018 at 21:53
      Permalink

      Ciao Antonella,
      il mio è solo un blog di viaggi. 😉
      Mi spiace, ma non ho modo di prenotare o gestire le prenotazioni di nessuna escursione a Zanzibar. Se vuoi un consiglio prova a contattare Ali Boni come da indicazioni qui sopra, sicuramente saprà aiutarti!
      Spero di esserti stata utile. 🙂
      A presto!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 5 luglio 2018 at 19:33
    Permalink

    Ciao, io farò una vacanza a Zanzibar dal 14 al 28 agosto. Siamo 3 adulti ed 1 ragazzo di 13 anni.
    Faremo 6 giorni in un Villaggio a Pwani e questo è già pagato quindi non modificabile, poi pensavo di dormire 2 notti a Nungwi e 5 notti a Stone Town. Cosa ne pensi? Troppe notti a Stone Town? Meglio fare qualche notte a Jambiani? In alternativa fare un Safari di 2 giorni in Tanzania è molto costoso e fattibile? Hai delle alternative? Per quanto riguarda i trasferimenti mi hanno sconsigliato di noleggiare una macchina, ma di muovermi con i taxi, cosa dici?
    Grazie a presto

    Rispondi
    • 8 luglio 2018 at 13:41
      Permalink

      Ciao Roberta,
      Secondo me 5 notti a Stone Town sono un pò troppe, io ti consiglierei di fare qualche notte in più al mare, magari prolungando il soggiorno a Nungwi per evitare un ulteriore trasferimento. Se invece l’idea di un altro spostamento non ti preoccupa Jambiani/Paje sono molto belle come località e molto diverse da Nungwi. (leggi qui per qualche info in più) 🙂
      Relativamente al Safari in Tanzania, potresti contattare Ali Boni tramite Facebook per avere informazioni su prezzi e tempistiche.
      Infine, per gli spostamenti anch’io ti sconsiglio di noleggiare l’auto, sia per le condizioni delle strade, sia perché mi è capitato di vedere il nostro autista che pagava la polizia ai posti di blocco e quindi temo lo facciano anche con i turisti.
      Potresti muoverti con i taxi o come avevo fatto io, utilizzare le escursioni per fare gli spostamenti tra una zona e l’altra, per esempio quando ti sposti a Stone Town, puoi prendere parte all’escursione “Stone Town e il tour delle spezie” e caricando in macchina i bagagli alla mattina effettuare il trasferimento. 😉
      Se hai altre domande scrivimi pure!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 2 agosto 2018 at 16:53
    Permalink

    Ciao Marta complimenti per il tuo blog mi hai dato tantissime informazioni, sto organizzando il mio viaggio in Tanzania in solitaria per gennaio,proverò a contattare ali boni per le escursioni… volevo spostarmi anche io da nungwi a jambiani… magari dopo un escurisone dici che è fattibile nonostante sia da sola usufruire del tour x lo spostamento? Ho letto che tu ti sei spostata dopo il safari blu… ho un ultima domanda… per i pagamenti dei tour o del cibo o in albergo si usa la valuta locale o i dollari? Grazie mille in anticipo

    Rispondi
    • 7 agosto 2018 at 9:30
      Permalink

      Ciao Giulia,
      grazie a te per i complimenti! 🙂
      Non posso assicurarti che sia fattibile, ma Ali Boni è davvero gentile e disponibile, troverà in ogni caso una soluzione adatta alle tue esigenze. Inoltre considera che noi eravamo in due, quindi non penso cambi molto una/due persone! 😉
      Come scrivi tu, io mi sono spostata da Nungwi dopo l’escursione a Zanzibar “Safari Blu”, è stato comodo perché il tour si svolge a sud dell’isola (Kwale Island) e quindi al rientro eravamo vicini a Paje.
      Per pagare escursioni e alberghi ho usato gli euro (contanti e bancomat), mentre per i souvenir e i pasti ho cambiato gli euro in valuta locale (scellini) negli uffici di cambio dell’isola, ho cambiato una piccola cifra appena arrivata all’aeroporto, ma il cambio è decisamente sfavorevole.
      Se hai altre domande non esitare a scrivermi!

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 27 agosto 2018 at 22:45
    Permalink

    Ciao Marta , io sabato partirò per Zanzibar ho provato a contattare Ali Boni su Facebook senza avere una risposta… non mi sembra molto affidabile… comunque grazie per le info di sicuro ci saranno utili .Noi staremo a Uroa…Complimentarmi per il blog!!!

    Rispondi
    • 3 settembre 2018 at 8:35
      Permalink

      Ciao Barbara,
      ti ringrazio e ti auguro buona vacanza! 🙂
      Mi spiace molto per Ali Boni, tutte le altre persone che ho indirizzato verso di lui per le escursioni a Zanzibar si sono trovate bene.
      Se ne hai voglia fammi sapere se riesci ad organizzarti con altre agenzie locali e se hai altre domande adesso che sei lì, non esitare a scrivermi qui o sulla pagina Facebook! 😉

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 5 ottobre 2018 at 15:36
    Permalink

    Ciao cara! dormiremo una notte a stone town, quindi arriveremo verso le 15 li, dici che possiamo fare da soli il tour delle spezie o meglio accompagnati? Grazie

    Rispondi
    • 26 ottobre 2018 at 20:56
      Permalink

      Ciao Sharon,
      io per una questione di praticità ti consiglio di farla con un tour, così non devi fare la ricerca della piantagione più vicina, non devi trovare il modo di arrivarci, ecc. Però credo si possa organizzare anche in fai-da-te. 🙂
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi
  • 23 ottobre 2018 at 19:19
    Permalink

    Ciao Marta,

    Innanzitutto GRAZIE per gli stupendi spunti… Avrò letto i tuoi articoli almeno due volte ognuno! 😀 Ho gia’ organizzato il nostro itinerario (7gg a Zanzibar, io e mia sorella), e mi rimangono solo un paio di domande su cui mi piacerebbe sentire il tuo parere, visto che l’hai già fatto:

    1) Sarebbe considerato proprio un peccato non sostare o visitare Nungwi/Kendwa? Trovo migliori offerte per rimanere intorno a Kiwengwa i primi giorni che a nord, e cmq pensavo aggiungere la visita a Mnemba il secondo giorno (o Safari Blu, vedi domanda no.2).

    2) Visto che faccio il safari in Tanzania con Ali Boni, devo scegliere tra “una giornata intera a Stone Town” o “Safari Blu+Mezza giornata o serata a Stone Town” (giorni diversi, ovviamenti). E’ molto diverso il safari blu dall’atollo di Mnemba? Quale delle due escursioni consigleresti di più? In pratica non so se sacrificare Mnemba, Safari Blu o la giornata Stone Town.

    Sono sicura che la tua opinione sarà di grande aiuto. Grazie mille in anticipo!!!
    Mayte

    Rispondi
    • 30 ottobre 2018 at 12:58
      Permalink

      Ciao Mayte,
      prima di tutto grazie per le splendide parole! 🙂

      Passando alle domande, sono entrambe molto difficili perché sono molto personali, spero di non essere troppo di parte:
      1) Sostare in un punto piuttosto che un altro dipende molto dai gusti. Il nord di Nungwi/Kendwa è bello come tutto il resto di Zanzibar, ma a differenza delle altre coste risente meno del fenomeno delle maree, c’è chi ama vedere i fondali emergere (alghe comprese), c’è chi invece non lo tollera. Io personalmente, sono stata felice di vedere entrambi gli scenari, quindi non preoccuparti perché qualsiasi sarà la tua scelta, non rimarrai delusa! 😉

      2) Le escursioni a Zanzibar “Safari Blu” e “Atollo di Mnemba” sono molto simili perché consistono entrambe nella visita di una lingua di sabbia emersa, ma nella prima è prevista anche la sosta per il pranzo su un’isola vicina e al rientro l’attraversamento di un canale di mangrovie. Quindi tra le due la più completa è sicuramente il Safari Blu. Fatta questa doverosa premessa io, se dovessi sacrificare un’escursione, rinuncerei alla giornata a Stone town. Una serata o mezza giornata è più che sufficiente, se come me prediligi il mare. Nel caso in cui invece volessi togliere una delle escursioni simili tra loro, allora forse è meglio rinunciare all’Atollo di Mnemba, che è meno completa.

      Spero di averti dato qualche informazione in più, utile a scegliere!
      P.s. se ti andasse, al tuo rientro mi farebbe piacere sapere della tua esperienza di Safari con Aliboni, per poterla condividere con gli altri viaggiatori come noi! 🙂
      A presto

      Impiegata Giramondo

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *