Dove e cosa mangiare a Palermo

A Palermo la cucina è arte: dal dolce al salato, dalla colazione alla cena, dal ristorante stellato passando per il famoso street food di Palermo, impossibile non trovare qualcosa che stuzzichi il palato, quindi scopriamo dove e cosa mangiare a Palermo!

Quelli che trovi qui sotto sono consigli basati sulla mia esperienza diretta, ma a Palermo fermati ogni qual volta troverai coda fuori da un locale o da una piccola attività, difficilmente qui te ne pentirai.

Dove alloggiare a Palermo

 

 

 

Dove fare colazione a Palermo

Partiamo dalla colazione. Non posso non segnalarti la Pasticceria Cappello in Via Nicolò Garzilli (clicca qui per le indicazioni su Google Maps). Puoi arrivarci a piedi dalla Cattedrale di Palermo con una camminata di 10 minuti: NON visitare il loro sito internet se sei debole di gola, io ti ho avvertito. 🙂

La Pasticceria Cappello ha anche una seconda sede in Via Colonna Rotta (qui su Google Maps), metti che sei di passaggio…!

Poco distante dalla Cattedrale, a due passi dai Quattro Canti, troviamo poi la Pasticceria Costa: consigliatissima, fermati assolutamente anche qui!

La storia dolciaria palermitana annovera un’infinità di prelibatezze, quindi ad ogni occasione entra in un bar o in una pasticceria e, soprattutto, torna poi qui a segnalarmeli nei commenti. 🙂

Infine, anche se di far colazione a Palermo stiamo parlando, eccoti la gelateria Brioscià (qui le indicazioni su Google Maps): nonostante si accosti alla Sicilia la granita, come dolce, qui a Palermo è il gelato a farla da padrone e il pistacchio di Bronte e il cioccolato alla cannella di Brioscià sono una vera istituzione.

Brioche con gelato a Palermo
Brioche con gelato a Palermo

 

Dove mangiare a Palermo spendendo poco

Vuoi spendere poco per mangiare? A Palermo puoi farlo facilmente. Il famoso street food della città è ottimo per un pranzo o uno spuntino veloce ed è considerato uno dei migliori al mondo testa a testa con lo street food di Bangkok (a proposito, se ti interessa, ecco dove mangiare a Bangkok).

Regno dello street food in città è il mercato di Ballarò (aperto tutti i giorni dalle 8 alle 20 – solo la Domenica il mercato chiude alle 15:00) dove potrai mangiare la qualunque accompagnata dal folklore palermitano. Un’esperienza davvero suggestiva, che ti consiglio di vivere anche se non è tua intenzione mangiare qui.

Polpo al mercato di Ballarò, Palermo
Polpo al mercato di Ballarò

Altro appuntamento immancabile a Palermo è l’aperitivo alla Vucciria (tutti i giorni dalle 9 alle 20:00), non certo uno dei quartieri più raccomandabili dalla città, ma è qui che troverai movida sino a tarda notte, mentre bancarelle improvvisate servono ogni tipo di leccornia.

 

Ristoranti dove pranzare o cenare a Palermo

Se sei a Palermo con bambini probabilmente ti sarà più comodo fare una sosta anche per pranzo in un buon ristorante o in una classica trattoria. Tutti i locali che trovi qui di seguito sono adatti sia per pranzo che per una cena e sono sparsi per il centro di Palermo.

Osteria Nonna Dora (clicca qui per vedere la posizione in Google Maps): prenota con anticipo e assicurati di provare il miglior ristorante di Palermo secondo Impiegata Giramondo, piatti gustosi, tradizionali, ma a prezzi contenuti e poi la gentilezza del personale! Si trova a 5 minuti a piedi da Teatro Massimo.

Un trucco per risparmiare a pranzo o a cena in una città come Palermo: usa l’app per smartphone The Fork (qui l’app per dispositivi Apple, qui l’app per smartphone Android). Non mi dilungo nel descrivertela, è semplicissima: installala e poi inserisci il codice sconto 7D9F1341 per ricevere punti da spendere per le tue prenotazioni!

Dove mangiare buon pesce a Palermo

Trattoria il Vecchio Mafone (clicca qui per vedere la posizione in Google Maps): locale intimo a 7 minuti a piedi dal Teatro Massimo: qui ti consiglio piatti a base di pesce.

Ai Cascinari (qui la posizione in Google Maps): più lontano dal centro storico, grazie all’ampio locale sarà più facile trovare posto anche prenotando all’ultimo. Cucina siciliana casereccia e atmosfera informale. Bene per un pranzo veloce, ma per cena direi altrove.

Antica Focacceria San Francesco (qui la posizione in Google Maps): famoso locale palermitano situato di fronte all’omonima basilica un pò troppo turistico per i miei gusti. Qui potrai assaggiare il pani câ meusa, il panino con la milza – Marcello, grande estimatore di questa specialità dice però di aver preferito il panino con la milza di Nino U’ Ballerino.

La "meusa" del famoso panino con la milza
La famosa “meusa” in cottura

Nino U’ Ballerino (qui su Google Maps): iconico locale e personaggio della città, una visita qui deve essere una tappa fissa del tuo soggiorno a Palermo. Trovi il locale alle spalle di Teatro Massimo a 5/10 minuti a piedi. Qui vicino, se stai cercando un alloggio a Palermo, si trova anche Olivuzza Serena, un piccolo, curato e consigliato B&B.

Pizzeria Frida (qui la posizione in Google Maps): come puoi immaginare il locale è ispirato alla pittrice Frida Kahlo; specialità: pizze quadrate e col cornicione ripieno.

Infine un’amica palermitana mi ha consigliato su Instagram di segnalare assolutamente anche questi locali:

Non li ho provati personalmente, ma data la passione di Luciana per la sua Palermo te li segnalo ad occhi chiusi e ne approfitto per ringraziarla!

 

Cosa mangiare assolutamente a Palermo

Sia amanti del dolce che del salato troveranno a Palermo di che soddisfare il proprio palato.
 

Dolci tipici palermitani

Come già anticipato Palermo è famosa per il gelato. In centro troverai molte gelaterie, una la mia preferita è come già anticipato Brioscià, nascosta sotto i portici a metà strada tra Teatro Massimo e Teatro Politeama (qui su Google Maps). Ti consiglio la brioche con gelato: indimenticabile!

Altri tipici dolci palermitati sono: il cannolo, la cassata, la pistacchiosa, la famosa sette veli della Pasticceria Cappello (in foto qui sotto), la genovese, l’iris al forno o fritta (grazie Manu per la dritta!) ed il bello è che ovunque li abbia gustati li ho sempre trovati ottimi e soprattutto freschi: un sogno ad occhi aperti.

Torta Sette Veli della Pasticceria Cappello a Palermo
La Sette Veli della Pasticceria Cappello

In ultimo, anche se non ne sono un’amante, non posso non segnalarti la pasta di mandorla, consigliata come souvenir gastronomico, si conserva e si presta bene ai viaggi aerei.
 

Specialità palermitane

Passando al salato abbiamo l’imbarazzo della scelta.

Assaggia il polpo fresco al mercato di Ballarò oppure, sempre da passeggio, il pane ca meusa (chiamato anche focaccina schietta o maritata), cazzilli di patate, panelle, crocchè e il famoso sfincione.

Per una merenda veloce o in qualsiasi altro momento della giornata devi assolutamente provare gli arancini di riso, anzi arancine (i palermitati tengono molto al loro nome): una palletta di riso impanato e fritto con ripieno. Ti consiglio di provare per primo il ripieno classico con ragù, piselli e formaggio per poi proseguire alla scoperta delle altre varietà.

Dicono che in tutta Palermo le arancine migliori siano quelle servite all’Antico Caffè Biondo (qui le indicazioni su Google Maps), ma per mia sfortuna non ho ancora avuto l’onore di gustarle: mi toccherà tornare tornare per provare di persona. 🙂

 

Arrivati sino a qui non ti nascondo che mi sia salito un certo appetito! I piatti tipici palermitani non finiscono certo qui: caponata, involtini di melanzane, pasta alla norma, pasta con l’anciova, arrosto alla palermitana, eccetera, eccetera… insomma, a Palermo il buon cibo non manca.

Spero che questi consigli possano esserti utili durante un weekend a Palermo e per qualsia dubbio (o suggerimento!) scrivimi qui sotto nei commenti, alla mia pagina Facebook o su Instagram.

Dove e cosa mangiare a Palermo

Articolo valutato 5.00 / 5 da 2 lettori

Valuta l'articolo:            


Se hai trovato informazione utili, potresti condividere questa pagina?
Ti ringrazio in anticipo! 🙂

FacebookWhatsAppTwitterPinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *