Dove alloggiare a Guadalupa: zona migliore per dormire

Guadalupa o Guawa o meglio l’arcipelago della Guadalupa. Dove conviene dormire? Qual è la zona migliore dell’isola? Scopriamolo!

Basse-Terre, Grande-Terre, l’isola di Marie-Galante, le Îles des Saintes e La Désirade sono le isole che compongono l’arcipelago, ma è a Grande-Terre che atterrerai, all’aeroporto di Pointe-à-Pitre (indicato dal numero 1 sulla mappa) ed è a Grande-Terre che ti consigli di dormire se è tua intenzione vivere le spiagge caraibiche ed eventualmente avere una base per i tuoi spostamenti.

Nell’immaginario comune Guadalupa è l’isola nel Mar dei Caraibi a forma di farfalla, ma ciascuna ala in realtà è un’isola diversa:

  • l’isola di Basse-Terre è l’ala di sinistra (più grande), con l’omonima capitale Basse-Terre
  • l’isola di Grande-Terre è (a differenza di quello che il nome lascia intendere) più piccola e a destra (io ho alloggiato qui, a Sainte-Anne, numero 2 sulla mappa)

Il mio alloggio a Guadalupa

 

Cartina di Guadalupa per scegliere dove alloggiare
Cartina di Guadalupa per scegliere dove alloggiare – apri la cartina in Google Maps

Solo uno stretto fiume separa le due isole e due ponti le collegano. I paesaggi sono totalmente diversi: Basse-Terre (a sinistra) è montuosa , con il vulcano La Grande Soufrière a modellarne le forme e a dare il colore nero alle sue spiagge vulcaniche. Qui la vegetazione è a dir poco lussureggiante, tanto tropicale che pare di essere al Jurassik Park!🙂

Grande-Terre è più pianeggiante (o meglio dire collinare) e con le spiagge caraibiche che vedrai tra poco in foto.

Come ti dicevo, se è la tua prima volta sull’isola e sei qui per godere delle indimenticabili spiagge caraibiche per cui è nota, ti consiglio di dormire a Sainte-Anne, cittadina sul mare a Grande-Terre.

Guadalupa, spiaggia di Sainte-Anne
Guadalupa, spiaggia di Sainte-Anne: è qui nei dintorni che ti consiglio di dormire

Un alloggio che mi sento subito di consigliari è il Carambole (40 Euro a notte a persona in alta stagione) dove ho trascorso alcune notti del mio soggiorno sull’isola. A soli 300 metri dalla meravigliosa spiaggia di Sainte-Anne e con altissime recensioni su Booking (un punteggio di 9,1). Di fatto è un mini-appartamento con tanto di cucina (a Guadalupa questo tipo di alloggi vanno per la maggiore).

Se cerchi un hotel più tradizionale, direttamente sulla spiaggia di Sainte-Anne, eccoti invece il Le NIL (ma qui il prezzo sale).

Ora ti spiego perché dormire a Sainte-Anne e perché eventualmente prendere in considerazione altre zone.

Il mio alloggio a Sainte-Anne, Guadalupa
Il mio alloggio a Sainte-Anne, il Carambole

 

Dove dormire a Sainte-Anne: zona migliore per alloggiare a Guadalupa

Se come me questa sarà la tua prima volta a Guadalupa e sei in cerca di spiagge caraibiche, Sainte-Anne è il nome della località che più frequentemente è indicata come la zona migliore di Guadalupa.

Qui troverai una località si turistica, ma allo stesso tempo ancora fortemente “locale”, come se turisti e abitanti del luogo abbiano trovato un giusto equilibrio e gli uni e gli altri, quasi, si ignorino. Sainte-Anne è per certi versi “bruttina” negli edifici che costeggiano la strada principale che la attraversa e nell’assenza di luoghi di ritrovo ben curati, ma qui il luogo di ritrovo per eccellenza sono le sue spiagge!

Guadalupa, lungomare Sainte-Anne
Il lungomare di Sainte-Anne

I francesi poi prediligono case-vacanze ai tradizionali hotel e la maggior parte delle strutture qui a Sainte-Anne (e in generale sull’isola) sono dotate di cucina e salotto, veri e propri mini appartamenti.

Se in Guadalupa cerchi movida ed eleganti bar per aperitivi al tramonto difficilmente li troverai, o meglio troverai “bar trasandati”, molto “local“, ma per me questo non è necessariamente un difetto. Certe zone dell’isola (le mie preferite) sono ancora poco attente al turismo, forse perché la popolazione locale non ha mai del tutto accettato la dominazione francese risalente al periodo coloniale. Sainte-Anne conserva ancora uno spirito piuttosto locale, anche se al tempo stesso moderno (non mancano supermercati, ristoranti, gelaterie…ecc).

Io, come detto, qui ho alloggiato al Carambole, la mattina mi svegliavo, mi recavo alla panetteria sotto casa e poi alla spiaggia che vedi qui sotto.

Spiaggia vicino all'appartamento dove ho dormito a Guadalupa
La spiaggia di Sainte-Anne a 300 metri dal Carambole

Nei dintorni troverai tra le spiagge più belle di Guadalupa, tra cui Plage de la Caravelle (qui su Google Maps) raggiungibile a piedi e altre a 10 o 15 minuti di auto (io ho sempre trovato facilmente parcheggio ovunque).

Sempre nel comune di Sainte-Anne, ti segnalo anche il Résidence le Zandoli (anche qui, casa vacanze dotate di salotto e cucina). Qui siamo a 10 minuti di auto dal centro della cittadina e un pò fuori mano. Non c’è nulla di vicino a piedi e per trovare un ristorante dovrai prendere l’auto la sera. Una soluzione quindi più “intima e appartata” rispetto al Carambole, ottima come base di partenza per partire ogni mattina alla scoperta dell’isola. Tra l’altro l’incredibile spiaggia di Plage de Bois Jolan (in foto qui sotto) si trova a poco più di 1 chilometro e mezzo da le Zandoli. Consigliatissimo.

Plage de Bois Jolan a Guadalupa
Dal Résidence le Zandoli ho raggiunto a piedi Plage de Bois Jolan

 

Hotel a Guadalupa, Saint-François

Sainte-Anne non è ovviamente l’unica zona dove alloggiare a Guadalupa. All’estremo Est dell’isola, troviamo il comune di Saint-François (indicato dal numero 3 sulla mappa in cima alla pagina).

Sainte-Anne e Saint-François distano 20 minuti d’auto (vi è un’unica “strada principale” ed è impossibile sbagliarsi) e anche le spiagge di Saint-François sono quelle da cartolina, anzi la spiaggia all’ingresso della cittadina, Raisins Clairs (qui le indicazioni su Google Maps  ), è una tra le mie preferite dell’isola. Perché ho preferito allora Sainte-Anne?

La spiaggia all'ingresso di Saint-François
La spiaggia all’ingresso di Saint-François sulla strada principale

Sainte-Anne (indicata dal numero 2 sulla mappa) si trova innanzitutto in una posizione più centrale rispetto all’isola e permette di raggiungere più facilmente le altre “attrazioni”. Inoltre a Saint-François troviamo strutture più costose (soprattutto residence ed hotel) perché questa è una delle zone più inn e turistiche (troppo turistica per i miei gusti) di tutta l’isola, ovvero la Marina di Saint-François.

Qui, soprattutto la sera, ci si scorda quasi di essere ai Caraibi e si ha la sensazione (che a me non è per nulla piaciuta) di essere in una qualsiasi e anonima località turistica europea dove sfoggiare un bell’abito.

La Marina di Saint Francois
La Marina di Saint Francois coi tanti locali e ristoranti attorno al porto

Tanto per capirsi a Sainte-Anne per la sera un’infradito da spiaggia è sufficiente e ideale per raggiunge Plage du Borg e assistere all’immancabile partita di beach volley o calcetto. Insomma, una realtà molto più “locale e autentica” e questo nonostante anche Sainte-Anne la si possa etichettare come località turistica.

Oltre alla Marina di Saint-François altra zona inn dell’isola è La Gosier e, in particolare, la Marina di Gosier: non ho vissuto a lungo queste zone dell’isola, solo di passaggio per visitare alcune spiagge (manco a dirlo, meravigliose).

Nelle zone di La Gosier e Saint-François troverai i residence e gli hotel più costosi di Guadalupa (a Saint-François considera che troverai l’unico campo da golf dell’isola). Sopratutto a Saint-François poi i ristoranti sono ottimi, alcuni anche piuttosto ricercati, ma tutta questa ricercatezza si traduce in costi maggiori e, per me, non giustificati.

 

 

Port-Louis

Numero 4 sulla mappa: Port-Louis. Plage Du Souffleur (qui sotto in foto) è una delle spiagge più belle di tutta l’isola e nonostante metà della stessa (come anche il lungomare di Port-Louis) sia molto turistica, la parte più a Nord è molto selvaggia e veramente scenografica. Vale la pena dormire qui? Come ho già detto io ho preferito la zona di Sainte-Anne perché più “strategica” per visitare l’isola e le spiagge nei dintorni.

Non che Port-Louis non sia una bella cittadina, ma per una prima volta a Guadalupa non ti consiglio di alloggiare qui. Se proprio tu non trovassi altri alloggi se non a Port-Louis potrai comunque raggiungere le zone più a Sud in circa 40 minuti d’auto.

Vedi offerte a Port-Louis su Booking

 

Port-Louis. Plage Du Souffleur
Port-Louis. Plage Du Souffleur

 

Sainte-Rose

Sainte-Rose si trova a Nord “dell’ala sinistra della farfalla”, indicata con il numero 5 sulla cartina di Guadalupa che trovi in cima a questa pagina. Sainte-Rose è tappa obbligata per le escursioni alla scoperta del parco marino protetto del Grand Cul-de-sac e della nota Ilet Caret, isoletta tropicale meta di escursioni in barca (se vuoi approfondire leggi le migliori spiagge di Guadalupa).

 

Alloggia a Saint-Rose su Booking.com

 

Un alloggio da queste parti che ti posso consigliare è il l’Au Domaine Des Bougainvilliers, segnalatomi da una lettrice del blog – mi spiace molto, ma non ricordo il tuo nome altrimenti ti avrei ringraziata! Io qui ho visitato il lungomare, le vie principali della cittadina, una zona “residenziale” per turisti e la piazza (anzi, piazzetta dovrei dire) principale. Sainte-Rose si trova a Basse-Terre, ci siamo quindi allontanati da Santie-Anne e qui ti consiglio di cercare un alloggio solo se è tua intenzione visitare “l’altra metà di Guadalupa”.

 

Guadalupa dormire a Basse-Terre

Basse-Terre è l’ala sinistra della farfalla. Dove l’ala destra è nota per le sue meravigliose isole, qui è il vulcano attivo La Grande Soufrière il vero protagonista.

Tra il verde lussureggiante delle sue alture potrai praticare trekking e camminare alla ricerca di cascate tra la vegetazione. Ma Basse-Terre non è solo escursioni a piedi: a “metà isola” si trova anche la riserva naturale marina dedicata all’oceanografo Jacques Cousteau, non a caso un vero e proprio paradiso per lo snorkeling e le immersioni.

Guadalupa, paesaggio lussureggiante di Grande-Terre
Guadalupa, Grande-Terre: il verde lussureggiante delle strade interne dell’isola

Io ho raggiunto proprio la spiaggia di Plage de Malendure (qui le indicazioni Google Maps), per visitare proprio la Riserva Cousteau e credo che – data la centralità nei dintorni della cittadina di Bouillante questa sia un’ottima zona per alloggiare.

Bouillante è la cittadina a metà isola che ti consiglio di prendere come base per esplorare la zona, una zona sicuramente più “spoglia dall’uomo”, ma non per questo meno interessante rispetto a Grande-Terre.

 

Insomma, credo che si sia capito: prima volta a Guadalupa? Sainte-Anne e dintorni anche per me è la zona migliore e consigliabile.

Tre strutture da annotarsi:

  • il Carambole , dove ho alloggiato, a 300 metri dalla spiaggia di Sainte-Anne
  • il Le NIL, a conduzione familiare e direttamente sulla spiaggia
  • il Résidence le Zandoli, pulitissima e accogliente casa vacanze con cucina a 10 minuti d’auto dal centro di Sainte-Anne (auto che consiglio di noleggiare per vivere e visitare al meglio l’isola che ha tantissimo da offrire – non solo spiagge!)

Cosa aggiungere? Per qualsiasi altra domanda scrivimi qui sotto nei commenti, alla mia pagina Facebook o su Instagram.

 

 

Dove alloggiare a Guadalupa: zona migliore per dormire

Articolo valutato 5.00 / 5 da 8 lettori

Valuta l'articolo:            


Se hai trovato informazione utili, potresti condividere questa pagina?
Ti ringrazio in anticipo! 🙂

FacebookWhatsAppTwitterPinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.